Mongolia da esplorare

La steppa e il deserto del Gobi

Un viaggio nella purezza di una terra meravigliosa, immersa nella natura più intatta e nella spiritualità più profonda. Dalla moderna capitale Ulaanbaatar a quella antica, Karakorum, centro dell'impero più vasto della storia, passando dal deserto del Gobi. L'incontro con i nomadi incanta per la loro ospitalità in una realtà immutata da secoli, come le funzioni lamaiste, le cerimonie buddhiste e sciamaniche.

Servizi

Il viaggio prevede lunghi trasferimenti su strada asfaltata e su piste sterrate e polverose, a volte disagevoli. I mezzi utilizzati sono minivan fuoristrada di fabbricazione giapponese, tipologia Mitsubishi Delika o Landcruiser (4 persone per vettura), adatti alle piste mongole e con guide e autisti affidabili ed esperti. E' prevista anche la presenza di una guida locale parlante italiano. I pernottamenti sono in Hotel 3* nella capitale e in campi gher lungo il percorso: tende tipiche mongole arredate con due o quattro comodi letti provvisti di lenzuola e coperte (a volte da 4/6 posti letto) con servizi igienici, bagni e docce in comune.

Quote individuali di partecipazione in camera doppia

2 partecipanti € 3.230,00
4 partecipanti € 2.840,00
Da 6 a 8 partecipanti € 2.490,00
Suppl. camera e tenda gher singola Su richiesta
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 330,00
Assicurazioni bagaglio/sanitaria/annullamento € 98,00
Visto turistico € 120,00
Suppl. partenza Festival di Nadaam Su richiesta
Partenze da altri aeroporti Su richiesta
Quota gestione pratica € 70,00

Supplementi volo

Dal: 15/06/2018 Al: 09/07/2018 € 350,00
Dal: 21/08/2018 Al: 18/09/2018 € 350,00
Dal: 10/07/2018 Al: 20/08/2018 € 530,00

Quote di partecipazione
Il presente programma è basato su orari, tasse aeroportuali, tariffe dei trasporti e costi dei servizi a terra in vigore il mese di Gennaio 2018.
Le quote sono valide fino al: 31/12/2018.

Le quote di partecipazione sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,22 USD.

Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione (classe L) e compagnia aerea (Aeroflot), in partenza da Milano. E' possibile richiedere (con eventuale supplemento) la partenza da tutti gli altri aeroporti italiani.

Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati, o similari.

Qualora i servizi indicati non fossero disponibili al momento della prenotazione Earth si riserva il diritto di modificare le quote qui riportate, sulla base dei costi dei nuovi servizi confermabili.

Una variazione delle tariffe dei trasporti, dei costi dei servizi o del tasso di cambio indicati che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determinerà una revisione delle quote.

Sono escluse dalla "quota di partecipazione" le tasse aeroportuali e l'eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, sono indicati all'atto della prenotazione e verranno riconfermati all'emissione del biglietto aereo.

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Aeroflot da Milano Malpensa a Ulaanbaatar e ritorno, via Mosca, in classe economica
  • Trasferimenti privati da e per l'aeroporto a Ulaanbaatar
  • Tour con mezzi fuoristrada, tipologia Mitsubishi Delika o LandCruiser o similare, con autista, carburante e assistenza meccanica (massimo 4 passeggeri per vettura)
  • Pernottamenti in Hotel 3 stelle a Ulaanbaatar e in campi gher (con bagni in comune), come indicato nel programma
  • Trattamento di pensione completa
  • Visite ed escursioni con ingressi ai Musei, Parchi e Riserve
  • Guida/accompagnatore locale parlante italiano per tutto il tour (se disponibile)
  • Polizza "Viaggi Rischio Zero", UnipolSai Assicurazioni
  • Guida della Mongolia, ed. Polaris
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (Euro 330,00, da riconfermare all'emissione del biglietto aereo)
  • Assicurazione bagaglio/sanitaria/annullamento
  • Quota gestione pratica (Euro 70,00)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
  • Early check in e late check out negli alberghi, eccetto dove specificato
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - Partenza per Ulaanbaatar

Partenza con volo di linea per Ulaanbaatar.
Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno - Arrivo a Ulaanbaatar

Arrivo, disbrigo delle formalità di ingresso e incontro con la nostra organizzazione.
Trasferimento in Hotel.
Pranzo in ristorante locale.
Nel pomeriggio visita del Museo di Storia Nazionale*, che ripercorre la storia della Mongolia dall’antichità fino alla rivoluzione democratica del 1990, incluso il periodo di Gengis Khan, e della piazza principale - Sukhebaatar - con i monumenti dedicati all’omonimo eroe e a Gengis Khan.
Cena e pernottamento in Hotel.

*In alternativa al Museo di Storia Nazionale, è possibile visitare il Museo dei dinosauri mongoli (a vostra scelta)

3° Giorno - Il Gobi Centrale

Distanza percorsa in auto: 260 km - ca 6/7 ore.
Prima colazione in Hotel.
Partenza al mattino per il deserto del Gobi lungo un percorso caratterizzato da tipici scenari di vita mongola. Arrivo nel Gobi centrale e visita di Baga Gazryn Chuluu, una montagna sacra che si trova a 1760 metri sopra il livello del mare, famosa per le formazioni uniche di roccia granitica e per il suggestivo paesaggio in cui è situata. Escursione tra queste bizzarre forme naturali che evocano le figure più strane.Pranzo in corso d'escursione.
Cena e pernottamento in campo gher.

4° Giorno - Verso il Gobi Meridionale

Distanza percorsa in auto: 400 km.
Prima colazione al campo gher.
Si prosegue in direzione sud per raggiungere la Valle delle Aquile (Yolyn Am), situata all'interno del Parco Nazionale Gurvan Saikhan. Nel Gobi del Sud le precipitazioni sono scarse, tuttavia la Valle delle Aquile è nota per le sue pareti di ghiaccio che durante l'inverno raggiungono diversi metri di spessore e kilometri di lunghezza. Fino a qualche anno fa il ghiaccio non si scioglieva mai completamente, mentre adesso nei mesi estivi tende a scomparire.
Passeggiata e pranzo box lunch nella bella valle delle Aquile.
Cena e pernottamento in campo gher.

5° Giorno - Gobi Meridionale: la dune di Khongryn Els

Prima colazione al campo gher.
Il viaggio prosegue verso le spettacolari dune di sabbia di Khongryn Els, che raggiungono un'altezza di 300 metri, un'ampiezza di 12 km e una lunghezza di circa 100 km. Sono chiamate "dune che cantano" poiché quando si alza il forte vento del deserto producono un suono particolare. All'estremità nord delle dune si è formata una bella oasi dove crescono erba e fiori, per cui è piacevole vedere vegetazione in mezzo al deserto. Escursione in cima alle dune per ammirare il paesaggio.
Pranzo in corso d'escursione. Cena e pernottamento in campo gher.

6° Giorno - Gobi Meridionale - Bayanzag

Prima colazione al campo gher.
Si prosegue verso Bayanzag, per vedere le "Rupi fiammeggianti", dove sono stati ritrovati importanti resti di dinosauri ad opera di numerosi paleontologi tra i quali Roy Chapman Andrews. Qui sono stati effettuati i primi ritrovamenti di uova di dinosauro e di resti di Velociraptor. Questa zona è chiamata anche "Rupi fiammeggianti" per il colore rosso-arancio delle rocce.
Dopo pranzo, escursione nei dintorni e visita ad una famiglia di allevatori di cammelli, che vi permetterà di apprendere importanti dettagli della vita nomade.
Cena e pernottamento in campo gher.

7° Giorno - Bayanzag - Ongiin Hiid

Distanza percorsa in auto: 170 km.
Prima colazione al campo gher.
Si parte verso il tempio di Ongi.
Pranzo al campo gher. Nel pomeriggio, visita del tempio. Fondato nel 1760 sulle rive del fiume Ongi, era uno dei più grandi e importanti monasteri della Mongolia, con 2 complessi uno a nord e uno a sud dell'omonimo fiume, collegati da un ponte di cui restano le fondamenta.
Nei 30 templi che formavano il complesso risiedevano 1000 monaci, quasi tutti uccisi o costretti a arruolarsi come militari dai Russi negli anni '30.
Qualche monaco è riuscito salvarsi scappando e diventando pastore. Il tempio di Ongi fu quindi distrutto e abbandonato per lungo tempo. Solo dopo il 1990, con la caduta del comunismo, sono tornati a Ongi 3 monaci che avevano iniziato lì la loro formazione buddista circa 60 anni prima. Piano piano, questi monaci hanno iniziato a ricostruire il tempio sulle vecchie rovine.
Cena e pernottamento in campo gher.

8° Giorno - Ongiin Hiid - Kharakorum

Distanza percorsa in auto: 250 km - ca 6/7 ore.
Prima colazione al campo gher.
Il viaggio prosegue in direzione di Kharakorum. Lungo il tragitto sosta al monastero di Shank Hiid, uno dei più antichi templi della Mongolia. Possibilità di trekking lungo il fiume Orkhon. Arrivo a Kharakorum e visita della città, fondata nel 1220 e antica capitale del grande impero mongolo, distrutta dai cinesi del 1382. Pranzo in corso d'escursione.
Cena e pernottamento in campo gher.

9° Giorno - Karakorum - Tsenher

Distanza percorsa in auto: 200 km - ca 5/6 ore.
Al mattino visita dell'Erdene Zuu il primo monastero buddhista edificato in Mongolia nel 1586.
È il primo monastero buddista in Mongolia, sorto sulle rovine di Kharakorum nel 1586 per ordine di Abtai Sain Khan, lontano parente di Gengis Khan e uomo molto influente. Il complesso è circondato da un muro di 108 "stupa" bianchi (lo stupa è un monumento utilizzato per conservare reliquie, tipico della religione buddista). Di più di 60 templi presenti in origine, la Rivoluzione Culturale degli anni '30 ne ha risparmiati soltanto 3. Il monastero di Erdene Zuu è nuovamente in funzione e se siete fortunati potrete assistere ad una cerimonia nella sala di preghiera più importante.
Partenza per la sorgente calda di Tsenher (200 km) dove sono stati portati alla luce siti archeologici paleolitici datati fino a 40.000 anni fa. Sempre a Tsenher ci si rilassa alle sorgenti calde, vicino a un campo gher.
Pensione completa e pernottamento in campo gher.

10° Giorno - Tsenher - Lago Terkhiin

Distanza percorsa in auto: 180 km - ca 5/6 ore.
Partenza per Taikhar, una roccia che si erge solitaria in una pianura. Proseguimento in direzione est per raggiungere Terkhiin Tsagaan Nuur: un lago di origine vulcanica dove è possibile avvistare animali rari come cervi e cormorani giganti. Possibilità di risalire il vulcano Khorgo.
Pensione completa e pernottamento in campo ghe

11° Giorno - Lago Terkhiin - Lago Ogii

Distanza percorsa in auto: 340 km - ca 8/9 ore.
Partenza per il lago Ogii (240 km), paradiso del birdwatching. In questa zona è possibile ammirare due tra le più interessanti stele di pietra turche presenti in Mongolia (VIII Sec.), con iscrizioni in antico turco e cinese. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

12° Giorno - Lago Ogii - Elsen Tasarkhai

Distanza percorsa in auto: 190 km - ca 4/5 ore.
Partenza per la riserva nazionale Khongo Khaan e visitare il tempio Uvgun costruito nel 1660 sulle macerie del monastero distrutto dall'esercito zingaro, in omaggio ai monaci sterminati. Nel pomeriggio si prosegue per Elsen Tasarkhai (Bayangobi), un'area unica che unisce foresta, dune di sabbia e montagne. Pranzo tipico in famiglia nomade. Possibilità di apprendere come producono i prodotti caseari e di effettuare escursione in cammello o a cavallo sulle dune nei dintorni.
Cena e pernottamento in campo gher.

13° Giorno - Elsen Tasarkahi - Khustai Nuruu - Ulaanbaatar

Distanza percorsa in auto: 270 km - ca 6 ore.
Ultima tappa del viaggio per rientrare a Ulaanbaatar. Lungo il percorso, sosta al Parco Nazionale Khustai Nuruu, che copre una superficie di 900 kmq. Qui, a partire dal 1993, sono stati reintrodotti i Takhi, chiamati anche cavalli di Prezewalski, ultimi esemplari di cavalli selvaggi esistenti al mondo. Sono cavalli di taglia piccola e corporatura robusta, con mantello color beige e crini neri. Sono geneticamente differenti dai cavalli domestici, per questo è importante che si riproducano tra loro. Attualmente il parco ospita un centinaio di esemplari.
Pranzo in corso d'escursione. Arrivo in città e tempo a disposizione.
Cena di arrivederci in ristorante locale.
Pernottamento in Hotel.

14° Giorno - Ulaanbaatar - Rientro in Italia

Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia.

Mongolia, in viaggio verso Bayanzag Bayanzag, Mongolia

Partiamo insieme alla scoperta di Bayanzag, nel cuore della Mongolia meridionale, uno dei luoghi più suggestivi di tutto il Paese. Pronti?
 L’area di Bayanzag, nella provincia meridionale di Omnogov, fa parte del deserto del Gobi. Si tratta della vasta regione deserta […]

The post Mongolia, in viaggio verso Bayanzag appeared first on Be Earth.




Il viaggio in fuoristrada 4×4 Il viaggio in fuoristrada 4x4

Un viaggio in fuoristrada è il modo più completo ed entusiasmante per esplorare e scoprire un Paese. Viaggiare con un veicolo 4×4 o con un Suv consente infatti di raggiungere luoghi che gli itinerari “normali” non comprendono e permette di […]

The post Il viaggio in fuoristrada 4×4 appeared first on Be Earth.







Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Mongolia da esplorare

 







Aiutaci a migliorare