Peru - Fuoristrada Express

Da Arequipa a Lima attraverso le Ande
Voli inclusi
voli inclusi
nella quota
Quote
quotazione su richiesta
contattaci
Disponibilità viaggio
partenze individuali
tutto l'anno
Giorni di viaggio
18
giorni di viaggio
viaggio personalizzabile

Questo itinerario è solo un esempio dei tour che organizziamo.
Contattaci per costruire insieme il tuo viaggio su misura!

RICHIEDI INFORMAZIONI
Quote a partire da
quotazione su richiesta
Data di partenza
partenze individuali tutto l'anno
Giorni di viaggio
18
Incluso nel viaggio
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”
  • Voli aerei
In collaborazione con
    Linea di viaggio
    • Linea di esperienza
    Temi di viaggio
    Modalità di viaggio
    Kit da viaggio
    • Kit Viaggio

    Caratteristiche di viaggio

    Un itinerario a bordo di mezzi fuoristrada, alla scoperta di paesaggi e genti, che alterna la visita di città e luoghi conosciuti a realtà e ambienti sconosciuti.

    Un viaggio per gli appassionati di itinerari andini, alla ricerca di qualcosa di speciale.

    Il percorso da Arequipa, Colca, Puno, Cusco fino Abancay e da Ayacucho a Lima si svolge su strade asfaltate con brevi tratti sterrati, mentre da Abancay ad Ayacucho il percorso è su strada sterrata.

    L'organizzazione prevede un accompagnatore tour leader peruviano parlante italiano per tutto il tour.

    E' garantita l'assistenza delle migliori guide parlanti italiano, dove disponibili.

    Assistenza 24 ore su 24 per tutto il viaggio.

    RICHIEDI INFORMAZIONI

    Tappe del tour

    Peru - Fuoristrada Express
    18 giorni

    aereopercorso via terra
    aereopercorso in aereo
    aereopercorso in nave

    Il programma di viaggio

    18 giorni

    + vedi il programma completo
    GIORNO
    01

    Partenza per Lima

    Partenza dall'Italia con volo di linea per Lima. Arrivo in serata e incontro con la nostra organizzazione per il trasferimento...

    + leggi tutto
    GIORNO
    02

    Lima - Arequipa

    Visita del centro coloniale dichiarato Patrimonio dell'Umanità e del Museo di Archeologia e Antropologia e trasferimento in aeroporto. Partenza con...

    + leggi tutto
    GIORNO
    03

    Arequipa

    Visita della città coloniale sovrastata dai vulcani Misti (5822 m) e Chachani (6057 m): la Plaza de Armas, le chiese...

    + leggi tutto
    GIORNO
    04

    Arequipa - Chivay

    Partenza con mezzi fuoristrada, per la valle di Chivay (175 km - circa 5 ore) risalendo il passo di Patapampa...

    + leggi tutto
    GIORNO
    05

    Canyon del Colca - Puno

    Escursione alla Cruz del Condor per osservare il Canyon (circa 3000 m.) e il volo del condor. Partenza per Puno...

    + leggi tutto
    GIORNO
    06

    Lago Titicaca (Isola di Taquile)

    Navigazione nella baia di Puno per osservare le isole galleggianti degli Uros e proseguimento per l'Isola di Taquile. Dall'attracco si...

    + leggi tutto
    GIORNO
    07

    Puno - Cusco

    Si prosegue attraverso il fantastico Canyon di Tinajani e proseguimento per Cusco (390 km - circa 8 ore). Dal passo...

    + leggi tutto
    GIORNO
    08

    Cusco

    Posta a 3350 metri di quota, Cusco, che in lingua Quechua si traduce in l'ombelico del mondo, è la capitale...

    + leggi tutto
    GIORNO
    09

    Valle Sacra - Machu Picchu

    Escursione in pulmino nella valle del Rio Urubamba (40 km), che per la sua fertilità e bellezza fu considerata sacra...

    + leggi tutto
    GIORNO
    10

    Machu Picchu - Valle Sacra

    Di prima mattina si risale in pulmino il colle di Machu Picchu (12 km), posto a 2350 metri di quota,...

    + leggi tutto
    GIORNO
    11

    Moray - Maras - Chincheros - Cusco

    Escursione sull'altipiano per visitare le saline di Maras, ancora oggi in attività, il vivaio di Moray utilizzato dagli Incas per...

    + leggi tutto
    GIORNO
    12

    Cusco - Andahuaylas

    Ripresi i mezzi fuoristrada si prosegue il viaggio attraverso le Ande. Percorrendo la Valle del Rio Limatambo si risale il...

    + leggi tutto
    GIORNO
    13

    Andahuaylas - Ayacucho

    Una tappa alla scoperta di luoghi e genti lungo il percorso di sali e scendi con passi in quota (4000...

    + leggi tutto
    GIORNO
    14

    Ayacucho

    Conosciuta come la città delle chiese, Ayacucho è una cittadina che mantiene il folclore peruviano. Visita del mercato coperto e...

    + leggi tutto
    GIORNO
    15

    Ayacucho - Ica

    Partenza per la città desertica di Ica (390 km - circa 6 ore) risalendo un passo a 4200 metri per...

    + leggi tutto
    GIORNO
    16

    Ica - Nasca - Ica

    Partenza per Nasca (140 km). Visita dell'interessante  Museo Antonini per conoscere le civiltà precolombiane, delle rovine di Paredones e degli...

    + leggi tutto
    GIORNO
    17

    Ica - Paracas - Lima - Rientro in Italia

    Navigazione in barca a motore alle Isole Ballestas considerate le Galapagos del Perù. Al termine escursione nel deserto costiero della...

    + leggi tutto
    GIORNO
    18

    Arrivo in Italia

    + leggi tutto
    vedi tutti i 18 giorni

    Gli alberghi

    Hotel previsti o similari

    • QUOTE
      scopri tutti i prezzi
    • COS'È INCLUSO?
      servizi inclusi nel viaggio
    • COS'È ESCLUSO?
      servizi esclusi nella quotazione

    Quotazioni su richiesta

    Le quote di partecipazione includono

    Voli di linea Iberia dall'Italia a Lima e ritorno, in classe Q - Volo da Lima ad Arequipa - Trasferimenti da e per gli aeroporti e le stazioni ferroviarie - Biglietti del treno da e per Machu Picchu Pueblo in classe turistica - Navigazioni collettive alle Isole Ballestas e sul Lago Titicaca - Tour con mezzi fuoristrada, autista, carburante e assistenza meccanica da Arequipa a Lima (per le visite ed escursioni ad Arequipa e a Cusco e dintorni, i trasferimenti sono previsti in pullmino) - Pernottamenti in camera doppia in hotel di categoria 4/3 stelle - Trattamento di sola prima colazione - Visite ed escursioni con ingressi ai musei e alle zone archeologiche - Tour leader/autista peruviano parlante italiano da Arequipa a Lima - Guide locali parlanti italiano, dove disponibili (guide parlanti spagnolo a Ica, Nasca, Isole Ballestas, Viracocha e Andahuaylillas) - Guida del Perù e kit da viaggio.

    Le quote di partecipazione non includono

    Tutte le tasse aeroportuali - Assicurazione annullamento/bagaglio/sanitario - Sorvolo delle linee di Nasca - Escursioni e visite facoltative - Pasti non indicati, bevande, mance e tutto quanto non sopra specificato.

    Richiesta informazioni

    compila il form per avere maggiori informazioni sul viaggio Peru - Fuoristrada Express

    Nome*
    Cognome*
    Messaggio
    • Informazioni utili
      scopri tutti i prezzi
    • È importante sapere che...
      scopri tutte le date di partenza
    • Viaggi assicurati
      assistenza alla persona, spese mediche,
      bagaglio, annullamento e "Rischio Zero”
    • Condizioni generali
      di contratto di vendita
      di pacchetti turistici

    Ordinamento dello stato

    Il Perù è una repubblica democratica presidenziale. Il Presidente e i membri del Congresso sono eletti ogni cinque anni a suffragio universale.
    L’attuale Presidente Costituzionale del Perù è Pedro Pablo Kuczynski.

    Geografia

    Con i suoi 1.285.215 km2 il Perù è il terzo paese più esteso in America del Sud, dopo Brasile e Argentina, ponendosi in questo modo tra i 20 paesi più grandi del pianeta. Confina a nord con Equador e Colombia, a est con Brasile e Bolivia, a sud con Cile, a ovest con l’Oceano Pacifico.
    Il territorio peruviano si divide in tre ambienti geograficamente ben definiti: la Costa, linea litoranea larga da 80 a 150 chilometri, la Sierra con gli altipiani andini e la Selva, corrispondente alla foresta amazzonica.

    Capitale

    La capitale della Repubblica del Perù è Lima fondata dal conquistatore spagnolo Francisco Pizarro il 18 gennaio 1535, con il nome La Ciudad de los Reyes (La Città dei Re).
    Oggi circa un terzo della popolazione peruviana vive nell'area metropolitana.

    Bandiera del Perù

    La bandiera è composta da tre strisce verticali: rossa a sinistra, bianca al centro e rossa a destra.
    Sulla striscia centrale è posto lo stemma di stato, uno scudo raffigura tre rappresentanti locali dei regni animale, vegetale e minerale: una vigogna, un albero di china e una cornucopia traboccante di pepite d’oro. Lo scudo è affiancato da rami di palma e d’alloro e sormontato da una corona di quercia, in onore della capitale Lima.

    Popolazione

    La popolazione di circa 29 milioni di abitanti si suddivide in urbana (70%) e rurale (30%).
    Il Perù racchiude diverse etnie tra cui spiccano gli Indios 50 %, i meticci 32 %, con influenza europea, i creoli 12 % e altre minoranze 6 % di influenza asiatica.

    Lingua

    Le lingue ufficiali sono lo Spagnolo (Castellano) e il Quechua (con vari dialetti nelle varie regioni). Il dialetto Aymara è ancora parlato nel distretto di Puno.
    Nell'area amazzonica si parlano 35 differenti dialetti. In Perù è molto diffusa la lingua Inglese e a Lima si parlano anche il Cinese e il Giapponese.

    Religione

    In Perù esiste la libertà di culto. La religione maggiormente diffusa è la Cattolica (88%), limitate sono le altre religioni (Evangelica 8%). In Amazzonia si praticano ancora antichi riti animisti.

    Documenti per l'espatrio

    L’ingresso in Perù è soggetto ad una nuova procedura pertanto non è più richiesta la compilazione manuale della carta turistica.
    I dati del passaporto saranno virtualmente registrati dai funzionari del desk immigrazione.

    Per l'ingresso in Perù é necessario essere in possesso del passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di partenza.
    I cittadini italiani non hanno bisogno di visto per un viaggio sino a 90 giorni.

    Disposizioni sanitarie

    In Perù non é richiesta nessuna vaccinazione. Solo per l'area amazzonica è richiesta la febbre gialla ed è consigliata la profilassi antimalarica. Consigliamo di consultare il proprio medico specialmente per coloro che soffrono di malattie cardiocircolatorie, ipertensione o problemi respiratori.
    Per consigli sanitari siete pregati di rivolgerVi all'Ufficio di Igiene del Vostro Comune.
    Occorre comunque attenersi ad alcune indicazioni preventive e mantenere una corretta igiene personale.
    Il primo consiglio è quello di non bere acqua, se non imbottigliata, meglio ancora se addizionata di anidride carbonica (accertandosi sempre dell'effettiva chiusura del tappo) ed evitare di consumare verdure crude e frutta non sbucciata.
    L'altro problema è rappresentato dall'altitudine che, nonostante l'attenzione da noi prestata nella programmazione dei tour, in modo da avere un acclimatamento graduale, può generare piccoli malesseri (mal di testa, debolezza diffusa, insonnia, mancanza d'appetito, leggera nausea) dovuti ad un naturale processo di adattamento dell'organismo alla diminuzione di ossigeno che inizia a manifestarsi intorno ai 3000 metri di quota.

    Una volta giunti in quota è di fondamentale importanza evitare, o limitare al massimo, il fumo, l'alcool, fatiche o camminate eccessive; concedersi invece momenti di riposo nell'arco della giornata, evitare cibi pesanti e indigesti. Normalmente i sintomi del mal di montagna scompaiono in un paio di giorni.

    In caso contrario, si tratta però di casi piuttosto rari, si ricorre al personale medico locale. Il tè ottenuto con l'infusione di foglie di coca, localmente denominato "mate de coca", è una bevanda assai diffusa fra le popolazioni andine per i suoi effetti benefici sull'organismo sottoposto allo sbalzo d'altitudine.

    Trasporti aerei, terrestri e aeroporti

    I voli intercontinentali dall'Europa sono operati con numerosi vettori IATA. L'aeroporto internazionale di Lima é lo scalo di Jorge Chàvez International che dista circa 10 Km, di traffico caotico, dalla capitale. I voli nazionali in Perù possono subire ritardi o variazioni determinati da condizioni atmosferiche avverse o da altre cause.
    I collegamenti coprono tutte le città più importanti del Paese.

    La capitale e il resto del paese sono serviti da diversi mezzi di trasporto pubblici. La situazione stradale é migliorata negli ultimi anni, grazie alle grandi opere di manutenzione. La quasi totalità delle strade che collegano le principali località turistiche sono in buone condizioni.
    La principale arteria, la Panamericana, che percorre la costa peruviana da Nord a Sud é stata ampliata e completamente asfaltata. Per quanto riguarda la rete ferroviaria, ancora poco sviluppata, sono in attività le linee che uniscono Cusco ad Aguas Calientes, Cusco a Puno, Arequipa a Puno e Lima a Huancayo.
    Per valicare passi a quote elevate si utilizza il "sistema dei regressi" si procede cioè a continui zig e zag con scambi ad ogni terminale; nelle vallate invece il percorso si svolge con la "tecnica dei ritorni" sfruttando i due versanti per passare a quote superiori. Il comfort delle carrozze riservate ai turisti pur essendo migliorato in questi ultimi anni richiede comunque un minimo di adattabilità.

    Tour in fuoristrada

    “Una proposta di viaggio alternativa rivolta a chi cerca l’incontro più autentico con questo straordinario Paese e con le sue genti.
    Si visitano luoghi fuori dai percorsi battuti, vallate, villaggi e monumenti archeologici che il turismo tradizionale non può raggiungere. Earth ha messo a punto i suoi itinerari “off road” nel corso di venticinque anni di attività in Perù, esplorando il Paese con propri uomini e mezzi.
    È anche per questo che oggi Earth è riconosciuto come il tour operator leader per il Perù e il Sud America”.

    Per i tour in fuoristrada È BENE SAPERE CHE... i mezzi fuoristrada utilizzati per i nostri tour: Jeep (4/5 passeggeri), Pick Up (3 passeggeri) sono di standard adeguato alle aspettative occidentali.
    Alcuni itinerari prevedono dei tratti su piste sterrate e polverose, anche ad altitudini elevate e in condizioni climatiche a volte disagevoli. Affrontare questi viaggi significa vivere situazioni ed esperienze non abituali, ma sicuramente accettabili in cambio di realtà e paesaggi altrimenti non raggiungibili.
    Basta avere una buona condizione fisica e spirito di adattamento e collaborazione, il resto viene da sé: il piacere di scoprire e conoscere, l'umiltà di imparare, di capire, di crescere…

    I programmi di viaggio proposti sono strutturati per piccoli gruppi (fino a un massimo di 16 partecipanti) al fine di garantire una migliore assistenza e di gestire al meglio i tempi di trasferimento, le soste e le visite, in funzione degli interessi etnici, archeologici, naturalistici o fotografici che si presentano durante i percorsi.
    Con i mezzi fuoristrada si raggiungono luoghi inaccessibili ai tradizionali circuiti turistici, per questo, percorrere strade sterrate e polverose e a volte disagevoli, può comportare contrattempi, danni meccanici ai mezzi e problemi di carburazione dovuti alle continue variazioni di altitudine.
    A Cusco e dintorni i trasferimenti per le visite e le escursioni vengono effettuati in pulmino.

    Il percorrere strade sterrate e a volte dissestate può comportare dei contrattempi e danni meccanici ai mezzi di trasporto.
    Le altitudini elevate e la conseguente rarefazione dell’aria rallentano l’andatura dei mezzi anche dovuta a continui problemi di carburazione.
    Per questo anche le distanze più modeste possono comportare numerose ore di viaggio.

    Affrontare questo straordinario viaggio significa vivere esperienze non abituali e sopportare alcuni disagi logistici, sicuramente accettabili, in cambio di realtà e paesaggi altrimenti non raggiungibili.
    Basta avere una buona condizione fisica e un sentito spirito di adattamento e collaborazione.
    Il resto viene da sé: il piacere di scoprire e conoscere, l'umiltà di imparare, di capire, di crescere.

    Tasse aeroportuali

    Attualmente le tasse aeroportuali da pagarsi in loco sono già incluse nel biglietto aereo ma possono cambiare senza preavviso.

    Norme doganali

    L'ingresso di valuta straniera è illimitato.
    Previa presentazione della "Dichiarazione di Ingresso Temporaneo" è possibile importare equipaggiamento riguardante la pratica di attività sportiva, avventura ed ecoturismo, nonchè telefoni cellulari, satellitari e computer portatili.
    E' consentita l'importazione di: 200 sigarette, 25 sigari, 2 litri di bevande alcoliche, 4 bottigliette di profumo per uso personale. E' proibita l'esportazione d'oggetti appartenenti al patrimonio culturale e archeologico.

    Bagaglio

    Per maggior praticità sono consigliate sacche o borse non rigide ad apertura orizzontale dotate di lucchetto. Il peso non deve superare i 20 Kg a persona.
    E' consentito portare a bordo dell'aereo un solo collo il cui peso varia a seconda della compagnia aerea. Ogni collo deve essere contraddistinto dall'etichetta riportante i dati anagrafici, indirizzo e recapito telefonico del proprietario per una più facile ed immediata identificazione.
    Consigliamo di prestare molta attenzione al proprio bagaglio a mano, specialmente in luoghi affollati come i mercati e le stazioni ferroviarie e non portare oggetti di valore.
    E' buona norma conservare documenti e denaro in un' apposita cintura o borsetta-marsupio al riparo da occhi indiscreti. Consigliamo di portare con sé le fotocopie dei propri documenti (passaporto, biglietto, assicurazione).

    Visita del sito archeologico di Machu Picchu

    La Direzione dell’Assessorato alla Cultura di Cusco ha comunicato che, a partire dal prossimo 1 luglio 2017, entrerà In vigore una nuova regolamentazione dell’accesso al sito di Machu Picchu.
    Questa nuova regolamentazione verrà attuata nel rispetto del Regolamento del Turismo Sostenibile e della Visita Turistica per la Conservazione della cittadella Inca di Machu Picchu, approvato con delibera Ministeriale 070-2017 del Ministero della Cultura Peruviano.

    Al fine di garantire un corretto flusso alle visite turistiche sono stati stabiliti 2 turni:
    - Il primo turno di visita è previsto dalle ore 6 alle ore 12
    - il secondo turno dalle ore 12 alle ore 17.30.
    L’ingresso da diritto alla permanenza nel sito per massimo 4 ore, all’interno del turno previsto, esclusivamente con la presenza di una guida qualificata.

    Sarà nostra premura fornire eventuali nuovi dettagli che l’avviamento di tale regolamentazione potrebbe apportare.

    Bagaglio durante la visita a Machu Picchu
    A bordo dei treni da/per Machu Picchu Pueblo è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 5 kg.)

    Norme di comportamento a Machu Picchu

    E’ vietato:
    − l’ingresso di bottiglie di acqua/bibite in contenitori di plastica/vetro mentre è consentito con borracce
    − Portare e consumare alimenti all’interno delle rovine
    − Arrampicarsi sui muri o altre costruzioni
    − Accendere fuochi
    − Portare bastoni di qualsiasi tipo
    − Consumare bevande alcoliche, droghe o allucinogeni
    − Fumare
    − Disturbare la fauna dentro e fuori le rovine
    − Raccogliere piante e fiori
    − Contaminare fonti d’acqua
    − Introdurre animali domestici
    − Scrivere su muri, pavimenti e pietre etc…
    − Gettare residui solidi e liquidi
    − Introdurre zaini con capacita superiore i 7,5 kg
    − L’utilizzo di scarpe con tacco
    − L’utilizzo di costumi da bagno
    − Realizzare filmati destinati alla commercializzazione

    N.B. E’ necessario presentare il passaporto all’ingresso del sito.

    Valuta

    Dal luglio 1991 l'unità monetaria in Perù è il Nuevo Sol (codice moneta: PEN), con biglietti da 100, 50, 20 e 10 Sol e monete da 5, 2 e 1 Sol. La valuta più facilmente convertibile é il Dollaro Usa circa) mentre nelle principali località è possibile cambiare l’Euro.
    Il denaro si può cambiare presso le case di cambio ufficiali che trovate nelle principali strade delle città o presso le banche delle città più importanti.
    Molta attenzione con i cambisti che trovate sulle principali strade , alcuni sono autorizzati dal comune locale e quindi quasi affidabili con il loro grembiule e relativa scritta.

    1 Euro = 3,58 Nuovo Sol
    1 Nuovo Sol = 0,26 Euro

    1 Dollaro USA = 3,21 Nuovo Sol
    1 Nuovo Sol = 0,29 Dollari USA
    dati indicativi

    Fuso orario

    La differenza oraria é di - 6 ore. Con l'ora legale la differenza oraria é di - 7 ore.

    Clima

    Il paese é caratterizzato da tre differenti zone climatiche e permette di essere visitato tutto l'anno. La Costa (Lima, Nasca, Paracas e Arequipa) gode di un clima temperato per tutto l'anno ed una media di 28°C. da dicembre a marzo e di 18°C. da giugno a novembre.

    Le Ande (Puno, Cusco, Huaraz) godono di un clima secco tutto l'anno. Le notti fredde specialmente a Cusco e Puno creano una forte escursione termica, con frequenti piogge da dicembre a marzo. La Foresta Amazzonica è caratterizzata da un clima caldo umido durante tutto l'anno (media 30° C.).

    Abbigliamento

    La tecnica dell'abbigliamento a strati (capi leggeri e di medio peso da indossare, se necessario sovrapposti) consente di adeguare il grado di copertura corporea alle variazioni o agli imprevisti climatici del momento. (vedi lista)

    Sul volo intercontinentale dall'Italia a Lima si consiglia di portare nel bagaglio a mano, l'occorrente di prima necessità e la giacca a vento per ovviare, in parte, al disagio creato dall'eventuale smarrimento del bagaglio.

    EQUIPAGGIAMENTO PERSONALE CONSIGLIATO PER IL VIAGGIO
    Forniamo un elenco orientativo del materiale per intraprendere questo viaggio che ognuno dovrà adeguare alle proprie abitudini, esigenze e zone climatiche.
    - valigia, possibilmente con lucchetto
    - zainetto per le necessità giornaliere all'interno delle vetture e per le escursioni a piedi
    - scarpe comode e robuste per il giorno, scarpe leggere per la sera e ciabatte per doccia
    - pantaloni comodi pesanti, jeans e pantaloni corti
    - giacca a vento o goretex foderato di pile
    - maglione pesante, giacca in pile, polar fleece o simili
    - camicie di cotone e camicie di lana, t -shirt
    - mantella impermeabile o cerata leggera
    - calze di lana e cotone
    - berretto di lana e guanti di lana (anche acquistabili in loco)
    - copricapo leggero per il sole e occhiali da sole
    - maglieria intima di lana
    - fazzoletti, foulard per ripararsi la gola
    - necessaire (sapone disinfettante, salviette umide)
    - crema solare protettiva (anche per labbra)
    - presa elettrica ad attacco universale
    - torcia elettrica con batterie di ricambio
    - coltellino multiuso
    - binocolo
    - apparecchiatura fotografica digitale con schede di memoria

    Farmacia personale:
    - garze, cerotti e benda elastica
    - disinfettanti intestinali
    - antibiotici a largo spettro
    - analgesici, antistaminici, antinfiammatori, antidolorifici
    - repellente per insetti
    - bustine solubili per bevande energetiche e reintegrative della disidratazione (bere molto in quota)
    - farmaci di uso personale

    Uffici

    Le banche sono aperte dalle 09,15 alle 12,45, da aprile a dicembre e dalle 08,45 alle 11,30 da gennaio a marzo. I negozi sono aperti dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00 tutti i giorni tranne la domenica.

    Pesi e misure

    In Perù vige il sistema metrico decimale unica eccezione la benzina viene venduta a galloni

    Elettricità

    E’ necessario munirsi di un adattatore di tipo americano a lamelle piatte (le spine in uso sono quelle a due spinotti piatti).
    Il voltaggio varia a seconda della località tra 210/110 Volts.

    Tensione: 220 V  – Frequenza: 60 Hz
    Prese elettriche utilizzate: Presa Elettrica Tipo A, Tipo B, Tipo C

    Telefono

    Per chiamare l'Italia in teleselezione bisogna comporre lo 0039, seguito da prefisso della città italiana con lo zero iniziale e infine il numero dell'abbonato. Il prefisso internazionale del Perù é 0051. I telefoni cellulari funzionano solo se tri-band o satellitari.

    PREFISSI TELEFONICI DELLE MAGGIORI CITTÀ IN PERÙ:
    Lima 01 - Arequipa 054 - Puno 051 - Cusco 084 - Huaraz 043 - Paracas e Ica 056 - Chiclayo 074.
    Consigliamo di telefonare dalle cabine pubbliche a schede, facilmente reperibili, in quanto le telefonate dagli hotel non sono controllabili.

    Cibo e bevande

    La cucina peruviana si distingue per aree geografiche. Sulla costa peruviana i piatti tipici sono a base di pesce. Il piatto più popolare é il ceviche: pesce bianco marinato nel succo di limone, cipolla e peperoncino, normalmente servito con cancha (granoturco tostato) e patate dolci.
    Altre specialità a base di crostacei sono: la chupe de camarones,, l'escabeche e la parihuela.

    Sulle Ande i piatti tipici sono a base di vari tipi di carne guarniti con patate e granoturco. Ollucos con charqui: carne secca con patate; lomo a la huancaina: carne di manzo con uova e salsa di formaggio; lomo saltado: ottime bistecche alla brace; causa: uno stufato di patate, limone, pepe, uovo bollito, olive e granoturco dolce, formaggio; sicuramente il piatto più conosciuto delle Ande é il cuy, un arrosto di porcellino d'India. La più famosa bevanda peruviana è sicuramente il pisco sour, un brandy prodotto a Ica e preparato con chiara d'uovo, lime e ghiaccio.

    Alcuni vini peruviani sono di buona qualità, ma principalmente si bevono ottimi vini d'importazione dal Cile. La chicha, un'antica bevanda andina leggermente alcolica e creata dalla fermentazione del granoturco, viene solitamente prodotta nelle abitazioni ad uso famigliare. Alcune marche di ottima birra locale sono in commercio in tutto il territorio.

    Festività

    - La settimana centrale di Gennaio - Anniversario della città di Lima
    - Prima settimana di febbraio - Festa della Virgen de la Candelaria a Puno
    - Aprile durante il periodo Pasquale - La Semana Santa di Ayacucho
    - 18 e 19 maggio - Festa di Coylloriti (Dipartimento di Cusco)
    - 24 giugno - Fiesta del Sol (Inti Raimi) a Cusco
    - 16 luglio - Festival de Paucartambo (Dipartimento di Cusco)
    - 27 e 28 luglio - Celebrazioni e Parate Militari in tutto il Paese
    - Dal 15 al 22 agosto - Festival di Arequipa per l'anniversario della fondazione spagnola della città
    - Ultima settimana di settembre - Festival di Trujillo
    - Prima settimana di novembre - Festival di Puno per la fondazione dell'Impero Inca

    Materiale fotografico

    E' consigliato rifornirsi in Italia di tutto il materiale occorrente: pellicole, micropile, flash, schede di memoria non sempre facilmente reperibili oppure molto più costosi. Sarà utile portare con sé un semplice sacchetto di plastica per proteggere gli oggetti da polvere o umidità.

    Cosa comprare

    I prodotti dell'artigianato peruviano sono molto vari e convenienti. A Puno si trovano bellissimi maglioni in alpaca molto economici e colorati, a Lima si possono acquistare oggetti in oro, argento o rame. Molto belli anche i tessuti in vigona, gli arazzi, i tappeti caratterizzati da vivacissimi accostamenti di colori e dai tradizionali motivi precolombiani. le borse il vasellame e gli oggetti in cuoio. Nei mercatini caratteristici si possono acquistare i famosi "ponchos".

    Mance

    Le mance non sono obbligatorie, ma è pratica comune lasciare una mancia a guide, camerieri facchini e autisti .
    Nel caso di viaggi di gruppo è abitudine creare una cassa comune che gestirà il Tour Leader o il gruppo stesso.

    Letture consigliate

    Antico Perù con testi di Maria Longhena e Walter Alva e fotografie di autori vari è un volume della Wite Star di Vercelli (2000)
    Si propone di ripercorrere i molteplici aspetti, in primo luogo architettonici e artistici della cultura e delle civiltà andine, non trascurando di rievocarne fasti e vita quotidiana.

    Civiltà sepolte d'America di Peter James e Nick Thorpe (Armenia, Milano 2003)
    Alla luce delle ultime scoperte archeologiche un affascinante viaggio che svela i misteri del mondo antico.

    Conquista del regno del Perú di Felipe Guaman Poma de Ayala (Sellerio, Palermo 1992)
    L'opera di questo cronista indio del XVI secolo è di fondamentale importanza per comprendere la storia della conquista.

    I fiumi profondi di José Maria Arguedas (Einaudi, Torino 1997)
    Il romanzo più celebre dello scrittore allevato dagli indios descrive l'impatto della violenza e della discriminazione razziale in un mondo di bambini e adolescenti.

    I regni preincaici e il mondo Inca a cura di Laura Laurencich Minelli (Jaca Book, Milano 1992)
    Uno splendido volume con contributi di vari studiosi su archeologia, storia, arte, religione e miti degli incas e dei popoli che dominarono il Perú e alcune zone della Bolivia in epoca precolombiana. Il testo è accompagnato da fotografie, grafici e disegni.

    La casa verde di Mario Vargas Llosa (Einaudi, Torino 1991)
    Lo scontro di due realtà e di due civiltà, il Perú, dove la modernità diventa distruzione delle antiche culture.

    Magie delle Ande di Gabriele Poli (EDT, Torino 2000; collana 'Orme')
    Un viaggio progettato come un normale tour in solitaria si trasforma, grazie all'incontro fortuito con un'antropologa in una esperienza che introduce l'autore nel cuore della civiltà millenaria del popolo quechua e nella religione andina.

    Perù, Il Romanzo (5000 a.C. – 1572 d.C.) di Gabriele Poli (Agorà Edizioni, La Spezia)
    Un avvincente e straordinario volume sulla storia del Perù, dalle origini della civiltà inca sino all’invasione degli spagnoli, scritto da colui che è considerato uno dei maggiori esperti del paese e della cultura peruviana. Quasi trecento pagine di testo e illustrazioni.

    Servizi

    I servizi turistici sono costantemente aggiornati e studiati nei particolari. Ad eccezione del Tour Chasqui Inca e Easy Perù, tutti i circuiti garantiscono i servizi esclusivi con la sola presenza di clienti Earth. Tutti i trasferimenti sono privati (non si utilizzano pullman di linea) e soprattutto nell'area di Cusco e della Valle Sacra è garantita la medesima guida per tutte le escursioni e per tutti i trasferimenti, anche a bordo del treno da e per Machu Picchu.
    Earth opera con individuali e piccoli gruppi fino a un massimo di 16 partecipanti.

    Hotel

    L'offerta alberghiera è oggi molto ampia e in generale di qualità, ma ancora la categoria ufficiale in alcuni casi non riscontra gli standard internazionali e gli hotel non sempre sono all’altezza delle aspettative.

    Earth privilegia nella propria programmazione di gruppo strutture di categoria quattro/tre stelle che garantiscono un ottimo rapporto qualità/prezzo; a volte nelle aree lontane dai circuiti turistici, occorre adattarsi alle uniche strutture esistenti. In ogni programma indichiamo gli hotel previsti per categoria, che potranno essere sostituiti con strutture dalle medesime caratteristiche qualora non fossero disponibili.

    Per gli individuali e per i gruppi precostituiti è possibile personalizzare ulteriormente la scelta degli Hotel.

    Vaccinazioni obbligatorie

    E’ richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare le località dell’Amazzonica.

    INFORMIAMO CHE …

    Particolari condizioni di ritardi o cancellazioni dei voli interni, problemi di viabilità, danni meccanici ai mezzi di trasporto possono determinare variazioni nello svolgimento dei servizi previsti e possono essere modificati a discrezione dei vari fornitori locali con servizi di pari categoria o di categoria superiore.

    Il verificarsi di cause di forza maggiore quali scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari, sommosse, atti di terrorismo ed altri fatti simili non sono imputabili all'organizzazione.

    Eventuali spese supplementari e prestazioni, che per tali cause dovessero venir meno, non potranno pertanto essere rimborsate. Inoltre l'organizzazione non è responsabile del mancato utilizzo di servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei.

    Durante il volo intercontinentale

    consigliamo di portare nel bagaglio a mano, l'occorrente di prima necessità e la giacca a vento per ovviare al disagio dell'eventuale smarrimento del bagaglio.

    A bordo dei treni da/per Macchu Picchu Pueblo

    è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano (zaino o piccola borsa, del peso massimo di 5 kg.).

    Sorvolo delle linee di Nasca:

    è possibile scegliere liberamente di effettuare il sorvolo, prenotandolo e pagandolo direttamente in loco.
    E’ importante sapere che l’escursione è subordinata alle condizioni atmosferiche locali.
    Durante il periodo di alta stagione (soprattutto Luglio e Agosto) può diventare difficile sorvolare per un eccesso di richiesta rispetto ai posti disponibili.

    Pertanto a coloro che sono particolarmente interessati segnaliamo di prenotarla immediatamente al loro arrivo in Perù tramite la propria guida o accompagnatore.

    Si segnala che il pagamento (ca. Usd 110) è effettuabile solo in contanti con dollari americani. Il pagamento con carta di credito prevede una maggiorazione del 6% circa.

    Il biglietto d’ingresso a Machu Picchu

    consente la visita del sito archeologico. Dal 15 luglio 2011 non è più incluso l’ingresso a Huayna Picchu che è a numero chiuso.
    Chi fosse interessato può farne richiesta all’organizzazione, all’atto della conferma del viaggio, che verificherà la disponibilità e il relativo costo. Earth informa che tale salita è impegnativa ed è elevato il rischio di incidenti, pertanto viene sconsigliata.
    Per l’ingresso a Machu Picchu è necessario presentare il proprio passaporto.

    - VISITA DEL SITO ARCHEOLOGICO DI MACHU PICCHU -
    La Direzione dell’Assessorato alla Cultura di Cusco ha comunicato che, a partire dal prossimo 1 luglio 2017, entrerà In vigore una nuova regolamentazione dell’accesso al sito di Machu Picchu.
    Questa nuova regolamentazione verrà attuata nel rispetto del Regolamento del Turismo Sostenibile e della Visita Turistica per la Conservazione della cittadella Inca di Machu Picchu, approvato con delibera Ministeriale 070-2017 del Ministero della Cultura Peruviano.

    Al fine di garantire un corretto flusso alle visite turistiche sono stati stabiliti 2 turni:
    - Il primo turno di visita è previsto dalle ore 6 alle ore 12
    - il secondo turno dalle ore 12 alle ore 17.30.
    L’ingresso da diritto alla permanenza nel sito per massimo 4 ore, all’interno del turno previsto, esclusivamente con la presenza di una guida qualificata.

    Sarà nostra premura fornire eventuali nuovi dettagli che l’avviamento di tale regolamentazione potrebbe apportare.

    Pasti

    Considerato la varietà e qualità della cucina peruviana alcuni programmi prevedono il solo trattamento di prima colazione, in modo da consentire al viaggiatore più curioso, maggiore libertà nella scelta dei piatti tipici.

    I nostri referenti locali saranno a disposizione per suggerire i ristoranti più qualificati e caratteristici.

    Il trattamento di mezza pensione prevede invece le cene in hotel o in ristorante con menu turistici.
    Dal blog
    Peru - Fuoristrada Express
    01
    GIORNO 01

    Partenza per Lima

    Partenza dall'Italia con volo di linea per Lima. Arrivo in serata e incontro con la nostra organizzazione per il trasferimento in Hotel. Pernottamento.
    02
    GIORNO 02

    Lima - Arequipa

    Visita del centro coloniale dichiarato Patrimonio dell'Umanità e del Museo di Archeologia e Antropologia e trasferimento in aeroporto. Partenza con il volo per Arequipa (2363 m-slm). Trasferimento in Hotel. Pernottamento.
    03
    GIORNO 03

    Arequipa

    Visita della città coloniale sovrastata dai vulcani Misti (5822 m) e Chachani (6057 m): la Plaza de Armas, le chiese barocche e gli interessanti Monasteri di Santa Catalina e dei Gesuiti. Pomeriggio a disposizione per visite individuali e shopping. Pernottamento.
    04
    GIORNO 04

    Arequipa - Chivay

    Partenza con mezzi fuoristrada, per la valle di Chivay (175 km - circa 5 ore) risalendo il passo di Patapampa (4910 m-slm). La discesa al canyon del Rio Colca (3350 m-slm) attraversa i terrazzamenti incaici ancora oggi utilizzati per la coltivazione di patate e mais. Visita dei villaggi con le chiese coloniali e la gente vestita di splendidi costumi tradizionali. Pernottamento.
    05
    GIORNO 05

    Canyon del Colca - Puno

    Escursione alla Cruz del Condor per osservare il Canyon (circa 3000 m.) e il volo del condor. Partenza per Puno (320 km - circa 6 ore) attraverso l'altipiano desertico. Superata la cittadina di Juliaca si visita la necropoli di Sillustani, di epoca Tiahuanaco, prima di raggiungere Puno (3800 m-slm), sulle rive del Lago Titicaca. Pernottamento.
    06
    GIORNO 06

    Lago Titicaca (Isola di Taquile)

    Navigazione nella baia di Puno per osservare le isole galleggianti degli Uros e proseguimento per l'Isola di Taquile. Dall'attracco si risale un sentiero che conduce al pueblo di Taquile (3950 m-slm) tempo a disposizione per scoprire la gente e la magia di questo luogo. Rientro al porto di Puno e trasferimento in Hotel. Pernottamento.
    07
    GIORNO 07

    Puno - Cusco

    Si prosegue attraverso il fantastico Canyon di Tinajani e proseguimento per Cusco (390 km - circa 8 ore). Dal passo La Raya (4300 mt-slm) si discendono le fertili vallate del Rio Urubamba fino a Cusco. Lungo il percorso visita del tempio preincaico di Viracocha e della bella chiesa di Andahuaylillas  (XVII Sec.). Pernottamento in Hotel.
    08
    GIORNO 08

    Cusco

    Posta a 3350 metri di quota, Cusco, che in lingua Quechua si traduce in l'ombelico del mondo, è la capitale dell'Impero Inca. I siti archeologici, i tesori dell'epoca coloniale, i mercati colorati e le chiese barocche, fanno di Cusco la città più affascinante del Sud America. Visita della città ed escursione ai siti archeologici nei dintorni: i centri cerimoniali di Tambomachay e Quenqo e la fortezza di Sacsayhwaman. Pernottamento in Hotel.
    09
    GIORNO 09

    Valle Sacra - Machu Picchu

    Escursione in pulmino nella valle del Rio Urubamba (40 km), che per la sua fertilità e bellezza fu considerata sacra dagli Incas. Visita delle rovine di Pisac e del mercato e nel pomeriggio visita della fortezza incaica di Ollantaytambo. Partenza con il trenino per Machu Picchu Pueblo (1 ora e 45 min.) e sistemazione in Hotel. Pernottamento.
    10
    GIORNO 10

    Machu Picchu - Valle Sacra

    Di prima mattina si risale in pulmino il colle di Machu Picchu (12 km), posto a 2350 metri di quota, per visitare con tranquillità le imponenti rovine dell'inaccessibile rifugio dell'ultimo Re Inca. Per chi lo desidera è possibile raggiungere la Porta del Sole (1 ora di cammino). Rientro in treno per Ollantaytambo e trasferimento in Hotel. Pernottamento.
    11
    GIORNO 11

    Moray - Maras - Chincheros - Cusco

    Escursione sull'altipiano per visitare le saline di Maras, ancora oggi in attività, il vivaio di Moray utilizzato dagli Incas per acclimatare i semi di cereali, patate e fiori tropicali alle quote andine e il villaggio di Chincheros con il mercato artigianale (solo la domenica) e la chiesa del 1700. Trasferimento a Cusco (30 km) e pomeriggio a disposizione nella città più bella del Sud America. Pernottamento.
    12
    GIORNO 12

    Cusco - Andahuaylas

    Ripresi i mezzi fuoristrada si prosegue il viaggio attraverso le Ande. Percorrendo la Valle del Rio Limatambo si risale il passo di Sayhuite (3900 m-slm), nel panorama della Cordillera  Vilcabamba con il Nevaio Salcantay (6271 m). Superata la cittadina di Abancay si percorre la strada sterrata che dalla valle del Rio Apurimac si risale alla Laguna Pacucha e si raggiunge Andahuaylas (335 km - circa 8 ore). Pernottamento in modesto Hotel.
    13
    GIORNO 13

    Andahuaylas - Ayacucho

    Una tappa alla scoperta di luoghi e genti lungo il percorso di sali e scendi con passi in quota (4000 m-slm) e altipiani. Arrivo ad Ayacucho (252 km - circa 7 ore), posta a 2760 metri di quota. Pernottamento.
    14
    GIORNO 14

    Ayacucho

    Conosciuta come la città delle chiese, Ayacucho è una cittadina che mantiene il folclore peruviano. Visita del mercato coperto e di alcune delle 33 chiese barocche: la cattedrale, la Compania di Gesù, San Francesco d'Assisi, Santo Domingo e Santa Clara. Escursione alle rovine preincaiche di Wuari (450/900 d.C.) e a Pampa Quinua, dove nel 1821 avvenne l'ultima battaglia per l'indipendenza del Perù. Pernottamento.
    15
    GIORNO 15

    Ayacucho - Ica

    Partenza per la città desertica di Ica (390 km - circa 6 ore) risalendo un passo a 4200 metri per poi discendere fino alla costa del Pacifico. Lungo il percorso visita di Tambo Colorado, un'interessante punto di sosta lungo un percorso incaico. Arrivo a Ica. Pernottamento.
    16
    GIORNO 16

    Ica - Nasca - Ica

    Partenza per Nasca (140 km). Visita dell'interessante  Museo Antonini per conoscere le civiltà precolombiane, delle rovine di Paredones e degli acquedotti incaici. Tempo a disposizione per il sorvolo facoltativo delle linee di Nasca. Rientro a Ica. Pernottamento.
    17
    GIORNO 17

    Ica - Paracas - Lima - Rientro in Italia

    Navigazione in barca a motore alle Isole Ballestas considerate le Galapagos del Perù. Al termine escursione nel deserto costiero della Riserva Naturale di Paracas e partenza per Lima (260 km - circa 4 ore). Arrivo all'aeroporto in tempo utile per la partenza con il volo di rientro in Italia.
    18
    GIORNO 18

    Arrivo in Italia

    GIORNO PRECEDENTE
    GIORNO SUCCESSIVO