Speciale Agosto - Argentina - Partenza 10 Agosto

Buenos Aires, Valdes, Salta, il Nord e Iguazù

QUOTE GARANTITE
Nessun adeguamento tariffario e valutario
VOLI
Le quote includono i voli e i relativi supplementi di alta stagione
Da Buenos Aires si vola a Trelew per effettuare l’escursione alla Riserva Naturale di Valdes e la navigazione di avvistamento delle balene franco-australi che da giugno a novembre migrano nelle acque calde per il periodo della riproduzione. Si prosegue poi nel nord ovest dell'Argentina alla scoperta di scenari e ambienti naturali sconosciuti dell’altipiano andino. Sulla verticale del Tropico del Capricorno ci sono località come Cafayate, con la sua spettacolare quebrada scavata dalle acque, o Purmamarca, con quel Cerro de los Siete Colores che pare un’opera della pop art. Da Buenos Aires a Salta ci sono solo due ore di volo, ma la sensazione di avere fatto il balzo in un altro mondo si avverte appena ci si inoltra nelle stradine dell’antica città coloniale, fiorente quando la capitale era poco più di uno sparuto borgo. Salta è la porta delle Ande e reca tutte le stratificazioni delle culture che l’hanno formata: quella diaguita-calchaqui, quella incaica, l’eredità spagnola e lo spirito creolo che ispirò la lotta per l’indipendenza nazionale. Per terminare in bellezza il viaggio si visitano le cascate di Iguazù, espressione più autentica della natura del Sud America e Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Quote individuali di partecipazione in camera doppia

Da 4 a 8 partecipanti € 3.450,00
Suppl. camera singola Su richiesta
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 550,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 98,00
Partenze da altri aeroporti Su richiesta
Quota gestione pratica € 70,00

Quote di partecipazione
Le quote di partecipazione sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,15 USD.
 
Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione e compagnia aerea. E’ possibile richiedere (con eventuale supplemento) la partenza da tutti gli altri aeroporti italiani.

Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati.

Una variazione delle tariffe aeree e del tasso di cambio indicato che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determineranno una revisione delle quote.

Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, saranno indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

Recesso del consumatore (Penalità)
In base alle Condizioni Generali di Contratto pubblicate sul sito www.earthviaggi.it, al consumatore che receda dal contratto prima della partenza, fatta eccezione per i casi elencati al primo comma dell'articolo 9 (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici) e indipendentemente dal pagamento dell'acconto previsto dall’articolo 7, 1° comma (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici)  e tranne ove diversamente specificato in seguito e/o in fase di conferma dei servizi, saranno addebitati a titolo di penale:
- Il premio della copertura assicurativa;
- La quota gestione pratica;
- Le seguenti percentuali sulla quota viaggio:
    - fino a 30 giorni prima della partenza: 25% della quota di partecipazione
    - da 29 a 20 giorni prima della partenza: 35% della quota di partecipazione
    - da 19 a 14 giorni prima della partenza: 50% della quota di partecipazione
    - da 13 a 5 giorni prima della partenza 75% della quota di partecipazione
    - oltre tale termine: 100% della quota di partecipazione

Oltre alle penalità relative alla biglietteria aerea (tariffe speciali, instant purchase, low cost e voli di linea).

Si precisa che:
- il riferimento è sempre ai giorni “di calendario”;
- per determinate destinazioni, per particolari servizi, per i gruppi precostituiti e per determinate combinazioni di viaggio, le penali sopra riportate potranno subire variazioni anche rilevanti;
- per determinati servizi turistici e non turistici le penali possono essere del 100% già al momento della proposta irrevocabile o della prenotazione/conferma da parte del tour operator; tali variazioni saranno indicate nei documenti relativi ai programmi fuori catalogo o ai viaggi su misura o a viaggi e servizi in genere non rientranti pienamente o parzialmente nel presente catalogo;
- in ogni caso, nessun rimborso spetta al consumatore che decida di interrompere il viaggio o il soggiorno per volontà unilaterale.

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Iberia da Milano/Roma a Buenos Aires e ritorno (via Madrid), in classe economica
  • Voli di linea Aerolineas Argentinas/Latam interni in Argentina, in classe economica
  • Pernottamenti in camera doppia standard negli Hotel indicati (o similari)
  • Trattamento di sola prima colazione
  • Trasferimenti privati da/per gli aeroporti a Buenos Aires (con guida locale parlante italiano solo all’arrivo)
  • Trasferimenti privati da/per l’aeroporto di Salta con guida locale parlante italiano
  • Trasferimenti collettivi da/per gli aeroporti nelle altre località
  • Visita privata di Buenos Aires, con guida locale parlante italiano
  • Visite ed escursioni collettive, con guida locale parlante inglese/spagnolo a Valdes, parlante italiano a Iguazù
  • Circuito collettivo Salta/Purmamarca/Salta di 2 giorni, con guida locale parlante italiano
  • Giornata di escursione a Casabindo in servizio privato con guida parlante italiano
  • Circuito collettivo Salta/Cafayate/salta di 2 giorni, con guida locale parlante italiano
  • Ingresso ai parchi, ai musei e ai luoghi d'interesse turistico, indicati in programma
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Assistenza 24 su 24 dei nostri uffici in tutte le località
  • Guida e kit da viaggio.

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
  • Quota gestione pratica
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità local
  • Early check in e late check out negli alberghi, eccetto dove specificato
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - sabato 10 agosto - Partenza per Buenos Aires

Partenza da Milano/Roma con il volo di linea Iberia per Madrid (migliore coincidenza disponibile).
Arrivo e proseguimento con il volo di linea Iberia per Buenos Aires alle ore 12:10.
Arrivo al mattino all’aeroporto Ezeiza alle ore 19:50, incontro con la nostra organizzazione e la guida parlante italiano per il trasferimento in Hotel.
Giornata libera a disposizione.

2° Giorno - domenica 11 agosto - Buenos Aires - Trelew - Puerto Madryn

Prima colazione in Hotel.
In mattinata visita della città (ca. 3 ore). In particolare si visita la Plaza de Mayo, sulla quale si affacciano i principali palazzi della città: la Casa del Gobierno, El Cabildo e la Cattedrale, la Casa Rosada. Si prosegue per il quartiere di San Telmo uno dei più antichi della città, abitato fino alla fine del secolo XIX da famiglie aristocratiche.
Si visita poi il pittoresco quartiere Boca che trova le sue origini dall'impulso vitale dell'immigrazione, principalmente italiana, dei primi ‘900, il moderno quartiere di Puerto Madero, con i suoi antichi depositi portuari trasformati oggi in uffici, abitazioni, luoghi d’intrattenimento ed eleganti ristoranti con vista sul Rio de la Plata, e il quartiere residenziale di Palermo, con le sue eleganti dimore circondate da spazi verdi, per arrivare infine alla Recoleta.
Trasferimento all'aeroporto Aeroparque e partenza con il volo per Trelew.
Arrivo e trasferimento in Hotel a Puerto Madryn (ca. 60 km).
Pernottamento in Hotel.

3° Giorno - lunedì 12 agosto - Penisola Valdes

Prima colazione in Hotel.
Giornata dedicata all’escursione nella Riserva Nazionale Penisola Valdes.
Partenza dalla città di Puerto Madryn per Puerto Piramides (ca. 1 ora) dove si ha la possibilità di avvistare leoni marini, cormorani e delfini scuri. Proseguimento verso il Faro di Punta Delgada, dove lungo le scogliere ci si può avvicinare alle colonie di elefanti marini, che giocano rumorosamente sulla spiaggia e si immergono in profondità. Si arriva poi a Punta Cantor, un punto panoramico dal quale si osserva la costa della Penisola e la sorprendente topografia della Caleta Valdés.
Rientro a Puerto Madryn e sosta nell’Istmo Carlos Ameghino per visitare il centro di ricerca e osservare parte della fauna terrestre: guanachi, piches, maras, ñandú, volpi e differenti specie di uccelli.
Navigazione di avvistamento delle balene.
Pernottamento in Hotel.

4° Giorno - martedì 13 agosto - Puerto Madryn - Trelew - Buenos Aires - Salta

Prima colazione in Hotel.
Trasferimento all’aeroporto di Trelew e partenza con il volo per Buenos Aires.
Arrivo e proseguimento con il volo per Salta.
Arrivo e trasferimento in Hotel.
Pernottamento in Hotel.

5° Giorno - mercoledì 14 agosto - Salta - San Antonio de los Cobres - Purmamarca

(ca. 400 km)

Prima colazione in Hotel.
Partenza dalla città di Salta verso il piccolo paese di San Antonio de los Cobres. La strada, che corre parallela alla via del Treno delle Nuvole, permette di osservare le particolarità di questa eccellente opera d’ingegneria: le sue curve a zig-zag e le rotaie, che corrono in profondità lungo la Quebrada del Toro. All’arrivo a San Antonio de los Cobres, si visita il Viaducto La Polvorilla, che si alza imponente a 63 metri di altezza dal suolo, ad un’altitudine di 4.197 metri sul livello del mare. Il viadotto fu costruito tra il 1930 ed il 1932, all’epoca fu un’opera immensa. Lasciando indietro la piccola località di San Antonio de los Cobres, che si trova a 166 km dalla città di Salta, e conta una popolazione di più di tremila abitanti, il viaggio continua per l’antica Ruta N° 40 in direzione nord, con destinazione le Salinas Grandes, e poi si scende attraverso la sinuosa Cuesta de Lipàn, fino alla Valle de Purmamarca, dove si trova il piccolo paesino andino che porta lo stesso nome. La cittadina è incorniciata nello splendido paesaggio del Cerro de los Siete Colores.
Pernottamento in Hotel.

6° Giorno - giovedì 15 agosto - Escursione a Casabindo - Festa Patronale della Vergine dell’Assunzione

Prima colazione in Hotel.
Partenza per il pueblo di Casabindo (ca. 160 km) dove il 15 di agosto si celebra la festa patronale della Vergine dell'Assunzione. Dalla prima mattina il villaggio si popola di indios dei villaggi limitrofi per assistere alla processione e alla “toreada la vincha”, una corrida incruenta a cui tutti possono partecipare. Rientro a Salta.
Pernottamento in Hotel.

7° Giorno - venerdì 16 agosto - Purmamarca - Humahuaca - Salta

(ca. 310 km)

Prima colazione in Hotel.
Partenza in escursione con destinazione Humahuaca. Durante il tragitto si attraversano i paesini di
Tumbaya e Maimarà, e la Paleta del Pintor, una formazione sporgente sul lato della montagna che presenta una varietà infinita di colori, ed il cimitero del paese che sorprende i visitatori. Proseguimento per il paesino di Tilcara per visitare il Pucará, un’antica fortezza indigena precolombiana parzialmente ricostruita. Si continua il percorso verso Huacalera, passando per il Tropico del Capricorno, da dove si possono ammirare i colori della montagna chiamata la Pollera de la Colla. Si visita pure la Chiesa di Uquía, dove si trovano le pitture degli Ángeles Arcabuceros, vestigia importante della scuola di pittura cuzqueña nella zona. Poi si arriva alla località di Humahuaca situata a 2.939 metri di altitudine sul livello del mare. Humahuaca fu fondata dagli indigeni della regione nell’anno 1594 e si caratterizza per il suo profilo architettonico coloniale con case in mattoni, strette strade lastricate e lampioni in stile coloniale, ma soprattutto per il calore dei suoi abitanti. È interessante soffermarsi un momento nella piazza principale, intorno alla quale ritroviamo i monumenti principali e gli edifici storici, come la chiesa, il Cabildo Colonial, il Monumento alle Guerre per l’Indipendenza Argentina - conosciuto come Monumento al Indio -, il mercato municipale ed il museo del Carnaval Norteño. Rientro a Salta.
Pernottamento in Hotel.

8° Giorno - sabato 17 agosto - Salta - Cachi - Cafayate

(ca. 310 km)

Prima colazione in Hotel.
Partenza in escursione per la Valle de Lerma fino al paesino di El Carril, continuando per Chicoana ed entrando prima per la Quebrada de los Laureles, e poi per la Quebrada de Escoipe. Si arriva così al Maray, da dove si entra nella Cuesta del Obispo, percorso che permette di apprezzare una stupefacente vista panoramica della Valle Encantado e di piccole abitazioni con coltivazioni di frutta e mais. Il punto più alto del percorso si raggiunge nella Piedra del Molino, a 3.384 metri di altitudine sul livello del mare. Si continua attraversando l’impressionante Parco Nazionale Los Cardones per la Recta de Tin-Tin, una strada originariamente tracciata dagli indigeni locali che offre la strana sensazione di andare in salita mentre in realtà si sta scendendo. Arrivando a Cachi si osserva una panoramica del Nevado de Cachi e Payogasta, un antico insediamento indigeno. Si visita il paesino di Cachi, che si caratterizza per la sua architettura coloniale, il Museo Archeologico e la chiesa. Il percorso si completa percorrendo la bellissima Ruta N° 40 per 46 km che separano Cachi da Molinos, paese di montagna delle Valli Calchaquíes. Di disegno irregolare, con case in mattoni e tetti in terra, gallerie e portici, questa località fu fondata nel secolo XVII sulla confluenza dei fiumi Humanan e Luracatao. Tra le costruzioni del luogo risalta la Chiesa Parroquial costruita nel 1639, un vero monumento storico. Dopo si passa per il paesino di Angastaco, per arrivare poi a Seclantas, dove si trovano i migliori telai dei ponchos di Salta. Percorrendo 92 km, mentre si ammira lo splendido panorama della famosa Quebrada de las Flechas, si arriva a San Carlos, paesino vicino a Cafayate dove si possono ammirare le piantagioni di vite ai lati delle strade, e che preannunciano l’arrivo alla “tierra del buen vino”. La città di Cafayate si trova a 1.660 metri di altitudine sul livello del mare.
Pernottamento in Hotel.

9° Giorno - domenica 18 agosto - Cafayate - Salta

(ca. 200 km)

Prima colazione in Hotel.
Mattinata libera per conoscere questo tipico villaggio delle Valli Calchaquies. All'ora concordata, visiteremo una delle cantine selezionate dove possiamo degustare il vino Torrontés e visitare il Museo della vite e del vino (chiuso il lunedì).
Dopo pranzo, partenza per il rientro a Salta. Nel tragitto si possono ammirare le differenti formazioni della Quebrada de las Conchas, costituita dalle diverse figure scolpite dall’acqua e dal vento attraverso milioni di anni di erosione. Nella Ruta N° 68 si trovano diversi punti da dove si possono ammirare le curiose figure dell’Anfiteatro, la Garganta del Diablo, Los Castillos, Los Medanos, La Yesera, El Sapo, El Fraile. Partendo da qui si attraversano i paesini di Coronel Moldes, El Carril, La Merced e Cerrilos, circondati da piantagioni di tabacco, per arrivare infine alla città di Salta.
Pernottamento in Hotel.

10° Giorno - lunedì 19 agosto - Salta - Puerto Iguazù

Prima colazione in Hotel.
Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Puerto Iguazù.
Arrivo e trasferimento in Hotel.
Pernottamento in Hotel.

11° Giorno - martedì 20 agosto - Cascate Iguazù lato argentino

Prima colazione in Hotel.
Giornata dedicata alla visita delle cascate nel lato argentino, situate nel Parco Nazionale de Iguazù, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1984.
Si inizia con il “paseo superior”, un percorso di 800 metri sulle passerelle sopraelevate. In questo circuito si osservano le cadute d’acqua dalla parte superiore dei salti Dos Hermanas, Bosetti, Bernabé Méndez, M´Bigua, ed altri (ha una durata di circa un’ora e un livello di difficoltà basso, senza scalinate).
Si prosegue con il “paseo inferior”, una camminata di 1.600 metri sulle passerelle sopraelevate, con la vista dei salti Dos Hermanas, Alvar Nuñez, San Martín, Bosetti e Peñón de la Bella Vista.
Si ha inoltre una vista panoramica della Garganta del Diablo e del Cañón del Río Iguazú Inferior (ha una durata di circa due ore e un livello di difficoltà medio, con scalinate).
Infine il “paseo Garganta del Diablo”, che parte dall’Estación Garganta del Diablo lungo le passerelle che permettono di ammirare la vista del salto più importante delle Cascate (ha una durata di circa due ore e un livello di difficoltà basso, senza scalinate).
Al termine rientro in Hotel.
Pernottamento in Hotel.

12° Giorno - mercoledì 21 agosto - Puerto Iguazù - Buenos Aires

Prima colazione in Hotel.
In mattinata visita delle cascate in territorio brasiliano, nel Parco Nazionale do Iguaçu, una delle riserve naturali più grandi del Brasile. Durante la camminata è possibile osservare l’Isla San Martin ed alcuni importanti salti: il Bossetti, il San Martín e il Tres Mosqueteros. Infine si arriva al belvedere, da dove si può ammirare una vista unica della Garganta del Diablo, che da questo punto dista solo 150 metri di distanza. Il percorso finisce vicino al Salto Floriano.
Trasferimento all’aeroporto di Puerto Iguazù e partenza con il volo per Buenos Aires.
Arrivo all’aeroporto Aeroparque e trasferimento in Hotel.
Pernottamento in Hotel.

13° Giorno - giovedì 22 agosto - Buenos Aires - Rientro in Italia

Prima colazione in Hotel.
Trasferimento all’aeroporto di Ezeiza e partenza con il volo di linea Iberia per Madrid alle ore 13:25. Pasti e pernottamento a bordo.

14° Giorno - venerdì 23 agosto - Arrivo in Italia

Arrivo all’aeroporto di Madrid alle ore 06:20. Proseguimento con il volo di linea Iberia per Milano/Roma (migliore coincidenza disponibile).

Hotel previsti o similari

Stelle : -
Buenos Aires Hotel Eurobuilding
Puerto Madryn Hotel Peninsula
Iguazu Hotel Amerian Portal del Iguazù
Cafayate Vinas de Cafayate Wine Resort
Purmamarca Hotel Manantial del Silencio
Salta Hotel Brizo



Le cascate di Iguazu: leggende e storia di una delle meraviglie del nostro Pianeta Le cascate di Iguazu: leggende e storia di una delle meraviglie del nostro Pianeta

Scopriamo insieme le leggende, storie e curiosità di una delle sette meraviglie naturali del mondo. Nel 1542, a cinquant’anni esatti dalla scoperta dell’America, l’esploratore spagnolo Alvaro Nuñez Cabeza de Vaca si imbatté casualmente in uno degli spettacoli naturali più potenti […]

The post Le cascate di Iguazu: leggende e storia di una delle meraviglie del nostro Pianeta appeared first on Be Earth.








Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Speciale Agosto - Argentina - Partenza 10 Agosto

 







Aiutaci a migliorare