Perù in motocicletta

Esperienza andina con moto enduro e fuoristrada 4x4

Una affascinante avventura, una scoperta delle bellezze naturalistiche e archeologiche del Perù a bordo di motociclette. Non è una competizione, è solamente un piacevole e appassionante modo di percorrere un circuito sulle Ande su strade sterrate e asfaltate.

Caratteristiche di viaggio

- Tutti i servizi sono privati ed esclusivi Earth e in ogni località è prevista l’assistenza di guide locali selezionate, parlanti italiano - Il percorso affronta le quote andine gradualmente per favorire un acclimatamento graduale - I trasferimenti sono effettuati con mezzi fuoristrada 4x4 (Mahindra Scorpio - imm. 2015/2016 o similare) e moto enduro Ktm 1050 (2015/2017). Uno degli autisti sarà anche un esperto tour leader parlante italiano per occuparsi principalmente di coloro che viaggeranno in auto - I pernottamenti sono previsti in Hotel di controllato rapporto qualità/prezzo (categoria 3/4 stelle) e i migliori esistenti nelle località poco turistiche. - Considerato la varietà e la qualità della cucina tipica peruviana, il programma prevede il trattamento di sola prima colazione per consentire maggiore libertà nella scelta dei pasti in hotel in ristoranti consigliati. Sono garantite inoltre situazioni particolari nei piccoli villagi rurali, per conoscere la la vera cucina tradizionale peruviana fatta nel “fogon”. - Assistenza tecnica con jeep di supporto e trailer per le moto - Assistenza H24 per tutto il viaggio
Mezzo fuoristrada 4x4 utilizzato durante il tour: Mahindra Scorpio o similare
Moto enduro (o similare): Ktm 1050 (2015/2017)

Quote individuali di partecipazione per passeggeri in auto (min. 4) - Quota valida con min. 8 partecipanti

4 partecipanti € 3.360,00
Suppl. camera singola € 920,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 520,00
Suppl. per la guida motociclista al seguito (costo totale da suddividersi per i 4 motociclisti. Accompagnante guida esperto del percorso in enduro dal 3° al 11° giorno) € 2.000,00
Assicurazione bagaglio/sanitaria/annullamento € 140,00
Quota gestione pratica € 70,00

Quote individuali di partecipazione per motociclisti (min. 4) - Quota valida con min. 8 partecipanti

4 partecipanti € 6.320,00
Suppl. camera singola € 920,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 520,00
Suppl. per la guida motociclista al seguito (costo totale da suddividersi per i 4 motociclisti. Accompagnante guida esperto del percorso in enduro dal 3° al 11° giorno) € 2.000,00
Assicurazione bagaglio/sanitaria/annullamento € 140,00
Quota gestione pratica € 70,00

Quote di partecipazione
Le quote di partecipazione indicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,10 USD.

Una variazione delle tariffe aeree e del tasso di cambio indicato che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determineranno una revisione delle quote.

La disponibilità dei voli è soggetta a riconferma al momento della effettiva prenotazione del viaggio. Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati.
 
Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge).
Essendo tali costi estremamente variabili, sono indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

Recesso del consumatore (Penalità di annullamento)
In deroga alle Condizioni Generali di Contratto pubblicate sul sito www.earthviaggi.it, al consumatore che receda dal contratto prima della partenza, in caso di annullamento saranno addebitati a titolo di penale:
- Il premio della copertura assicurativa;
- La quota gestione pratica;
- Le seguenti percentuali sulla quota viaggio:
    - penalità del 15% sino a 90 giorni prima della partenza del viaggio
    - penalità del 25% da 89 a 60 giorni prima della partenza del viaggio
    - penalità del 50% da 59 a 45 giorni prima della partenza del viaggio
    - penalità del 75% da 44 a 29 giorni prima della partenza del viaggio
Nessun rimborso spetterà a chi rinuncerà dopo tale termine.
Oltre alle penalità relative alla biglietteria aerea (tariffe speciali, instant purchase, low cost e voli di linea).

Si precisa che il riferimento è sempre ai giorni “di calendario”.
In ogni caso, nessun rimborso spetta al consumatore che decida di interrompere il viaggio o il soggiorno per volontà unilaterale.

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Intercontinentali Iberia, in classe economica (classe A)
  • Volo di linea Latam da Puno a Lima, in classe economica
  • Tour da Lima a Puno con mezzo fuoristrada 4x4 e autista/tour leader parlante italiano per 4 persone
  • Tour da Lima a Santa Teresa (dal 3° al 11°giorno) con moto KTM 1050 per 4 persone con al seguito auto 4x4 e trailer per le moto (ca 3000 Km inclusi). Dalla sera del 12° giorno al 16°giorno il tour proseguirà con mezzo 4x4 e autista parlante spagnolo
  • Pernottamenti in camera doppia negli hotel previsti o similari
  • Trattamento di sola prima colazione
  • Biglietti per il treno da e per Machu Picchu Pueblo, in classe Premium Economy Incarail
  • Visite ed escursioni con ingressi ai Musei e ai siti archeologici indicati in programma
  • Escursione sul Lago Titicaca alle isole Uros (con barca artigianale in servizio collettivo) con guida esclusiva parlante italiano
  • Guide locali parlanti italiano nel resto delle località
  • Assicurazione base per il noleggio delle moto (franchigia massima Usd 500,00)
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Guida del Perù, ed. Polaris (una per camera)
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge
  • Eventuali tasse aeroportuali locali
  • Assicurazioni annullamento/bagaglio/sanitaria
  • Quota gestione pratica (€ 70,00)
  • Early check in e late check out negli Hotel, eccetto dove specificato
  • Escursioni e visite facoltative
  • Sorvolo delle linee di Nasca usd 110,00 (da regolarsi in loco)
  • Benzina, pedaggi, ingressi ad aree protette e parcheggi custoditi (per i motciclisti)
  • Deposito cauzionale per il noleggio delle moto
  • Chilometri extra (per i moticiclisti)
  • Noleggio Gps
  • Equipaggiamento personale (per i motociclisti)
  • Parcheggi
  • Pasti non previsti in programma, menu à la carte, bevande, mance extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

  • N.B.: In fase di reale interesse/ prenotazione saranno fornite tutte le informazioni specifiche relative alle caratteristiche tecniche dei mezzi noleggiati, ai depositi cauzionali, alle polizze assicurazioni (franchigie, polizze supplementari etc...)

1° Giorno - Partenza per Lima

Partenza dall’aeroporto di Milano (o altri aeroporti italiani) con il volo di linea. Arrivo all’aeroporto Internazionale Jorge Chavez di Lima, disbrigo delle formalità doganali e incontro con la nostra organizzazione (con cartello identificativo EARTH). Trasferimento privato in Hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

2° Giorno - Lima

Prima colazione in Hotel.
Visita del centro storico di Lima, dichiarato Patrimonio Culturale dall’UNESCO. 
Si visitano la Plaza de Armas, racchiusa tra i palazzi più importanti dell'epoca coloniale, la bella Cattedrale dove è custodita la tomba di “Pizarro el conquistator” e la chiesa di San Francesco con l'annesso monastero del 1600.
Proseguimento per il quartiere “Pueblo Libre” dove si visita il Museo di Archeologia, per un primo approccio alla storia e alla conoscenza delle culture susseguitesi in Perù.
Resto della giornata a disposizione.

In questo pomeriggio saranno visionate le moto e definiti tutti i dettagli per la partenza prevista per il giorno successivo

Pernottamento in Hotel.

3° Giorno - Lima - Paracas - Ica

Prima colazione in Hotel.
Partenza in moto e con mezzo privato fuoristrada all’alba percorrendo la Panamericana in direzione Sud, per raggiungere la Penisola di Paracas (242 km - circa 3 ore e 30 min.).
Escursione in barche a motore alle Isole Ballestas, anche chiamate le “isole del guano”, considerate le Galapagos del Perù. Sui faraglioni e lungo le spiagge si possono osservare le numerose colonie di otarie, leoni marini, pinguini, sule, cormorani e altre specie di uccelli.
Al rientro, dopo circa 2 ore, escursione nella Riserva Naturale di Paracas, dove le scogliere desertiche tagliano l'Oceano creando delle curiosità geologiche prodotte dall'erosione del vento e delle onde. Proseguimento verso Sud attraversando il Tablazo de Ica, lungo le piste che percorrono il deserto costiero che si affaccia sull’oceano pacifico. Il percorso regala emozioni e panorami unici non solo ai motociclisti: deserto, dune, mare, spiagge, salite e discesa saranno la prima sfida per iniziare il viaggio. Un percorso di circa 3 ore con una difficulta media nel deserto.
Arrivo nel pomeriggio a Ica, l’oasi verde famosa per la grande produzione di asparagi e frutta e identificata come la migliore regione vinicola del Perù.
Sistemazione in Hotel, ubicato all’interno di un vigneto.
Tempo dedicato alla scoperta delle tradizioni enologiche di questa rinomata cantina e passeggiata tra le sue vigne degustando il Pisco, il celebre distillato Peruviano. Pernottamento in Hotel.

4° Giorno - Ica - Nasca

Prima colazione in Hotel.
Partenza per la città archeologica di Nasca (145 km - circa 2,5 ore),la prima vera esperienza con l’asfalto della Panamaericana Sur, con doppio senso di circolazione ! Un’ occasione per vivere in prima persona le abitudini dei peruviani al volante, (il “traffico peruviano” include auto, moto, camion e improvvisi attraversamenti, dei cani randagi). Arrivo a Nasca, nel pomeriggio, Visita del Museo Antonini, diretto dall’archeologo italiano Giuseppe Orefici, dove si custodisce e si analizza il patrimonio archeologico ritrovato dalle attività di ricerca degli archeologi del "Progetto Nasca". Dal 1982 il progetto si occupa degli scavi del centro cerimoniale Cahuachi, del sito di Estaqueria e di altri importanti siti della Valle del Río Nasca.
Importanti sono anche le linee tracciate sulla Pampa di Jumana, studiate per tutta la sua vita dall'Archeologa Maria Reiche, che ancora oggi rappresentano il più grande enigma della storia archeologica del Perù.

Importante: E’ possibile scegliere liberamente di sorvolare le linee di Nasca.
Suggeriamo a coloro che sono particolarmente interessati di prenotare il sorvolo immediatamente al loro arrivo in Perù, tramite la guida di Lima.


Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

5° Giorno - Nasca - Punta San Fernando - Nasca

Prima colazione in Hotel.
Partenza in direzione Sud est, lungo le piste del deserto di Nasca, per raggiungere la Riserva Naturale di Punta San Fernando, sulla costa dell’Oceano Pacifico.
La baia di San Fernando (70 km) è il rifugio per molti animali che hanno trovato in questo luogo un habitat perfetto per riprodursi, come per il Condor Andino, la lontra marina, i pinguini di Humbold, i fenicotteri, i cormorani e numerosi altre specie di uccelli.
La riserva naturale ospita non solo specie marine ma anche il Guanaco, un camelide andino.
Giornata dedicata a questa interessante escursione naturalistica, un’esperienza inedita realizzabile solo con mezzi fuoristrada per testare la velocità delle moto e la propria destrezza nel deserto sabbioso di Nasca (il percorso dura ca 1h30). Il rientro a Nasca avverrà lungo un altro percorso (maggiori le difficoltà) con dune per poi scorrere lungo la spiaggia e le scogliere del pacifico irradiato dal sole. Giunti a San Juan de Marcona, sosta a una cevicheria per approfittare nuovamente delle prelibatezze dell’Oceano Pacifico. Il rientro a Nasca percorrendola la Carretera Pacifico Atlantico.
Arrivo a Nasca e tempo a disposizione.
Pernottamento in Hotel.

6° Giorno - Nasca - Abancay

Prima colazione in Hotel.
Proseguimento del viaggio al mattino presto lasciando l’ambiente desertico alla scoperta del paesaggio andino: lungo il percorso, che impegnerà l’intera giornata, si attraverserà la Riserva Nazionale di Pampa Galeras dove vivono la più grande popolazione di vigogne del Perù per poi proseguire alla scoperta di ambienti vari e suggestivi: vallate, montagne, panorami di maestosi vulcani, laghi dalle acque cristalline, branchi di alpaca e llamas, con continui dislivelli di quota. Si risalgono ripidi passi sopra i 4300mts e si percorrono altipiani desertici (3800/4000 m-slm) per poi discendere nelle verdi vallate, dove nei villaggi si incontrano famiglie andine intente nella loro quotidianità, sicuramente molto simile a quella dei loro antenati. Il percorso è definito di media difficoltà ma è uno dei più divertenti, soprattutto in moto, per la quantità di curve e tornanti in salita e discesa su strade ben asfaltate. Arrivo nel tardo pomeriggio ad Abancay (2378 m-slm) e sistemazione nel semplice Hotel. Pernottamento.

7° Giorno - Abancay - Cusco

Prima colazione in Hotel.
Si prosegue il viaggio attraverso le Ande, percorrendo la Valle del Rio Limatambo attraverso un saliscendi di vallate e versanti andini, incontrando comunità rurali e piccoli villaggi. Sosta al sito archeologico di Saywite, un masso di granito lavorato dagli Incas sulla cui superficie sono scolpiti terrazzamenti, canali d’irrigazione e numerose rappresentazioni fitomorfe e zoomorfe.
Deviazione per raggiungere il fiume Apurimac sino alle sorgenti calde di Ccnot.
Il percorso impegna tutta la giornata per giungere finalmente a Cusco (3350 m.slm).
Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

8° Giorno - Cusco - Valle Sacra

Prima colazione in Hotel.
Intera giornata dedicata alla visita delle aree più remote della Valle Sacra. Si percorreranno alcune strade sterrate, al di fuori dei classici percorsi turistici, per raggiungere autentici villaggi dove ancora oggi le comunità vivono seguendo le antiche tradizioni. La giornata regala la forte emozione per la nuova esperienza di guida, su terra rossa ocra, la caratteristica della pachamama andina, la costante compagna di viaggio per le successive giornate nella terra degli Incas. Pernottamento in Hotel.

9° Giorno - Escursione a Maras - Moray - Chincheros

Escursione nel panoramico altipiano della Provincia di Cusco.
Visita delle saline incaiche di Maras, ricavate sul pendio di una montagna, ancora oggi utilizzate dagli abitanti del villaggio per l'estrazione del sale. Visita dei vivai di Moray, che gli ultimi scavi hanno dimostrato essere un centro di produzione e lavorazione per liofilizzare le patate e renderle facilmente trasportabili in tutto il Tawantinsuyo.
Proseguimento per il villaggio quechua di Chincheros. La chiesetta coloniale costruita sulle rovine incaiche conserva dipinti e affreschi del 1600 eseguiti dagli indigeni e dagli artisti spagnoli facenti parte della scuola pittorica dei collegi religiosi di Cusco.
Al termine rientro in Hotel e tempo a disposizione per il relax.
Pernottamento

10° Giorno - Valle Sacra - Abra Malaga - Santa Teresa

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Ollantaytambo (19 km ca) per visitare il pueblo e le rovine della bella fortezza incaica, l’ultimo baluardo di resistenza di Manco Inca, al “conquistador” Francisco Pizarro. Al termine si risale in direzione Quillabamba per raggiungere il punto più alto, Ambra Malaga (4320 m.slm) da dove il panorama non ha eguali affacciandosi sulla cordigliera di Urubamba. La tappa successiva prevede la discesa verso l’ Oriente Peruviano o selva baja, il percorso ricco di tornanti porterà sino al villaggio di Santa Maria per poi proseguire lungo le sponde del fiume Urubamba sino a Santa Teresa, un piccolo villaggio posto a poche decine di chilometri da Machu Picchu.
Sistemazione in un semplice lodge.

11° Giorno - Santa Teresa - Machu Picchu

Prima colazione.
Mattinata a disposizione per scoprire i dintorni di Santa Teresa con possibilità di un bagno nelle acque termali di Coclamayo. Nel pomeriggio trasferimento sino alla famosa centrale idroelettrica della zona, punto di passaggio del treno che conduce sino a Machu Picchu Pueblo.
Si lasceranno le moto e le auto per proseguire in treno. Arrivo a Machu Picchu Pueblo, arrivo nel piccolo e caotico villaggio posto a 2040 metri di quota, sorto attorno ai binari della ferrovia, con negozi e bazar per turisti, pub e ristoranti di ogni genere. Proseguimento a piedi per raggiungere l’Hotel.
Pernottamento.

Importante:
- A bordo dei treni da/per Machu Picchu Pueblo è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 8 kg). Prevedere pertanto un bagaglio a mano con il necessario per l’escursione a Machu Picchu.
Siete pregati di leggere attentamente le norme di comportamento per la visita di Machu Picchu, riportate nelle: Informazioni Utili.
- L’ingresso a Huayna Picchu non è compreso. Chi fosse interessato deve farne richiesta all’atto della prenotazione.

12° Giorno - Machu Picchu - Valle Sacra - Cusco

Prima colazione in Hotel.

“All’improvviso ci trovammo in mezzo a una serie di costruzioni ricoperte dalla selva. I muri erano di un bel granito bianco, meravigliosamente tagliati e lavorati in maniera da unirsi perfettamente senza bisogno di cemento. Il sito era una sorpresa dopo l’altra: ci rendemmo presto conto che ci trovavamo nel bel mezzo delle rovine più meravigliose che fossero mai esistite in Perù”
(24 luglio 1911, Hiram Bingham scopre Macchu Picchu).


Al mattino presto si risale in pulmino il colle di Machu Picchu (12 km), a 2350 metri di quota.
All’alba si può assistere al magico gioco dei primi raggi di sole che illuminano le pietre della cittadella incaica, prima di iniziare la visita guidata del gruppo archeologico più importante del Sud America, scoperto nel 1911 dall'esploratore americano Hiram Bighman.
Negli ultimi anni la ricerca sulla cittadella incaica ha dimostrato che Machu Picchu fu un “centro di studi per lo sviluppo agricolo, edilizio e astronomico” voluto da Pachacutec, il più importante sovrano inca.
Al termine della visita per i più sportivi sarà possibile raggiungere in circa 1 ora di cammino la Porta del Sole, “Inty Punku” in lingua quechua, l'ingresso a Machu Picchu dal mitico "Camino Inca", da dove si ammira uno splendido panorama della cittadella e della foresta circostante.
Rientro in pulmino a Machu Picchu Pueblo e partenza in treno per Ollantaytambo.
All’arrivo trasferimento in Van a Cusco.
Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

13° Giorno - Cusco

Prima colazione in Hotel.
Posta a 3350 metri di quota, Cusco, che in lingua quechua si traduce in "l'ombelico del mondo", è l'antica capitale dell'Impero Inca. I siti archeologici, i tesori dell'epoca coloniale, i mercati, le chiese e le piazze, fanno di Cusco la più affascinante città del Sud America.
Visita del centro coloniale di Cusco, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, con le chiese e i palazzi costruiti sulle fondamenta dei templi Inca.
Al termine escursione nei dintorni di Cusco per visitare i siti archeologici di Tambomachay e Quenqo e alla fortezza di Sacsayhwaman.
Pomeriggio a disposizione.
Pernottamento in Hotel.

14° Giorno - Cusco - Puno

Prima colazione in Hotel.
Proseguimento del viaggio (tutti a bordo di auto 4x4) con l’ultima tappa che conduce a lago Titicaca (380 km): Lasciata Cusco la prima sosta prevede la visita alla chiesa di  Andahuaylillas (XVII Sec.) anche chiamata la "Cappella Sistina" del Sud America, i meravigliosi affreschi di artisti anonimi e gli altari dorati. Risalendo le fertili vallate di Sicuani si visitano le rovine del tempio dedicato a Viracocha, massima divinità Inca, da cui, secondo la cosmologia andina, discenderebbe tutto l’universo.
Lungo il percorso, si visita la vallata del Canyon de Tinajani per osservare la Puja, una pianta endemica che il botanico milanese Antonio Raimondi scoprì verso la fine dell’800 nella zona di Chavín di Huantar, nel nord del Perú. Arrivo a Puno, città posta a 3800 metri di quota, sulle rive del Lago Titicaca. Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

15° Giorno - Lago Titicaca (Isola di Taquile)

Prima colazione in Hotel.
Secondo la leggenda andina, dalla schiuma del Lago Titicaca emersero Manco Kapac e Mama Ocllo, i capostipiti della dinastia del Sole. Insieme partirono verso nuovi territori sulle Ande dando origine alla cultura e alla storia del popolo Inca.
Visita delle isole galleggianti di totora nella Baja di Juli, dove un tempo viveva il popolo “Uros”, di cultura Aymara. Le isole sono diventate una discutibile attrazione turistica.
Proseguimento della navigazione sul Lago Titicaca per raggiungere l’Isola di Taquile (3 ore di navigazione). Arrivo al porticciolo da dove si risale un sentiero, tagliato nei terrazzamenti coltivati, che conduce al villaggio (consigliamo di risalire lentamente per evitare affanni inutili).
Tempo a disposizione per conoscere il popolo che ha conservato le tradizioni incaiche, nel maestoso paesaggio del Lago Titicaca e delle montagne innevate della Cordillera Real.
Rientro in navigazione a Puno e trasferimento in Hotel.
Tempo a disposizione e pernottamento.

16° Giorno - Puno - Lima - Partenza per l’Italia

Prima colazione in Hotel.
Trasferimento all’aeroporto di Juliaca e partenza per Lima con volo Latam.
Transito in aeroporto in attesa della partenza del volo per l’Europa.
Partenza in serata. Pasti e pernottamento a bordo.

17° Giorno - Arrivo in italia

Hotel previsti o similari

Stelle :
Abancay Hotel Turistas
Machu Picchu pueblo Casa Andina Standard
Ica Vinas Queirolo
Nasca Nazca Line
Valle Sacra La Hacienda Valle
Stelle :
Lima Jose Antonio
Cusco San Agustin El Dorado
Puno Jose Antonio










Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Perù in motocicletta

 







Aiutaci a migliorare