Etiopia del Sud - La Valle dell'Omo - Partenza 22 Maggio 2019

Tour di gruppo a date fisse

Etiopia del Sud: l'immenso “museo" etnografico e naturalistico nella Valle dell’Omo Dalla Rift Valley alla Valle del fiume Omo, attraverso savane, deserti e montagne, lungo un percorso che si estende da Addis Abeba al confine nord del Kenya. E’ l'Etiopia tribale, arroccata nei suoi villaggi di bambù e di foglie di falso banano; è la terra di etnie con lo sguardo rivolto all’origine della storia dell’uomo. Corpi decorati, scarnificati e dipinti, piattelli di argilla inseriti nel labbro inferiore, capelli acconciati con ocra e resina, abiti intrecciati con corteccia d’albero, tecniche di coltivazione della terra che hanno il sapore della Bibbia. Uno straordinario insieme di antropologia, etnia e natura che mostra anche la fragilità di popoli, culture e tradizioni ancestrali che deve essere sostenuta e difesa. Suggeriamo un viaggio nell’Etiopia del Sud per immergersi in un territorio incredibile dove, con un giusto realismo, è ancora possibile vivere l’emozione della scoperta!

Servizi

- I trasferimenti sono privati con mezzi fuoristrada e autisti esperti. - I pernottamenti sono previsti in Hotel e Lodge con alcuni pernottamenti in campi tendati. - E’ garantita la guida parlante italiano da un minimo di 2 partecipanti - La partenza è garantita con un minimo di 2 partecipanti. Il viaggio prevede la copertura di un’area geografica molto vasta, pertanto gli spostamenti previsti in fuoristrada 4x4 possono essere di lunga durata con percorsi anche su strada sterrata. Il viaggio richiede una buona capacità di adattamento. Partenze individuali su richiesta.

Partenze di gruppo


Quote individuali di partecipazione in camera doppia

2 partecipanti € 2.700,00
Suppl. camera singola € 260,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 210,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 98,00
Partenze da altri aeroporti Su richiesta
Quota gestione pratica € 70,00

Supplementi volo

Dal: 30/06/2019 Al: 21/08/2019 € 280,00
Dal: 16/12/2019 Al: 12/01/2020 € 280,00

Quote di partecipazione
Il presente programma è basato su orari, tasse aeroportuali, tariffe dei trasporti e costi dei servizi a terra in vigore il mese di ottobre 2018.
Le quote sono valide fino al: 31/12/2019.

Le quote di partecipazione sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,15 USD.

Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione (classe V) e compagnia aerea (Ethiopian Airlines), in partenza da Milano. E’ possibile richiedere (con eventuale supplemento) la partenza da tutti gli altri aeroporti italiani.

Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati, o similari.

Qualora i servizi indicati non fossero disponibili al momento della prenotazione Earth si riserva il diritto di modificare le quote qui riportate, sulla base dei costi dei nuovi servizi confermabili.

Una variazione delle tariffe dei trasporti, dei costi dei servizi o del tasso di cambio indicati che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determinerà una revisione delle quote.

Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, sono indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

IMPORTANTE: I servizi a terra sono garantiti fino a 20 giorni dalla data di partenza.

Recesso del consumatore (Penalità di annullamento)
In base alle Condizioni Generali di Contratto sul sito www.earthviaggi.it, al consumatore che receda dal contratto prima della partenza, fatta eccezione per i casi elencati al primo comma dell'articolo 9 (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici) e indipendentemente dal pagamento dell'acconto previsto dall’articolo 7, 1° comma (delle Condizioni Generali di Contratto di vendita di Pacchetti Turistici)  e tranne ove diversamente specificato in seguito e/o in fase di conferma dei servizi, saranno addebitati a titolo di penale:
- Il premio della copertura assicurativa;
- La quota gestione pratica;
- Le seguenti percentuali sulla quota viaggio:
    - fino a 30 giorni prima della partenza: 25% della quota di partecipazione
    - da 29 a 20 giorni prima della partenza: 35% della quota di partecipazione
    - da 19 a 14 giorni prima della partenza: 50% della quota di partecipazione
    - da 13 a 5 giorni prima della partenza 75% della quota di partecipazione
    - oltre tale termine: 100% della quota di partecipazione

Oltre alle penalità relative alla biglietteria aerea (tariffe speciali, instant purchase, low cost e voli di linea).

Si precisa che:
- il riferimento è sempre ai giorni “di calendario”;
- per determinate destinazioni, per particolari servizi, per i gruppi precostituiti e per determinate combinazioni di viaggio, le penali sopra riportate potranno subire variazioni anche rilevanti;
- per determinati servizi turistici e non turistici le penali possono essere del 100% già al momento della proposta irrevocabile o della prenotazione/conferma da parte del tour operator; tali variazioni saranno indicate nei documenti relativi ai programmi fuori catalogo o ai viaggi su misura o a viaggi e servizi in genere non rientranti pienamente o parzialmente nel presente catalogo;
- in ogni caso, nessun rimborso spetta al consumatore che decida di interrompere il viaggio o il soggiorno per volontà unilaterale.

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Ethiopian Airlines da Milano ad Addis Abeba e ritorno, in classe economica
  • Tour con mezzi fuoristrada, autisti esperti, carburante e assistenza meccanica
  • Veicolo di appoggio con il materiale per il campeggio (tavolini, sedie, bacinelle per lavarsi)
  • Cuoco professionista con materiale da campeggio e cucina
  • Navigazioni collettive con imbarcazioni locali sul lago Chamo e sul fiume Omo
  • Pernottamenti in camera doppia standard negli Hotel e Lodge indicati (o similari)
  • Una camera ogni 4 persone in day use ad Addis Abeba fino alle ore 19,00
  • Pernottamenti in campi tendati, con materiale da campeggio (tende e materassini)
  • Trattamento di pensione completa durante il tour (con alcuni pasti a pic nic), come indicato in programma, con acqua minerale nei pasti
  • Guida locale parlante italiano a partire da 2 partecipanti
  • Visite ed escursioni indicate, compresi gli ingressi
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Guida dell’Etiopia Ed. Polaris (una per camera)
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (attualmente circa 210,00 euro, importo da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
  • Tasse per videocamere e apparecchi fotografici
  • Visto d’ingresso (52 usd
  • da ottenere online prima dell’arrivo ad Addis Abeba, vedi paragrafo formalità d’ingresso)
  • Early check in e late check out negli alberghi, eccetto dove specificato
  • Escursioni e visite facoltative oltre a quelle indicate nel programma
  • Materiale personale per i pernottamenti al campo (sacco a pelo, cuscino e pila)
  • Pasti non previsti in programma, menu à la carte, bevande, mance extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - mercoledì 22 maggio - Partenza per Addis Abeba

Partenza da Milano con volo di linea Ethiopian Airlines per Addis Abeba.
Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno - giovedì 23 maggio - Arrivo ad Addis Abeba - Ziway

(km 180 - 3 ore e 30 minuti circa)

Arrivo ad Addis Abeba, disbrigo delle formalità doganali e incontro con l’organizzazione locale e la vostra guida.
La città di Addis Abeba giace ai piedi del Monte Entoto, ed ha la caratteristica di una grande escursione altimetrica passando dai 2.326 metri della periferia meridionale nella zona dell'aeroporto di Addis Abeba-Bole agli oltre 3.000 della zona settentrionale.
Colazione in un caffè della capitale e visita al museo Museo Nazionale che conserva i resti fossili di Lucy, antica progenitrice ominide vissuta 3.5 milioni di anni fa.
Partenza per Ziway lungo la savana della Rift Valley in direzione sud, fino al lago Ziway, in Oromia, ai confini dell’Arsi occidentale. Questo lago è uno dei laghi della valle del rift che offre la maggior varietà di avifauna; si racconta inoltre che l’Arca dell’Alleanza sia stata nascosta in una delle sue isole per oltre 200 anni.
All’arrivo passeggiata per ammirare l’avifauna e osservare la vita quotidiana che si svolge sulle rive del lago.
Sistemazione in Hotel a Ziway.  
Pensione completa e pernottamento in Hotel.

3° Giorno - venerdì 24 maggio - Ziway - Maze Park

(km 290 - 5 ore e 30 minuti circa - asfalto e pista)

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Sodo, dove si arriverà per il pranzo. La pista attraversa la regione dei Wolayta un fertile altipiano coltivato a cereali, l’ensete, conosciuta come la falsa banana, la manioca e altri tuberi locali.  Lungo il percorso sosta in un villaggio Wolayta.
Nel pomeriggio, dopo aver attraversato il territorio dei Gamo, si raggiunge il Meza Park, un’area protetta creata per difendere l’antilope Swaynes.
Cena e pernottamento al campo.

4° Giorno - sabato 25 maggio - Maze Park - Villaggio Gamo

(km 50 - 1 ora e 30 minuti circa - pista)

Prima colazione al campo.
Esplorazione mattutina del parco. Birdwatchinhg e appostamenti per osservare i movimenti delle antilopi e di altri animali. Il viaggio attraversa grandi paesaggi rurali fino alla terra dei Gamo, che hanno una struttura sociale clanica. Sono un popolo orgoglioso e conservano le loro tradizioni, il loro nome ricorda la forza del leone. Erano conosciuti come grandi cacciatori.
Il sabato, si svolgono diversi mercati in questa regione, che cominciano nel tardo pomeriggio e durano fino a notte inoltrata. I banchi sono illuminati da centinaia di lumini ad olio.  
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento al campo.

5° Giorno - domenica 26 maggio - Villaggio Gamo - Jinka

(km 110 - 2 ore e 30 minuti circa - pista)

Prima colazione al campo.
Partenza dalla regione dei Gamo attraversando le colline abitate dagli Ari fino alla cittadina di Jinka, nella valle dll’Omo.
Gli Ari sono l’etnia maggioritaria nella valle dell’Omo e sono in circa 150 mila, sparsi in un territorio che va dal nord del Mago Park fino alle colline attorno a Jinka. Data la vastità del territorio in cui vivono, le tradizioni culturali e le attività lavorative cambiano a seconda delle zone. Nelle zone più fertili, gli Ari coltivano mais, caffè, l’ensete e anche miele. Gli Ari che vivono sulle colline sono organizzati in villaggi ordinati con case affrescate con colori naturali.
Pranzo in corso d’escursione.
Nel pomeriggio visita del Museo Etnografico di Jinka.
Il South Omo Research Center è nato dall’idea e dal lavoro decennale dell’antropologo tedesco Ivo Strecker che lo amministrò con l’Istituto di Studi Etiopici di Addis Abeba. Ora la gestione è affidata all’Università di Arba Minch con partner prestigiosi come il Max Plack Institute per la ricerca sociologica. L’attività è basata sul vero e proprio museo, sulla biblioteca e sullo sviluppo della ricerca. Questo centro è un buon punto di partenza per prepararsi a cogliere i numerosi stimoli che offriranno le escursioni nell’ambiente e tra la gente della Valle dell’Omo.
Cerna e pernottamento in lodge.

6° Giorno - lunedì 27 maggio - Jinka - Mursi - Benna

(km 230 - 5 ore circa - pista)

Prima colazione in Lodge.
Partenza per il parco di Mago, uno dei territori più belli del sud dove pascolano i kudu e si trovano gruppi di elefanti e mandrie di bufali e più di 200 specie di uccelli. La regione è abitata dai Mursi, una delle popolazioni nilotiche più famose dell’Etiopia. Le loro donne si deformano il labbro con un piattello labiale come forma di bellezza.
Pranzo in corso d’escursione.
Rientro a Jinka e visita di un mercato poco conosciuto ma molto interessante in quanto punto d’incontro di 3 etnie: i Male, i Benna e gli Ari.
In serata si giunge ad un villaggio Benna per il campo.
I Benna sono un gruppo etnico che vive in un territorio a nord degli Hamer e dei quali sono un sottogruppo. Le tradizioni dei Benna sono le stesse degli Hamer ma decorazioni e acconciature sono diverse: capelli a treccine e ornamenti fatti di perline blu e azzurre. Le donne portano in testa un copricapo fabbricato con una zucca tagliata a metà.
Cena e pernottamento al campo.

7° Giorno - martedì 28 maggio - Benna - Karo - Turmi

(km 200 - 3 ore e 30 minuti circa - pista)

Prima colazione al campo.
Partenza per visitare i villaggi Benna, che si suppone essere uno dei clan più numerosi degli Hamer. I Benna sono soprattutto pastori e vendono soprattutto tabacco, miele, pelli di capra, burro e frutta stagionale.
Con un breve trekking si giungerà al mercato settimanale di Alduba (solo il martedì), punto di incontro di Tsemay e Benna.
Pranzo in corso d’escursione.
Nel pomeriggio visita ai villaggi Karo, altro clan degli Hamer, specializzato nella pesca e che abita una dei posti più panoramici della valle dell’Omo.
I Karo sono una tribu’ di origine omotica ed è un gruppo di ormai solo 1500 persone, ed è l’etnia meno numerose della valle dell’Omo. Si dipingono il corpo con colori naturali - bianco gesso, nero carbone, giallo ocra… Il disegno più tipico è costituito da puntini bianchi. Le donne indossano delle collane di conchiglie, cinture di perline, braccialetti di rame. Le scarificazioni sono comuni a donne e uomini e mentre per le donne sono segno di bellezza, per gli uomini sono simbolo di vittoria contro i nemici. Sia le donne che gli uomini, inoltre, hanno dei piercing nel labbro inferiore, dove inseriscono vari tipi di ornamento.
Arrivo a Turmi in serata.  
Cena e pernottamento in lodge.

8° Giorno - mercoledì 29 maggio - Turmi - Omorate - Turmi

(km 160 - 3 ore circa)

Prima colazione in Lodge.
Partenza per Omorate (70 km - 2 ore circa), il villaggio sulle sponde del fiume Omo più meridionale dell’Etiopia vicino al confine con il Kenia. In questa area, vive la popolazione dei Dassanech.
I Dassanech vivono in un territorio nella zona del delta dell’Omo, dalla sua riva occidentale fino a sud, dove il fiume entra nel lago Turkana. Nei pressi di Omorate si possono visitare alcuni villaggi.
I Dassanech sono in circa 50mila. L’ambiente è quello caldo e secco della savana. Il Kenya è vicino e due dei clan di questa gente dal portamento elegante potrebbe essere originari proprio delle tribù Turkana del Kenya del Nord. La loro origine potrebbe essere nilotica. I Dassanech sono chiamati anche Galeb, sono pastori e pescatori e anche coltivatori; le capanne sono fatte da un telaio di rami ricoperto da pelli di animali, che si monta e smonta facilmente, come è nella tradizione dei popoli legati al nomadismo. Sulla sponda opposta a quella di Omorate ci sono alcuni villaggi Dassanech che possono essere visitati.
Da Omorate escursione in barca sull’Omo River per arrivare in un remoto villaggio dei Dassanech.
Pranzo in corso d’escursione.
Esplorazione della regione degli Hamer. Gli Hamer sono un gruppo etnico della valle dell’Omo di circa 45 mila persone che vive nel vasto territorio tra l’Omo River e il Chew Bahir. I principali villaggi Hamer sono Turmi e Dimeka, interessanti soprattutto durante i giorni di mercato settimanali. Sono grandi allevatori, con tutto il significato di prestigio e fierezza connesso al possedere mandrie di bovini e capre. Gli Hamer hanno acconciature riconoscibili e cariche di simboli: le donne preparano una mistura di ocra, acqua e resina, la applicano sui capelli e poi lavorano una ciocca dopo l’altra fino a ottenere tante trecce color rame chiamate “goscha”, segno di prosperità e benessere. Il “salto dei tori” è uno dei più celebri e discussi riti degli Hamer, un rito di iniziazione all’età adulta. I giovani Hamer devono dimostrare abilità e coraggio saltando sul dorso di sette tori in fila da cui devono scendere e salire quattro volte senza mai cadere. È un rito lungo, che va avanti fino al tramonto. Se la prova è superata con successo, i parenti di sesso maschile del ragazzo frustano le schiene delle donne della famiglia.
Cena e pernottamento al campo.

9° Giorno - giovedì 30 maggio - Turmi - Konso

(km 230 - 4 ore circa - asfalto/pista)

Prima colazione in Lodge.
Partenza per il mercato settimanale di Key Afer, un ampio villaggio a 1800 metri di altezza, sulla strada che da Konso porta a Jinka. È una zona abitata dagli Ari ma il mercato del giovedì è tra i più grandi della valle dell'Omo ed è punto di incontro anche per Hamer, Benna e Tsemay.
Arrivo a Konso e visita del museo. Il museo conserva testimonianze della cultura dei Konso, tra cui le famose “waka”, le stele funerarie in legno.
I Konso occupano l’ultimo tratto di dolce altopiano verso la valle dell’Omo prima che diventi savana. Una zona patrimonio Unesco per come i Konso hanno terrazzato i terreni salvandoli dall’erosione.
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento al campo.

10° Giorno - venerdì 31 maggio - Konso - Arba Minch

(km 120 - 4 ore circa)

Prima colazione al Campo.
Si prosegue verso nord fino ad Arba Minch. Nella zona della Rift Valley a sud del Walayta e di Sodo, Arba Minch è la città delle “quaranta sorgenti” che sorge sulle sponde dei laghi Chamo e Abaya, a 1300 metri, ed è una placida cittadina agricola diventata turisticamente interessante perché porta di accesso alla valle dell’Omo a sud e perché fa parte di uno dei più belli parchi faunistici africani, il Nech Sar, “Erba bianca”. Arba Minch era la città capoluogo di quella che era la regione del Gamo Gofa (queste regioni hanno perso il loro significato amministrativo ma nel sentire comune degli etiopi definiscono in maniera sintetica tradizioni e popoli) la sua influenza si estendeva ai contrafforti delle highlands a nord: non distante da Arba Minch il monte Gugi va oltre i 4000 metri, la zona dei montanari e tessitori Dorze, con le loro capanne in bamboo alte fino a dieci metri.
Escursione in barca sul lago Chamo nel parco del Nec Sar.
Il parco del Nech Sar e i laghi Chamo e Abay sono punti di osservazione per i birdwatchers; ma si possono osservare zebre, coccodrilli e ippopotami.
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento in Hotel.

11° Giorno - sabato 01 giugno - Arba Minch - Yergalem

(km 280 - 4/5 ore circa)

Prima colazione in Hotel.
Partenza al mattino partenza per Chencha, dove il sabato si svolge un mercato del popolo Dorse.
Proseguimento per la regione Sidamo, attraverso Shashemene ed Awasa.
Proseguimento poi per il cuore della regione Sidamo, dove troveremo uno dei lodge piú belli del Sud d’Etiopia, l’Aregash lodge. Qui la sera arrivano branchi di iene abituate a ricevere il cibo dal personale del lodge.
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento in Lodge.

12° Giorno - domenica 02 giugno - Yergalem - Addis Abeba - Rientro in Italia

(km 320 - 6 ore circa)

Prima colazione in Lodge.
Partenza per Awasa per una passeggiata lungo il lago e visita al tipico mercato del pesce.
La cittadina di Awasa è la più grande della Rift Valley e capitale degli stati del sud. Awasa è una città in fermento, con un grande polo universitario, con le palme e un clima che ricordano Bahar Dar. Anche Awasa è su un lago, il più piccolo della Rift Valley, ma abitato da ippopotami e numerose specie di uccelli. Il lago è circondato da un sentiero e il mercato del pesce - tra marabu e scimmie - è tra i luoghi che più ricordano l’aria di mare in una nazione che mare non ha.
Proseguimento per Addis Abeba. Dopo una breve sosta in Hotel (camere a disposizione in day use, una ogni 4 persone, fino alle 19:30), cena di arrivederci in ristorante.
Al termine trasferimento in aeroporto per la partenza del volo di rientro in Italia.

13° Giorno - lunedì 03 giugno - Arrivo in italia

Hotel previsti o similari

Stelle : -
Yirgalem Aregash Lodge
Ziway Haile Resort
Jinka Jinka Resort
Turmi Emerald Resort
Addis Abeba Azzeman Hotel
Arba minch Haile Resort



Etiopia, la rotta storica Etiopia, la rotta storica

Lei riposa in una teca di vetro. O meglio, quello che resta di lei. Un pezzo di cranio, uno di femore, parte della colonna vertebrale e del bacino e qualche altro osso del suo scheletro. Lei è Lucy, donna di […]

The post Etiopia, la rotta storica appeared first on Be Earth.


Lalibela, la Gerusalemme d’Africa Lalibela, Etiopia

L’Etiopia è la testimonianza più genuina della storia millenaria dell’Africa, una storia all’interno della quale si intrecciano le culture di tutto il Pianeta: prendiamo per esempio Lalibela. Situata nel nord dell’Etiopia a circa 600 chilometri dalla capitale Addis Abeba, Lalibela […]

The post Lalibela, la Gerusalemme d’Africa appeared first on Be Earth.







Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Etiopia del Sud - La Valle dell'Omo - Partenza 22 Maggio 2019

 







Aiutaci a migliorare