Madagascar, il grande Ovest con discesa fiume Tsiribina

La natura sorprendente
Quote
€ 3.230,00
a partire da
Disponibilità viaggio
partenze individuali
da meta' giugno a novembre
Giorni di viaggio
17
giorni di viaggio
viaggio personalizzabile

Questo itinerario è solo un esempio dei tour che organizziamo.
Contattaci per costruire insieme il tuo viaggio su misura!

RICHIEDI INFORMAZIONI
Quote a partire da
€ 3.230,00
Data di partenza
da meta' giugno a novembre
Giorni di viaggio
17
Incluso nel viaggio
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”
In collaborazione con
    Linea di viaggio
    • Linea di esperienza
    Temi di viaggio
    Modalità di viaggio
    Kit da viaggio
    • Kit Viaggio

    Caratteristiche di viaggio

    Un itinerario nel Madagascar meno conosciuto, tutto via terra, realizzato in fuoristrada 4x4 con due giorni di navigazione in barca sullo Tsiribina.
    Dallo Tsinghi ai territori della tribù Sakalava, fino alle incontaminate spiagge del sud ovest, per poi risalire lungo la dorsale montuosa dell’Isola Rossa, visitando tutti i parchi e riserve più importanti.

    Sono previsti 2 pernottamenti in tenda igloo lungo le sponde dello Tsiribina, in hotel semplici ma puliti a Belo Sur Mer e Morombe, in buoni hotel nelle altre località.
    Nella prima parte del viaggio si percorrono piste sabbiose e dissestate mentre nella seconda parte le strade sono asfaltate.

    I trasferimenti sono in fuoristrada 4x4 con autista parlante francese, il trattamento di pensione completa e l’assistenza di rangers locali (parlanti francese) per le visite nelle riserve e nei parchi (accompagnatore parlante italiano per minimo 5 partecipanti).
    Assistenza 24 ore su 24 per tutto il viaggio.

    Il circuito è impegnativo ed adatto solo a persone che hanno uno spirito di avventura e di adattamento.
    Caso contrario, non ci sentiremo responsabili di eventuali complaint inerenti a quanto sopra esposto.

    RICHIEDI INFORMAZIONI

    Tappe del tour

    Madagascar, il grande Ovest con discesa fiume Tsiribina
    17 giorni

    aereopercorso via terra
    aereopercorso in aereo
    aereopercorso in nave

    Il programma di viaggio

    17 giorni

    + vedi il programma completo
    GIORNO
    01

    Partenza per Antananarivo

    Arrivo all’aeroporto di Ivato International, ritiro dei bagagli e disbrigo delle formalità di ingresso nel Paese. Incontro con l’organizzazione locale...

    + leggi tutto
    GIORNO
    02

    Antananarivo - Antsirabe

    170 km - circa 4 ore si percorso su strada asfaltataPrima colazione in Hotel.Mattinata dedicata alla visita della città di...

    + leggi tutto
    GIORNO
    03

    Antsirabe - Miandrivazo - Nosy Ampela

    Antsirabe - Miandrivazo: Km 220 - circa 4 ore di percorso su strada asfaltata con bucheMiandrivazo - Masiakampy (imbarcadero): Km...

    + leggi tutto
    GIORNO
    04

    Nosy Ampela - Begidro - Berevo

    Nosy Ampela - Berevo: circa 5 ore di navigazioneProseguimento della navigazione con sosta alla cascata e alla piscina naturale per...

    + leggi tutto
    GIORNO
    05

    Berevo - Bekopaka

    Berevo - Belo sur Tsiribihina: mezza giornata di navigazioneBelo sur Tsiribihina - Bekopaka: Km 110 - circa 4 ore di...

    + leggi tutto
    GIORNO
    06

    Riserva di Bemaraha

    Prima colazione in Hotel.Esplorazione dei labirinti degli Tsingy di Bemahara camminando nel groviglio delle cattedrali di calcaree e nelle grotte...

    + leggi tutto
    GIORNO
    07

    Bekopaka - Morondava

    Km 220: circa 8 ore di percorso su pista sabbiosa e terraPrima colazione in Hotel.Partenza per la città di Morondava...

    + leggi tutto
    GIORNO
    08

    Morondava - Belo sur Mer

    Km 120: circa 6 ore di percorso su pista sabbiosa e terraPrima colazione in Hotel.Proseguimento lungo una pista di terra...

    + leggi tutto
    GIORNO
    09

    Belo sur Mer - Manja - Morombe (tragitto più difficile e lungo)

    Km 290 - circa 12/13 ore di percorso difficile su pista di sabbia, terra e roccePrima colazione in Hotel.Proseguimento verso...

    + leggi tutto
    GIORNO
    10

    Morombe - Salary

    Km 120 - circa 4 ore si percorso su pista di terra e sabbiaPrima colazione in Hotel.Partenza per Salary attraverso...

    + leggi tutto
    GIORNO
    11

    Salary

    Prima colazione in Hotel.Giornata dedicata al meritato relax e al mare meraviglioso. Pensione completa in Hotel.

    + leggi tutto
    GIORNO
    12

    Salary

    Prima colazione in Hotel.Giornata dedicata al meritato relax e al mare meraviglioso. Pensione completa in Hotel.

    + leggi tutto
    GIORNO
    13

    Salary - Toliara - Ranohira

    Salary - Toliara: Km 120 - cirac 4 ore di percorso su pista sabbiosaToliara - Ranohira: Km 250 - circa...

    + leggi tutto
    GIORNO
    14

    Escursione al Parco dell’Isalo

    Prima colazione in Hotel.Escursione nel Parco dell’Isalo, dichiarato patrimonio naturale dall’UNESCO nel 1962, attraverso il magnifico circuito Namaza (5/6 ore...

    + leggi tutto
    GIORNO
    15

    Ranohira - Fianarantsoa - Ranomafana

    Una giornata di trasferimento su strada asfaltata con buchePrima colazione in Hotel.Partenza Fianaranstoa (km 285 - 6/7 ore), lungo il...

    + leggi tutto
    GIORNO
    16

    Ranomafana - Ambositra

    170 km - circa 4 ore di percorso su strada asfaltata con buchePrima colazione in Hotel.Escursione al Parco di Ranomafana...

    + leggi tutto
    GIORNO
    17

    Ambositra - Antananarivo

    260 km - circa 6 ore di percorso su strada asfaltataVisita della cittadina importante centro artigianale e dei laboratori specializzati...

    + leggi tutto
    vedi tutti i 17 giorni

    Gli alberghi

    Hotel previsti o similari

    • QUOTE
      scopri tutti i prezzi
    • NOTE
      informazioni utili per il viaggio
    • COS'È INCLUSO?
      servizi inclusi nel viaggio
    • COS'È ESCLUSO?
      servizi esclusi nella quotazione

    Quote di partecipazione

    Quote

    2 partecipanti
    € 4.260,00
    3 partecipanti
    € 3.560,00
    4 partecipanti
    € 3.230,00

    Supplementi

    Suppl. camera singola
    € 840,00
    Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento da € 4.000,00 a € 6.000,00
    € 156,00
    Quote indicative volo Milano/Roma per Antananarivo e ritorno (via Parigi) con Air France in classe economica (speciale classe di prenotazione T) in bassa stagione (fino al 19 luglio e dal 15 settembre)
    € 800,00
    Quote indicative volo Milano/Roma per Antananarivo e ritorno (via Parigi) con Air France in classe economica (speciale classe di prenotazione T) in alta stagione (dal 20 luglio al 18 agosto)
    € 1.600,00
    Partenze da altri aeroporti
    su richiesta
    Quota gestione pratica
    € 70,00

    Quote individuali di partecipazione in camera doppia (2 mezzi 4x4) con guida/accompagnatore locale parlante italiano (per minimo 5 partecipanti)

    Quote

    5 partecipanti
    € 4.030,00
    6 partecipanti
    € 3.980,00
    7 partecipanti
    € 3.950,00

    Supplementi

    Suppl. camera singola
    € 840,00
    Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento da € 4.000,00 a € 6.000,00
    € 156,00
    Quote indicative volo Milano/Roma per Antananarivo e ritorno (via Parigi) con Air France in classe economica (speciale classe di prenotazione T) in bassa stagione (fino al 19 luglio e dal 15 settembre)
    € 800,00
    Quote indicative volo Milano/Roma per Antananarivo e ritorno (via Parigi) con Air France in classe economica (speciale classe di prenotazione T) in alta stagione (dal 20 luglio al 18 agosto)
    € 1.600,00
    Partenze da altri aeroporti
    su richiesta
    Quota gestione pratica
    € 70,00

    NOTE

    Quote di partecipazione
    Il presente programma è basato su orari, tasse aeroportuali, tariffe dei trasporti e costi dei servizi a terra in vigore il mese di marzo 2019.

    Le quote di partecipazione indicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario Euro/Mga in vigore a marzo 2019.

    Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati, o similari.

    Qualora i servizi indicati non fossero disponibili al momento della prenotazione Earth si riserva il diritto di modificare le quote qui riportate, sulla base dei costi dei nuovi servizi confermabili.

    Recesso del consumatore (Penalità di annullamento)
    In base alle Condizioni Generali di Contratto sul sito www.earthviaggi.it, al consumatore che receda dal contratto prima della partenza, fatta eccezione per i casi elencati al primo comma dell'articolo 9 (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici) e indipendentemente dal pagamento dell'acconto previsto dall’articolo 7, 1° comma (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici)  e tranne ove diversamente specificato in seguito e/o in fase di conferma dei servizi, saranno addebitati a titolo di penale:
    - Il premio della copertura assicurativa;
    - La quota gestione pratica;
    - Le seguenti percentuali sulla quota viaggio:
        - fino a 30 giorni prima della partenza: 25% della quota di partecipazione
        - da 29 a 20 giorni prima della partenza: 35% della quota di partecipazione
        - da 19 a 14 giorni prima della partenza: 50% della quota di partecipazione
        - da 13 a 5 giorni prima della partenza 75% della quota di partecipazione
        - oltre tale termine: 100% della quota di partecipazione

    Oltre alle penalità relative alla biglietteria aerea (tariffe speciali, instant purchase, low cost e voli di linea).

    Si precisa che:
    - il riferimento è sempre ai giorni “di calendario”;
    - per determinate destinazioni, per particolari servizi, per i gruppi precostituiti e per determinate combinazioni di viaggio, le penali sopra riportate potranno subire variazioni anche rilevanti;
    - per determinati servizi turistici e non turistici le penali possono essere del 100% già al momento della proposta irrevocabile o della prenotazione/conferma da parte del tour operator; tali variazioni saranno indicate nei documenti relativi ai programmi fuori catalogo o ai viaggi su misura o a viaggi e servizi in genere non rientranti pienamente o parzialmente nel presente catalogo;
    - in ogni caso, nessun rimborso spetta al consumatore che decida di interrompere il viaggio o il soggiorno per volontà unilaterale.

    Le quote di partecipazione includono

    Tour con un mezzo fuoristrada 4x4, con autista francofono - Trasferimenti con minivan climatizzato per i trasferimenti ad Antananarivo - Ingressi nei Parchi ed escursioni con guide ufficiali M.N.P (Madagascar National Park), come indicato in programma - Navigazione del fiume Tsiribina in chiatta dal 3° al 5° giorno, in uso esclusivo (La chiatta porta un massimo 14 persone è di acciaio, lunga circa 15 metri, ed è fornita di GPs satellitare, telefono satellitare, telescopio, torce, cassetta di pronto soccorso, piattaforma cucina sul retro, tavoli per la cena) - Equipaggio per la navigazione, esperto e professionale (uno skipper, un meccanico, un cuoco e una guida) - Pernottamenti in camera doppia negli hotel di categoria turistica, in tenda igloo lungo le sponde del Fiume Tsiribina (le 2 notti del 3° e del 4° giorno) e nei migliori hotel esistenti (semplici e spartani) a Belo sur Mer e Morombe - Trattamento di pensione completa durante il tour (dalla prima colazione del 2° giorno alla cena del 17° giorno) e di sola prima colazione ad Antananarivo - Guida/Accompagnatore locale parlante italiano (per minimo 5 partecipanti - Assistenza in loco di personale parlante italiano - Polizza “Viaggi Rischio Zero”, Unipol Assicurazioni - Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni) - Guida del Madagascar (per camera) - Kit da viaggio

    Le quote di partecipazione non includono

    Voli di linea da/per Antananarivo (saranno prenotati nella migliore classe di prenotazione disponibile all’atto della prenotazione) e relative tasse aeroportuali e fuel surcharge - Tasse d’Ingresso delle apparecchiature fotografiche nei luoghi turistici (da pagare in loco) - Visto di ingresso in Madagascar (costo di 35 euro, fino a nuove disposizioni del Ministero del Turismo) si ottiene al vostro arrivo all’aeroporto di Antananarivo - Tutti i pasti del 1° giorno - Visite ed escursioni a Salary - Pre accettazione (early check in) e late check out negli alberghi, eccetto dove specificato - Escursioni e visite facoltative, non previste in programma - Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, telefono, mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

    Richiesta informazioni

    compila il form per avere maggiori informazioni sul viaggio Madagascar, il grande Ovest con discesa fiume Tsiribina

    Nome*
    Cognome*
    Messaggio
    • Informazioni utili
      scopri tutti i prezzi
    • È importante sapere che...
      scopri tutte le date di partenza
    • Viaggi assicurati
      assistenza alla persona, spese mediche,
      bagaglio, annullamento e "Rischio Zero”
    • Condizioni generali
      di contratto di vendita
      di pacchetti turistici

    Informazioni generali

    - Nome completo del paese: Repubblica del Madagascar
    - Superficie: 587.040 kmq
    - Popolazione: 17.501.871 abitanti (tasso di crescita demografica 3,03%)
    - Capitale: Antananarivo (1.390.800 abitanti)
    - Popoli: merina e betsileo (discendono da malesi e indonesiani), betsimisaraka, tsimihety, antaisaka, sakalava (discendenti da malesi, indonesiani, arabi), bantu, francesi, indiani, creoli, comoriani
    - Lingua: malgascio e francese (entrambe lingue ufficiali)
    - Religione: 52% animista, 21% cristiana, 20% protestante, 7% musulmana
    - Ordinamento dello stato: repubblica presidenziale

    Abbigliamento

    L’abbigliamento consigliato è quello per un paese tropicale. Tuttavia, essendoci diverse condizioni climatiche, consigliamo di portare, oltre ai soliti indumenti di cotone leggeri, un k-way ed alcuni capi più pesanti, come un maglione di lana oppure qualche felpa, soprattutto per le sere da giugno a settembre nella zona degli altopiani centrali. Inoltre suggeriamo indumenti dai colori delicati, camicie a maniche lunghe, pantaloni di cotone lunghi e scarpe da trekking per le escursioni nelle foreste.
    Per i soggiorni balneari non dimenticatevi un telo mare ed un cappellino da sole.

    Clima

    Data l’estensione dell’isola da nord a sud e le differenti altitudini del suo territorio, il Madagascar presenta una grande varietà di condizioni climatiche (microclimi). Gli alisei soffiano prevalentemente da est ed i monsoni da nord-ovest. Le maggiori precipitazioni si riversano sulla costa orientale e sul nord del paese. Gli altipiani delle regioni sud-occidentali sono quasi sempre secchi.

    Nella maggior parte del paese si alternano due stagioni: quella umida, che va da novembre a marzo, e quella secca, da aprile ad ottobre. Tra gennaio e marzo l’estremità nord del paese, ed a volte l’estremità sud della costa orientale, potrebbero essere soggette a cicloni. Mediamente le temperature massime della stagione secca vanno dai 30° C nelle zone costiere ai 25° sugli altipiani. In luglio ed agosto, a Tanà e dintorni, è possibile, a volte, che la temperatura notturna scenda fino a pochi gradi. Nelle regioni aride del sud la stagione secca è lunga e rovente (le poche precipitazioni si concentrano tra dicembre e gennaio).

    Lungo la costa occidentale la stagione umida è breve (dura da novembre a febbraio) ed è calda come la stagione secca.

    Documenti per l’espatrio

    Per entrare in Madagascar i cittadini italiani necessitano di passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro dal paese; occorre inoltre un visto individuale che si ottiene in aeroporto (al 21 giugno 2011 il visto turistico per cittadini italiani è gratuito ma potrebbe subire variazioni in qualsiasi momento). Si ricorda che è vietata l’esportazione di qualsiasi specie animale, viva o imbalsamata, ed alcuni prodotti locali sono soggetti a regolamentazione specifica.

    Disposizioni sanitarie

    Nessuna vaccinazione è obbligatoria, sono consigliate: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, profilassi antimalarica. In Madagascar, l’acqua dei rubinetti non è potabile in nessuna parte del paese, neppure negli alberghi più prestigiosi per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. In alternativa l’acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni.

    Il rischio di malaria è presente tutto l’anno in tutto il paese, soprattutto nelle regioni costiere; negli altipiani centrali e nella zona di Antananarivo è più rara, ma anche qui possono verificarsi dei casi. Per conoscere quali farmaci assumere per la profilassi, i relativi dosaggi, i tempi, le modalità di assunzione e le controindicazioni, e comunque quale regime sia preferibile nel vostro caso, rivolgetevi almeno 15 giorni prima della partenza al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL.

    Va infine tenuto presente che la diffusione del virus HIV è molto alta.
Consigliamo di portare sempre con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese. Consigliamo a tutti i partecipanti di rivolgersi all’ufficio igiene della propria città.

    Fuso orario

    Più due ore quando in Italia è in vigore l’ora solare, più un’ora quando è in vigore l’ora legale.

    Lingue

    Le lingue ufficiali sono il malgascio ed il francese, che viene parlato per le attività economiche, burocratiche ed amministrative. La lingua inglese è poco diffusa.

    Moneta

    La valuta locale è l’ariary (Mga). I tassi di cambio fluttuano ogni giorno, pertanto stabilire un preciso rapporto di cambio non è facile, al 21 giugno 2011 è indicativamente: 1 €= 2 2755 Mga. Per avere una certa facilità di cambio vi consigliamo di portare con voi euro. I traveller’s cheque si possono cambiare solamente nelle principali città, mentre le carte di credito sono accettate solo da pochissimi hotel e negozi.

    Suggerimenti

    A eccezione degli alberghi di lusso di Tana e Nosy Be, non è usanza lasciare la mancia.
    Si tratta di una pratica in genere scoraggiata dalle autorità turistiche locali, ma non è una cattiva idea arrotondare il conto di un ristorante per evitare di portarsi dietro monetine senza valore, o lasciare una mancia per un buon servizio. La contrattazione del prezzo, invece, è una vera e propria norma di vita, tranne che nei luoghi in cui si usa lasciare la mancia.
    Il concetto di prezzo fisso è praticamente sconosciuto, salvo che negli alberghi di categoria medio-alta; nei piccoli negozi e nei mercati è consigliabile non pagare mai il primo prezzo che vi verrà richiesto.
    Non riuscirete mai ad acquistare allo stesso prezzo che potrebbero strappare gli abitanti del posto, ma se non contratterete contribuirete a fissare il prezzo delle merci a un livello irraggiungibile per la popolazione.

    Mezzi di trasporto

    I mezzi di trasporto da noi selezionati per i tour, mini tour e trasferimenti garantiscono il maggior comfort e sicurezza per lo standard qualitativo del Madagascar. Tuttavia è bene precisare che gli automezzi utilizzati non sono di recente costruzione.

    Materiale fotografico

    Le pellicole sono abbastanza costose e di non facile reperibilità, pertanto consigliamo di portare parecchi rullini dall’Italia.

    Tassa d’imbarco

    La tassa di imbarco in uscita dal paese è inclusa nel biglietto aereo (salvo nuove ed impreviste disposizioni delle autorità locali).

    Strutture ricettive

    Gli hotel previsti dai nostri itinerari sono i migliori presenti sul territorio; bisogna, tuttavia, sottolineare il fatto che le strutture alberghiere in Madagascar non sono assolutamente paragonabili a quelle dei paesi limitrofi e risultano, spesso, essere carenti. I cali di corrente dopo un semplice temporale o la fornitura della corrente solo a determinate ore non sono cosa rara.

    gruppi elettrogeni che coprono la fornitura della corrente in caso di black out sono in dotazione solo presso le strutture alberghiere meglio organizzate. Alcuni lodge forniscono la corrente elettrica solo durante le ore diurne, mentre alcuni hotel di mare solo in quelle notturne.
    Alcune piccole strutture di mare poste lungo la costa del paese, in luoghi distanti dai maggiori centri abitati, prevedono la fornitura di sola acqua corrente fredda.

    Shopping

    Straordinaria la scelta di oggetti e manufatti, da acquistare soprattutto nei mercati di Antananarivo, come tessuti, oggetti in legno e tante altre simpatiche idee regalo. Nelle località tra Antisirabe e Fianarantsoa esiste la possibilità di acquistare, con attenzione, pietre semi preziose.

    Telefonate

    L’organizzazione locale fornirà, ad uso facoltativo, una SIM card ricaricabile della compagnia telefonica locale Orange; vi permetterà di effettuare telefonate in Italia a tariffe più vantaggiose delle Compagnie telefoniche italiane e di pagare un costo irrisorio per le telefonate locali.

    Cibo e bevande

    La cucina malgascia si basa fondamentalmente sul riso bianco al vapore che accompagna quasi tutte le portate. Il consumo di carne più diffuso è quello di zebù, pollo e maiale. Il pesce invece è quasi sempre preparato in salsa. Vi consigliamo di bere esclusivamente bevande sigillate e di non mangiare verdure crude. Negli alberghi da noi selezionati, oltre alla cucina internazionale, sono proposte alcune gustose specialità malgasce.

    Ambiente

    Con una superficie equivalente a quelle di Spagna e Portogallo messe insieme, il Madagascar è la quarta tra le maggiori isole del mondo, dopo Groenlandia, Nuova Guinea e Borneo. Si trova nell’Oceano Indiano, al largo delle coste del Mozambico, separata dall’Africa continentale dai 400 km del Canale di Mozambico.
    Al contrario delle vicine isole vulcaniche, come Mauritius, Réunion, Rodriguez e le Comore, il Madagascar deve la propria genesi alla deriva dei continenti piuttosto che a un’eruzione vulcanica. L’isola si separò dal continente africano circa 165 milioni di anni fa. Gran parte delle foreste pluviali si estende lungo la stretta fascia costiera orientale; gli elevati altipiani centrali presentano un clima piuttosto freddo, mentre l’ovest è occupato da pianure e depressioni.
    Il Madagascar è un continente in miniatura, che presenta habitat estremamente diversi tra loro e, come molte altre isole, un gran numero di specie endemiche (alcune delle quali davvero bizzarre).
    La comunità internazionale per la tutela ambientale considera l’isola uno dei paesi ecologicamente più ricchi del pianeta: il Madagascar e le vicine Isole Comore posseggono circa un quarto delle piante da fiore di tutta l’Africa. Sull’isola vive anche il 90% delle specie conosciute di lemuri e metà dei camaleonti del mondo. Se si considerano poi il baobab, i peculiari cactus e aloe delle zone secche, si completa un quadro ecologico di una ricchezza davvero straordinaria.
    A eccezione dell’estremità meridionale, il Madagascar è interamente compreso tra i tropici. Tuttavia gli ‘hauts plateaux’, che si stendono per l’intera lunghezza dell’isola, formandone la spina dorsale, presentano un clima sufficientemente mite da consentire la crescita di meli e noccioli e persino vigneti sopra gli 800 m. Alle altitudini più elevate, durante l’inverno cade spesso la neve. Gli alisei soffiano da est e i monsoni da nord-ovest.
    Gran parte delle piogge cadono sulla costa orientale e nell’estremo nord, mentre a sud-ovest degli altipiani il clima rimane quasi sempre secco. Da gennaio a marzo, la costa orientale, l’estremo nord e, talvolta, l’estremo sud vengono colpiti da occasionali cicloni devastanti.
    La creazione di risaie e l’utilizzo di tecnologie distruttive con cui l’uomo si è fatto spazio ha dato luogo a una situazione davvero critica: attualmente sopravvive solo il 15% della foresta primaria.
    Questo ha provocato gravi erosioni del suolo, tali da definire il Madagascar come la Grande Isola Rossa. Si fa molta pressione sulla sua sorprendente biodiversità, proprio mentre il paese, tradizionalmente povero, cerca altre fonti di guadagno che non siano le sue risorse naturali. La risposta potrebbe trovarsi nelle tecniche agricole migliorate di recente e nel redditizio mercato dell’ecoturismo che comincia a prendere piede.

    Letture consigliate

    Cucine africane di Vittorio Castellani (Edizioni Sonda, Torino 1999)

    Potrete trovare, fra le altre, ricette tipiche della cucina malgascia, accompaganate dall’indicazione relativa alla reperibilità in Italia degli ingredienti più insoliti.

    Gli animali del deserto africano e del Madagascar Autori vari (Larus, Bergamo 2002)

    È un volume interessante sull’argomento, che trovate nella collana ‘Geo natura’.

    Io e i lemuri. Una spedizione in Madagascar di Gerald Durrell (Adelphi, Milano 2003)

    È un libro dedicato all’aye-aye, animale considerato estinto fino a poco tempo fa, alla sua riscoperta e al tentativo, messo in atto da Durrell a Jersey nelle Channel Islands, di far riprodurre questa specie in cattività.

    La nazione malgascia di Giovanni Iannettone (Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli 1966)

    È ormai fuori commercio ma vale la pena di consultarlo per un approccio alla storia del paese.

    Madagascar di Ian Malcom (Tranchida, Milano 1998)

    È un racconto di viaggio scritto da un medico scozzese, nel quale si colgono le contraddizioni di un paese unico al mondo come il Madagascar, che nascono dall’incontro fra la mentalità occidentale e le più ancestrali tradizioni dell’Africa e dell’Indonesia.

    Madagascar, l’isola dei contrasti di Luciano Nervi (Velar, Gorle 1994)
    
Per chi vuole conoscere meglio il popolo malgascio e la sua storia.

    Razorama di Enrico Brizzi (Mondadori, Milano 2003)

    È un thriller ambientato nelle acque tra il Kenya e il Madagascar, dove si consuma il delitto di una ragazza italomalgascia.

    Viaggi personalizzati

    Il nostro staff, da oltre 15 anni, mette a disposizione dei viaggiatori esperienze e viaggi in Africa. Una programmazione attenta al rispetto delle culture e delle popolazioni locali e studiata con la massima flessibilità per chi desidera immergersi nella magia e nella spiritualità africana.
    I nostri esperti sono disponibili per programmare il tuo viaggio personalizzato.

    Collegamenti aerei

    I collegamenti con l’Africa Australe sono operati prevalentemente con Lufthansa da Francoforte su Johannesburg con coincidenze dai maggiori aeroporti italiani.
    I voli da Johannesburg per la Namibia, il Botswana e lo Zimbabwe sono operati con British Airways, South African Airways e Air Botswana.
    I collegamenti con East Africa sono operati prevalentemente con voli diretti Ethiopian Airlines da Milano e Roma su Addis Abeba. Alcuni programmi prevedono voli interni, operati con vettori di linea nazionali.
    I collegamenti con il Madagascar sono operati prevalentemente con Air France da Parigi a Antananarivo con coincidenze dai maggiori aeroporti italiani.

    Hotel e campi

    Gli itinerari vengono proposti con sistemazioni in hotel o campi tendati. Le categorie alberghiere non sempre rispecchiano gli standard europei. I pernottamenti nei campi si dividono in: campi tendati fissi molto confortevoli, dotati di bagno privato e generatore di corrente, oppure campi mobili con tende igloo. In particolare per l’Etiopia, gli hotel sono di standard internazionale solo nella capitale, nel resto del Paese sono estremamente semplici e possono offrire anche toilettes e docce comuni, non sempre l’acqua e la corrente elettrica sono disponibili, tuttavia per il momento non ci sono valide alternative. Le carenze di manutenzione e l'incapacità gestionale fa si che la loro funzionalità non sia all'altezza delle aspettative occidentali. Piccoli inconvenienti sono all'ordine del giorno. A chi viaggia in Etiopia è richiesto un forte spirito di adattamento e capacità di accettare possibili disagi.

    Mezzi di trasporto

    Tutti i mezzi di trasporto utilizzati sono privati e di standard africano. La maggior parte dei tour prevede i trasferimenti in jeep 4x4 su piste o strade sterrate e in pulmini, dove le condizioni stradali lo permettono. In Namibia è possibile effettuare viaggi in self-drive. I programmi previsti "In volo" sono effettuati con aerei monomotore (tipo Cessna) e le escursioni nei parchi con mezzi fuoristrada.
    Dal blog
    Madagascar, il grande Ovest con discesa fiume Tsiribina
    01
    GIORNO 01

    Partenza per Antananarivo

    Arrivo all’aeroporto di Ivato International, ritiro dei bagagli e disbrigo delle formalità di ingresso nel Paese. Incontro con l’organizzazione locale all’uscita dell’aeroporto con cartello identificativo. Trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere riservate.
    Pernottamento in Hotel.

    02
    GIORNO 02

    Antananarivo - Antsirabe

    170 km - circa 4 ore si percorso su strada asfaltata

    Prima colazione in Hotel.
    Mattinata dedicata alla visita della città di Antananarivo, comunemente anche chiamata “la città dei mille”, nome attribuito dopo la conquista e la difesa di mille guerrieri. La visita della capitale toccherà i punti più importati come il Palazzo della Regina “Rova”, il grande boulevard dell’Indipendenza con la sua tipica stazione ferroviaria.
    Partenza per Antsirabe (Km 170 - circa 3 ore), attraversando paesaggi e piccoli villaggi tradizionali di etnia “Merina”, con le tipiche case in mattoni rossi. Sosta per il pranzo in ristorante.
    Arrivo ad Antsirabe, sistemazione nelle camere riservate e tempo a disposizione per una breve visita di un atelier per vedere la lavorazione del corno di Zebù.
    Cena e pernottamento.

    03
    GIORNO 03

    Antsirabe - Miandrivazo - Nosy Ampela

    Antsirabe - Miandrivazo: Km 220 - circa 4 ore di percorso su strada asfaltata con buche
    Miandrivazo - Masiakampy (imbarcadero): Km 30 - circa 1 ora di percorso
    Masiakampy - Nosy Ampela: mezza giornata di navigazione


    Partenza per Miandrivazo e trasferimento all’imbarcadero di Masiakampy. Imbarco sulla chiatta e partenza in navigazione lungo il fiume Tsiribihina nel paesaggio di rocce basaltiche e uccelli acquatici. Oltrepassata la piana di Menabe sosta sulle rive del fiume nei pressi del villaggio di Nosy Ampela. Pensione completa e pernottamento in campo mobile (tende igloo).

    04
    GIORNO 04

    Nosy Ampela - Begidro - Berevo

    Nosy Ampela - Berevo: circa 5 ore di navigazione

    Proseguimento della navigazione con sosta alla cascata e alla piscina naturale per una splendida nuotata (in funzione del livello dell’acqua formata dalla cascata). Visita del villaggio di Begidro, di etnia “sakalava”, con le piantagioni di tabacco, nel panorama di baobab e pachypodiums bicolori.
    Pensione completa e pernottamento in campo mobile (tende igloo).

    05
    GIORNO 05

    Berevo - Bekopaka

    Berevo - Belo sur Tsiribihina: mezza giornata di navigazione
    Belo sur Tsiribihina - Bekopaka: Km 110 - circa 4 ore di percorso su strada con buche


    Visita al villaggio di Berevo e proseguimento per Belo Tsiribina. Pranzo a bordo. Termine della navigazione e partenza con fuoristrada 4x4 su pista per Bekopaka con sosta alle costruzioni funerarie del popolo “sakalava”.
    Sistemazione in semplice Hotel, cena e pernottamento.

    06
    GIORNO 06

    Riserva di Bemaraha

    Prima colazione in Hotel.
    Esplorazione dei labirinti degli Tsingy di Bemahara camminando nel groviglio delle cattedrali di calcaree e nelle grotte carsiche. Qui si osservano i lemuri Aye Aye” e Indri Indri”, i mammiferi come la “Fosa Vontsira”, un piccolo carnivoro endemico della regione, e il “gran pescatore”, un’aquila endemica.
    Pensione completa con pranzo a pic-nic.

    NB: durante l’escursione agli Tsingy di Bemahara è richiesta una buona forma fisica e non soffrire di vertigini. Per la sicurezza dei viaggiatori si utilizzano le imbragature da montagna.
    Per coloro che non se la sentissero di affrontare questa escursione abbiamo previsto la visita degli Tsingy Piccoli.

    07
    GIORNO 07

    Bekopaka - Morondava

    Km 220: circa 8 ore di percorso su pista sabbiosa e terra

    Prima colazione in Hotel.
    Partenza per la città di Morondava sempre affascinati dalle bellezze naturali che si incontrano lungo il percorso. Pranzo in ristorante locale Mad Zébu. Prima di arrivare a Morondava, si scoprono altre tombe Sakalava per poi giungere al viale più celebre del Madagascar “Avenue des Baobabs” dove una fila ininterrotta di baobab imponenti e suggestivi, crea una delle immagini più popolari e ricorrenti di questo paese alle luci del tramonto.
    Arrivo a Morondava, sistemazione nelle camere riservate.
    Cena e pernottamento in semplice Hotel.

    08
    GIORNO 08

    Morondava - Belo sur Mer

    Km 120: circa 6 ore di percorso su pista sabbiosa e terra

    Prima colazione in Hotel.
    Proseguimento lungo una pista di terra rossa guadando diversi fiumi. Arrivo sulla costa nei pressi del villaggio di Belo sur Mer abitato dall’etnia di pescatori “vezo”.
    Possibilità di visitare a piedi lungo la spiaggia il villaggio e qualche artigiano che fabbrica i “botry”, le tipiche imbarcazioni locali. I vezo sono un popolo di pescatori nomadi che si sposta lungo le coste vivendo in piccoli villaggi provvisori costruiti con rami e canne. Per la pesca utilizzano piroghe in legno dotate di bilanciere con una grande vela quadrata, spesso dipinte con colori vivaci. Pranzo in Hotel, nell’ambiente di un mare spettacolare, dalle acque limpidissime, piccoli faraglioni e la barriera corallina vicinissima.
    Sistemazione nelle camere riservate nel semplice Ecolodge (struttura estremamente semplice, pulita, l’unica nella zona che possa avere i canoni di pulizia).
    Cena e pernottamento.

    09
    GIORNO 09

    Belo sur Mer - Manja - Morombe (tragitto più difficile e lungo)

    Km 290 - circa 12/13 ore di percorso difficile su pista di sabbia, terra e rocce

    Prima colazione in Hotel.
    Proseguimento verso sud lungo la pista più lunga e difficile che attraversa una fitta boscaglia, dove svettano possenti baobab e altri alberi non comuni, abitata da lemuri, iguane, gechi e camaleonti. Pranzo in ristorante locale a Manja. Attraversamento del fiume Mangoky su un grande barcone a motore e proseguimento verso la costa fino a raggiungere la cittadina di Morombe, centro principale dell’etnia Vezo.
    Arrivo a Morombé in tarda serata. Sistemazione nel semplice Hotel (struttura estremamente semplice pulita, l’unica nella zona che possa avere i canoni di pulizia).
    Cena e pernottamento.

    10
    GIORNO 10

    Morombe - Salary

    Km 120 - circa 4 ore si percorso su pista di terra e sabbia

    Prima colazione in Hotel.
    Partenza per Salary attraverso il territorio dei “mahafaly” con le loro tombe quadrangolari in pietra decorata e totem di legno scolpito che riproducono l’immagine del defunto nella sua attività preferita.
    Arrivo a Salary e sistemazione in Hotel, pensione completa.

    11
    GIORNO 11

    Salary

    Prima colazione in Hotel.
    Giornata dedicata al meritato relax e al mare meraviglioso.
    Pensione completa in Hotel.

    12
    GIORNO 12

    Salary

    Prima colazione in Hotel.
    Giornata dedicata al meritato relax e al mare meraviglioso.
    Pensione completa in Hotel.

    13
    GIORNO 13

    Salary - Toliara - Ranohira

    Salary - Toliara: Km 120 - cirac 4 ore di percorso su pista sabbiosa
    Toliara - Ranohira: Km 250 - circa 4 ore di percorso su strada asfaltata


    Prima colazione in Hotel.
    Partenza per Toliara. Arrivo, sosta per il pranzo e proseguimento per Ranohira (Km 250 - 4 ore) su strada asfaltata, attraversando i villaggi dei cercatori di zaffiri nei pressi di Ilakaka.
    Lungo il percorso si possono ammirare enormi baobab e le spettacolari formazioni rocciose del Parco dell’Isalo. Arrivo in Hotel, sistemazione nelle camere riservate.
    Cena e pernottamento.

    14
    GIORNO 14

    Escursione al Parco dell’Isalo

    Prima colazione in Hotel.
    Escursione nel Parco dell’Isalo, dichiarato patrimonio naturale dall’UNESCO nel 1962, attraverso il magnifico circuito Namaza (5/6 ore di semplice trekking). Una passeggiata alla scoperta di una flora e fauna incantevoli, qui vivono i simpatici lemuri Catta, dalla coda anellata bianca e nera, oltre alla maestosità e alle ricchezze di un paesaggio tra i più belli del Madagascar.
    Pensione completa con pranzo a pic-nic.

    15
    GIORNO 15

    Ranohira - Fianarantsoa - Ranomafana

    Una giornata di trasferimento su strada asfaltata con buche

    Prima colazione in Hotel.
    Partenza Fianaranstoa (km 285 - 6/7 ore), lungo il percorso sosta alla foresta di Anja per osservare i Lemuri Makis e ad Ambalavao, famosa per la fabbricazione artigianale della carta di “antaimoro”.
    Pranzo in ristorante e proseguimento per Fianarantsoa, la capitale dell’etnia “betsileo”.
    Arrivo a Ranomafana (km 70 - circa 2 ore) e sistemazione nelle camere riservate.
    Cena e pernottamento.

    16
    GIORNO 16

    Ranomafana - Ambositra

    170 km - circa 4 ore di percorso su strada asfaltata con buche

    Prima colazione in Hotel.
    Escursione al Parco di Ranomafana “acqua calda”, un importante centro di conservazione della foresta pluviale. Qui vivono i lemuri molto rari: l’Hapalemur Aureus”, scoperto solamente nel 1987, e “l’Aye Aye”. Dopo pranzo partenza per Ambositra (km 170 - circa 4 ore), capitale della lavorazione del legno artigianale e visita del villaggio delle arti “zafimaniry”.
    Pensione completa.

    17
    GIORNO 17

    Ambositra - Antananarivo

    260 km - circa 6 ore di percorso su strada asfaltata

    Visita della cittadina importante centro artigianale e dei laboratori specializzati nell’incisione, nella scultura e nell’intarsiatura del legno. Proseguimento per Antananarivo passando ad Antsirabe per il pranzo. Arrivo ad Antananarivo e sistemazione nella camera riservata.
    Cena in Hotel e trasferimento in aeroporto in tempo utile per le pratiche di check-in (circa 3 ore prima della partenza del volo).

    GIORNO PRECEDENTE
    GIORNO SUCCESSIVO