The Great Silk Road - Uzbekistan, Kirghizistan e Kazakistan

Antiche vie carovaniere sulla Via della Seta

L'Uzbekistan, il Kirghizistan e il Kazakistan sono tre delle cinque repubbliche ex. Sovietiche indipendenti tra il 1991 e il 1992 dopo più di centanni d'occupazione russa, che, insieme allo Xinjiang, regione autonoma cinese, costituiscono il Turkestan o Asia Centrale. E nel Turkestan, grazie anche alla linea di confine arzigogolata, frutto dello smembramento etnico staliniano degli anni 20, l'Uzbekistan sta proprio al centro, facilmente individuabile come l'area tra due fiumi Syr-Darya e lAmu-Darya (lantico Oxus, osso) che abbracciano alle loro foci il fertile ma breve bassopiano del lago Aral. Al centro, non solo geograficamente, l'Uzbekistan, infatti, si caratterizza, rispetto alle altre repubbliche, per la stanzialità delle sue popolazioni originarie che ha consentito di creare e lasciare nel tempo le testimonianze della loro straordinaria storia e civiltà. Oggi qui sono conservate alcune delle città più antiche del mondo cresciute sotto l'impero accamide dell'Iran (VI sec. a.C.) che furono poi, per ben 700 anni le tappe centrali della Via della Seta, la rete carovaniera che, inaugurata nel II sec. a.C. e percorsa anche da Marco Polo, in 200 giorni d'intenso commercio lungo le sue rotte, portava dall'antica Chang-an (lodierna Xian) a Costantinopoli quel misterioso tessuto, leggero e forte, chiamato seta. E la grande storia e il suo fluire la meta del viaggio in Asia Centrale: la riscoperta dell'antica Transoxiana, che ripercorre il passato di una terra che, per duemila anni, è stata punto d'incontro-scontro tra Oriente ed Occidente, tra il mondo nomade delle steppe e le civiltà stanziali e colte dei grandi imperi. Dal macedone Alessandro Magno al mongolo Gengis-Khan, dalla dinastia araba Samanide, che le rese centri mondiali dell'Islam, al turco Tamerlano, l'Uzbekistan racconta un'evoluzione culturale compiuta grazie all'incontro di due mondi: l'impero guerriero dell'erba, del cavallo e dell'arco, scomparso per sempre alla fine dell'800, in questa terra andava spegnendosi lentamente dentro una cultura dell'aratro, della scrittura e dell'arte.

Quote su richiesta

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Uzbekistan Airways da Milano a Tashkent e ritorno, in classe economica
  • Voli di interni da Tashkent a Urgench e da Almaty a Tashkent, in classe economica
  • Visti dingresso in Uzbekistan, Kazakistan e Kirghizistan
  • Tutti i trasferimenti a mezzi privati
  • Pernottamenti in camera doppia negli Hotel indicati in programma
  • Pensione completa per tutto il viaggio
  • Accompagnatori/guide locali parlante italiani per tutto il tour
  • Entrata a tutti i siti menzionati nel programma
  • Assicurazione bagaglio/sanitaria/annullamento, Mondial Assistance
  • Polizza Viaggi Rischio Zero, Navale Assicurazioni
  • Zainetto da viaggio
  • Guida di viaggio.

Le quote di partecipazione non includono

  • Camera e Video ticket durante le visite ai siti
  • Bevande, pasti non previsti, mance, facchinaggi, extra personali e tutto quanto non espressamente indicato
  • Volo in elicottero al campo base del Kan Tengri.

1° Giorno - Milano - Tashkent

Partenza con volo per Tashkent. Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno - Tashkent

Arrivo e incontro con la guida locale, trasferimento e sistemazione in Hotel. Visita della capitale dell' Uzbekistan , la città più grande e cosmopolita di tutta l'Asia centrale con una vivace vita culturale. La città vecchia, un labirinto di stradine dove si affacciano case in mattoni di fango con diverse moschee e vecchie madrasse. La grandiosa Madrasa di Kukeldash e alla vicina moschea di Juma, il mausoleo di Kaffal Shashi, la Madrassa Barak Khan, la moschea khasty Imam che conserva uno dei Corani più antichi al mondo. Pranzo in un ristorante locale Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

3° Giorno - Tashkent - Urgench - Khiva

Prima colazione in Hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di linea a Urgench. Arrivo, trasferimento a Khiva (35 km.) e sistemazione in hotel. In mattinata visita della cittadella di Khiva, chiamata Ichan - Kala, che ha mantenuto la struttura urbanistica originale all'interno delle mura perimetrali. Entrando da occidente uno dei primi edifici che si incontrano è la Madrasa di Mohammed Amin Khan, di fronte si trova il Kukhna Arc, fortezza e residenza dei sovrani di Khiva. Dopo la pausa per il pranzo si continuano le visite con il palazzo Tosh Khovli, la Madrasa di Alloquli Khan, la Madrasa di Kultlimurodinok, il Bazar e il caravanserraglio Alloqulihon, Il Mausoleo di Pahlavon Mohammed, il più sacro della città con le sue splendide piastrelle, e la moschea di Juma, con il soffitto sorretto da 218 colonne di legno intarsiato. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

4° Giorno - Khiva - Bukhara

Prima colazione in Hotel. Partenza per la città museo di Bukhara, attraversando il deserto di Kyzil Kum percorrendo un tratto dell'antica via della seta (circa 7 ore 450 km.). Sosta per il pranzo durante il percorso e arrivo a Bukhara alle 14 circa, sistemazione in hotel. Nel pomeriggio, visita del mausoleo di Ismail Samani, uno dei monumenti più antichi della città e uno degli edifici più eleganti dell'Asia Centrale, quello di Chashma Ayub il cui nome significa fonte di Giobbe. La piazza di Lyabi Hauz circondata da vecchi edifici ed il Bazar coperto, un intricato labirinto di vicoli con una miriade di negozi, ricolmi dei famosi tappeti Bukhara. Pranzo lungo il percorso. Cena in ristorante e pernottamento Hotel.

5° Giorno - Bukhara

Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alla visita di questa città millenaria con il suo centro storico tuttora abitato e probabilmente rimasto intatto negli ultimi due secoli. Si visita la più antica moschea dell'Asia Centrale, la Maghoki Attar, uno dei luoghi più sacri della città. Il Minareto Kalon alto 47 m. costruito nel 1127 con le sue 14 fasce decorative, la moschea Kalon in grado di contenere 10.000 persone. Di fronte sorge la Madrasa Miri Arab e la Madrasa di Amir Alim Khan. Si continua la visita con l'Ark, una massiccia fortezza reale, bombardata nel 1920 dall'armata Rossa. Di fronte alla fortezza si trova la principale piazza della Bukhara medioevale, il Registan, e il complesso della moschea di Bolo Hauz con il portico dipinto a colori vivaci. Pranzo in un locale caratteristico. Cena in ristorante con spettacolo folcloristico e pernottamento in Hotel.

6° Giorno - Bukhara - Shakhrisabz - Samarcanda

Prima colazione in Hotel. Partenza per Shakhrisabz, tranquilla cittadina uzbeka a sud di Samarcanda, che diede i natali nel 1336 a Tamerlano (circa 300 Km. 5 ore). Visita delle rovine dell' Ak Saray,il palazzo d'estate di Tamerlano, con il grandioso portale alto 40 m. ricoperto da splendidi mosaici. La moschea di Kok Gumbaz e il complesso di Khazrati Imam, con i resti del mausoleo di Dorussaodat. Al termine delle visite si prosegue per Samarcanda dove è previsto l'arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel (60 km. 1 ora). Pranzo lungo il percorso. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

7° Giorno - Samarcanda

Prima colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alla visita dei principali monumenti di Samarcanda, la città che nell'immaginario comune richiama alla mente la Via della Seta, punto cruciale delle strade che conducevano in Persia, India e Cina. Il complesso del Registan con le sue imponenti Madrase ricoperte da maioliche e mosaici azzurri. La gigantesca moschea di Bibi Khanym che risale all'epoca di Tamerlano, la necropoli di Shahi Zindah uno dei luoghi più suggestivi di Samarcanda. Pranzo in ristorante. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

8° Giorno - Samarcanda - Tashkent

Prima colazione in Hotel. Si continua la visita della città con il sito archeologico di Afrosiab, gli scavi di Marakanda l'antica Samarcanda. L'osservatorio di Ulughek sovrano del 1420 famoso come astronomo e il mausoleo di Guri Amir dove riposano i figli di Tamerlano. Infine il pittoresco e frenetico Bazar, dove si può trovare ogni genere di mercanzia. Nel pomeriggio trasferimento a Tashkent (280 Km. 4 ore) e all'arrivo sistemazione in hotel. Pranzo in ristorante a Samarcanda Cena in ristorante e pernottamento in Hotel

9° Giorno - Tashkent - Osh

Prima colazione in Hotel. Partenza per Osh la seconda città del Kirghizistan, lungo la strada sosta a Kokand (300 km. 5 ore) importante centro della valle di Fergana e secondo centro islamico dopo Bukhara nel 18° secolo. Visita al palazzo dell'ultimo Khan e ai più significativi monumenti della città. Proseguimento per Osh (150 km. 2 ore) passando il confine tra l'Uzbekistan e il Kirghizistan. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pranzo in ristorante a Kokand. Cena in ristorante e pernottamento in Guest House

10° Giorno - Osh

Prima colazione in GuestHouse. Giornata intera dedicata alla scoperta di questa città vecchia di 3.000 anni con la visita al caotico Bazar Jayma, che si tiene tutti i giorni, particolarmente interessante la domenica mattina. Uno dei mercati migliori di tutta l'Asia Centrale e non ha niente da invidiare a quello più famoso di Khasgar. Salita al Trono di Salomone, l'altura rocciosa che domina la città, da secoli luogo di pellegrinaggio. Pranzo in ristorante. Cena in ristorante e pernottamento in Guest House.

11° Giorno - Osh - Uzgen - Chychkan

Prima colazione in GuestHouse. Giornata di trasferimento lungo la strada Osh - Bishkek, molto interessante per i suoi paesaggi con valichi montani che superano i 3000 m. di quota, con la possibilità d' incontrare i nomadi Kirghizi. Lungo la strada (55 Km.) sosta all'antica città di Uzgen e visita dei suoi mausolei e di un minareto troncato. Visita alla riserva naturale di Chychkan ai piedi del passo Ala Bel (3184 m.). Sistemazione in Guest House nelle vicinanze del vasto bacino artificiale di Toktogul (460 km. circa). Pranzo in ristorante lungo il percorso. Cena in ristorante e pernottamento in Guest House.

12° Giorno - Chychkan - Bishkek

Prima colazione in Guest House. Passeggiata mattutina nella riserva naturale. Dopo il pranzo si continua il viaggio per Bishkek, attraversando i monti Alatau. La strada percorre paesaggi alpini toccando il punto più alto al passo di Tor Ashuu (3568 m.), per scendere poi attraverso un impervio canyon verso la cittadina di Kara Balta ed infine a Bishkek (200 km. circa). Pranzo in ristorante. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

13° Giorno - Bishkek

Prima colazione Guest House. Mattinata dedicata all'escursione della riserva naturale di Ala Archa, una grandiosa e aspra gola situata a sud della città. Nel primo pomeriggio ritorno a Bishkek e visita della città. Capitale e centro industriale del Kirghizistan , tranquilla e gradevole con ampie strade in stile tipicamente russo. Pranzo pic-nic nella riserva di Ala Archa. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

14° Giorno - Bishkek - Kochkor

Prima colazione in Hotel. Trasferimento al villaggio di Kochkor (220 km.), lungo la strada visita della torre di Burana e le rovine dell'antica cittadella di Balasagun, risalenti all' XI secolo. Sistemazione in una locale Guest House. Nel pomeriggio visita ad un laboratorio dove si tessono tappeti a mano. Nella zona si producono gli skyrdak tappeti di feltro con inserti colorati cuciti. Pranzo in ristorante. Cena in ristorante e pernottamento in Guest House.

15° Giorno - Kochkor - Lago Song Kul

Prima colazione in Gues House. Proseguimento del viaggio per il lago alpino di Song Kul a 3016 m. di quota, attraverso il passo di Sary Bulak (240 Km.). Pranzo e sistemazione in Yurte . Il lago e le sue rive fanno parte della riserva zoologica di Song kol , tra gli animali protetti figurano anche i lupi e numerosi uccelli acquatici. Pomeriggio libero per passeggiate nelle vicinanze. Cena e pernottamento in Yurte.

16° Giorno - Lago Song Kul

Prima colazione in Yurte. Giornata libera sul lago, uno dei luoghi più incantevoli del Kirghizistan Centrale, circondato da rigogliosi pascoli sfruttati dai pastori nei mesi estivi. Possibilità di escursioni a piedi oppure a cavallo passando tra gli accampamenti di Yurte, dove potrai essere invitato a provare il kymyz, la bevanda nazionale kirghisa (latte fermentato di cavalla) e diversi prodotti locali. Cena e pernottamento in Yurte.

17° Giorno - Lago Song Kul - Lago Issyk Kul

Prima colazione in Hotel. Partenza per il lago Issyk Kul uno dei più grandi laghi alpini del mondo secondo solo al Titicaca in Sudamerica . La grande profondità unita all'attività geotermica e ad una leggera salinità, fa sì che il lago non geli mai, neanche negli inverni più rigidi. Escursione ai petroglifi di Cholpon Ata, un campo di pietre di origini glaciale molte delle quali incise o decorate. Molte decorazioni raffigurano stambecchi, lupi, cervi e cacciatori risalenti all'età del bronzo, ( 1500 a.C. ) altri più recenti. Pranzo in ristorante. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

18° Giorno - Lago Issyk Kul - Karkara - Karakol

Prima colazione in Hotel. Trasferimento a Karkara ( 200 km.) passando per la cittadina di Karakol, da dove si può con uno spettacolare volo salire al campo base del Kan Tengri, una delle montagne più belle del mondo che sfiora i 7.000 m. di altezza (In caso di brutto tempo si effettuerà un'escursione nelle Karkara Valley). Ritorno a Karakol e sistemazione in Hotel. Pranzo al sacco. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

19° Giorno - Karakol - Djeti Oguz

Prima colazione in Hotel. Escursione nella valle di Djeti Oguz , una valle tipicamente alpina , abitata da pastori nomadi, chiusa da una catena di montagne che superano i 5000 m.. Numerosi ghiacciai scendono da questi picchi tra cui il più alto è Karakol con i suoi 5.260 m. Rientro a Karacol e visita della città con i suoi edifici risalenti all'epoca coloniale tra cui la Cattedrale della SS.Trinità, con le sue cupole gialle, la Moschea Cinese che sembra un tempio buddista costruito tutto in legno senza l'ausilio di chiodi. Pranzo al sacco. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

20° Giorno - Karakol - Almaty

Prima colazione in Hotel. In mattinata trasferimento a Almaty (350 km.) passando il confine tra il Kirghizistan ed il Kazakistan. Pranzo pic-nic lungo la strada. Nel pomeriggio visita della città con il parco Panfilov e la cattedrale Zenkov, costruita nel 1904, è uno degli edifici in legno più alto al mondo, costruito senza l'ausilio di chiodi. Cena in ristorante e pernottamento in Hotel.

21° Giorno - Almaty - Tashkent

Prima colazione in Hotel. Trasferimento all'aeroporto per il volo di linea per Tashkent. Arrivo e trasferimento in Hotel. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita al Chorsu Bazar nella città vecchia per passare poi alla parte moderna della città con le sue grandiose piazze: Amir Temur, Alisher Nanvoi con il teatro dell'Opera e del Balletto, la piazza dell' indipendenza. Cena in ristorante con spettacolo folcloristico e pernottamento in Hotel.

22° Giorno - Tashkent - Milano

Carlo Mauri, un sogno comune cover-carlo-mauri

Carlo Mauri un grande alpinista ed esploratore, che aveva come noi la passione di viaggiare. Veniva da Lecco, la stessa città in cui è nata e opera Earth Cultura e Natura. Per questo ci siamo riconosciuti del suo amore per […]

The post Carlo Mauri, un sogno comune appeared first on Be Earth.



Bukhara e Samarcanda via-della-seta-1

Bukhara e Samarcanda sono due delle più antiche città al mondo e hanno rappresentato per secoli l’epicentro della civiltà del vicino oriente. Situate in posizione strategica lungo la Via della Seta, Bukhara e Samarcanda mantengono inalterato il loro fascino millenario, […]

The post Bukhara e Samarcanda appeared first on Be Earth.


Lungo la Via della Seta via-della-seta

Signori imperadori, re e duci e tutte altre genti che volete sapere le diverse generazioni delle genti e le diversità delle regioni del mondo, leggete questo libro dove le troverrete tutte le grandissime maraviglie e gran diversitadi delle genti d’Erminia, […]

The post Lungo la Via della Seta appeared first on Be Earth.


Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

The Great Silk Road - Uzbekistan, Kirghizistan e Kazakistan

 








Aiutaci a migliorare