Tanzania - Cultura e Natura - Partenza 5 Marzo 2018

Parchi del Nord e Lago Natron

Un percorso inedito alla scoperta di Parchi normalmente non previsti nei circuiti turistici. Tutti i servizi sono privati ed esclusivi Earth: trasporti con automezzi (tipo Toyota Land Cruiser 4x4) modificati per uso safari, con 6 comodi posti e tetto apribile per osservare e fotografare. Ogni mezzo prevede un autista/ranger di lingua inglese. I pernottamenti sono in lodge e campi tendati selezionati per categoria e ubicazione. Il trattamento è di pensione completa durante il safari e nei Lodge, con pranzi pic nic per poter sfruttare al meglio i game drive. Assistenza H24 per tutto il viaggio. La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria esclusivamente per i viaggiatori provenienti da Paesi dove tale malattia è endemica, anche nel caso di solo transito aeroportuale (superiore alle 12 ore). Si consiglia, anche a coloro che provengono da Paesi in cui tale malattia non è endemica, di munirsi del certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

Partenze individuali

tutto l'anno

Partenze di gruppo


Quote individuali in camera doppia

2 partecipanti € 4.420,00
3 partecipanti € 3.970,00
4 partecipanti € 3.750,00
6 partecipanti € 3.530,00
Suppl. camera singola € 590,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 380,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 98,00
Quota gestione pratica € 70,00

Supplementi volo

Dal: 22/03/2018 Al: 15/04/2018 € 350,00
Dal: 01/07/2018 Al: 18/08/2018 € 350,00

Quote di partecipazione: Le quote di partecipazione pubblicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,18 USD. 

Quote valide fino al:
15/12/2018

Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione (U) e compagnia aerea (ET), in partenza da Milano. In caso di mancata disponibilità, verranno comunicati i supplementi della classe e/o della compagnia aerea disponibili. E’ possibile richiedere (con eventuale supplemento) la partenza da tutti gli altri aeroporti italiani. Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati. 

Una variazione delle tariffe aeree e del tasso di cambio indicato che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determineranno una revisione delle quote.

Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, saranno indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Ethiopian Airlines da Milano a Arusha/Kilimanjaro Airport, via Addis Abeba e ritorno, in classe economica
  • Tutti i trasferimenti con pulmini attrezzati 4x4 dall’arrivo ad Arusha alla partenza da Arusha, con almeno un autista/guida parlante italiano (se disponibile)
  • Tutti i safari fotografici come indicato in programma
  • Sistemazione in camera doppia standard negli Hotel e Lodge indicati, o similari
  • Trattamento di pensione completa durante il safari e di sola prima colazione ad Arusha
  • Ingressi ai Parchi e alle Riserve, come indicato in programma
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Guida “Tanzania”, ed. Polaris (una per camera)
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni)
  • Quota gestione pratica (Euro 70,00)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
  • Visto d’ingresso in Tanzania (rilasciato in loco all’arrivo al Kilimanjaro Airport 50 USD)
  • Tasse d’Ingresso delle apparecchiature fotografiche nei luoghi turistici (da pagare in loco)
  • Preaccettazione (early check in) e late check out negli alberghi, eccetto dove specificato
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, mance, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - lunedì 05 marzo - Partenza per Kilimanjaro - Arusha

Partenza con volo di linea dall’Italia (con scalo intermedio).

2° Giorno - martedì 06 marzo - Arrivo a Kilimanjaro - Arusha

Arrivo all’aeroporto di Arusha - Kilimanjaro e incontro con la nostra organizzazione. Trasferimento ad Arusha (50 km). Pernottamento.

3° Giorno - mercoledì 07 marzo - Escursione a Longido - Lake Manyara

Prima colazione in Hotel. Al mattino presto partenza da Arusha per Longido, nella regione del Western Kilimanjaro. Questa regione, dominata dalla vetta più alta dell’Africa, è una vasta area di savane aperte e boschi di acacie, che si estende oltre il confine con il Kenya. E’ un’area interessante dal punto di vista paesaggistico, ma soprattutto perché qui è possibile un’interazione più autentica con i Maasai, dal momento che siamo fuori dai circuiti più battuti. Escursione a piedi alla grotta della circoncisione e visita a un boma (villaggio). Se è sabato si visita il mercato di Oldonyo Sambo e se è mercoledì si visita il mercato del bestiame di Kisongo, dove i Maasai del circondario convergono per acquistare e vendere capre, pecore, buoi. Al termine, partenza alla scoperta della sorprendente fauna e dei paesaggi incredibili del nord Tanzania. Trasferimento al lago Manyara (km 180). Sistemazione in Lodge, cena e pernottamento.

4° Giorno - giovedì 08 marzo - Lake Manyara - Lake Eyasi

Prima colazione in Lodge. Giornata dedicata al fotosafari nel Parco. Il Lake Manyara, sotto la scarpata della Rift Valley, ospita ambienti estremamente vari, nonostante le sue piccole dimensioni (330 Kmq, di cui 200 occupati dal lago). Si va dalle fitte foreste alimentate dalle risorgive che affiorano ai piedi della Rift Valley, alle savane, alle zone acquitrinose a bordo lago. Numerosissime le specie animali, tra cui spiccano grandi colonie di babbuini, cercopitechi e altre specie di scimmie, elefanti, giraffe e ben 380 specie di uccelli. Qui, durante il periodo da dicembre a marzo, stanziano nutriti stormi di fenicotteri rosa, che poi migrano verso il Lake Natron tra giugno e ottobre. Tra i predatori sono numerosi i leopardi e i leoni; questi ultimi, infastiditi dall’umidità del terreno e dagli insetti, hanno acquisito l’abitudine (piuttosto rara presso questi grandi felini e riscontrata solo in poche altre zone) di arrampicarsi sui rami degli alberi. Al termine del fotosafari si raggiunge Lake Eyasi. Sistemazione in Lodge, cena e pernottamento.

5° Giorno - venerdì 09 marzo - Lake Eyasi - Ngorongoro Highlands

Prima colazione in Lodge. Lake Eyasi è un lago che si trova a sud-est degli altipiani di Ngorongoro. La regione circostante ospita un gruppo umano di estremo interesse: sono i bushmen Hadzabe, gli ultimi eredi di una civiltà di cacciatori raccoglitori nomadi che non conosce l’agricoltura, l’allevamento del bestiame, la ceramica e la metallurgia. Vivono di caccia praticata con arco e frecce e della raccolta di bacche e frutti spontanei. Sono gli ultimi eredi degli homines sapientes che proprio qui, lungo la Rift Valley, hanno mosso i primi passi circa 200.000 anni fa. Il loro stile di vita è rimasto immutato da millenni, vivono in piccoli gruppi erranti di una ventina di individui. Incontrarli è un’esperienza decisamente interessante. Nella regione vivono anche i Datoga, allevatori poligami originari del Corno d’Africa, giunti in questa regione seguendo le mandrie alla ricerca di pascoli. Si visita un villaggio e l’officina del fabbro che produce con tecniche antiche oggetti d’uso quotidiano, monili e le punte di freccia per i vicini Hadzabe, che lo ripagano con pelli di animali e miele selvatico. Si risale verso le Ngorongoro Highlands e sistemazione in Lodge. Cena e pernottamento

6° Giorno - sabato 10 marzo - Ngorongoro Highlands - Ngongoro Conservation Area - Serengenti Plains

Prima colazione in Lodge. Giornata di fotosafari nel Cratere di Ngorongoro. Il Cratere di Ngorongoro è un ambiente unico, senza uguali al mondo. E’ quello che resta di un antico cono vulcanico, la cui cima è collassata circa 2,5 milioni di anni fa, lasciando posto alla caldera attuale: un tronco di cono, che al suo interno ospita un “padellone” dal diametro di 16/20 km, con i bordi rialzati di circa 600 m rispetto al fondo, al cui interno si è sviluppata una savana dove vivono più di 25.000 grandi animali. Tutte le specie tipiche della regione, ad eccezione delle giraffe (che qui non trovano nutrimento) vivono nel Cratere di Ngorongoro. Il bordo del Cratere raggiunge un’altitudine di 2300 msm e offre viste da togliere il fiato. Le pendici esterne delle pareti sono ricoperte da un fitto manto di foresta primaria. Sistemazione in Lodge, cena e pernottamento.

7° Giorno - domenica 11 marzo - Serengeti National Park

Prima colazione in Lodge. Giornata dedicata al game drive nel Parco con uscite all’alba e nel pomeriggio. Il parco di Serengeti ospita, nelle sue savane di erbe basse punteggiate dalle caratteristiche acacie ad ombrello, la più alta concentrazione di erbivori selvatici del mondo. Immense mandrie di gnu, zebre e gazzelle migrano durante tutto l'anno seguendo il corso delle stagioni alla ricerca di acqua e pascoli. Intorno a loro si muovono i grandi predatori: leoni, leopardi, ghepardi e iene. Pensione completa al Lodge.

8° Giorno - lunedì 12 marzo - Serengeti National Park

Prima colazione in Lodge. Un’altra giornata dedicata al game drive nel Parco. Pensione completa al Lodge.

9° Giorno - martedì 13 marzo - Serengeti National Park - Lake Natron

Prima colazione al Lodge. Al mattino ultimo fotosafari nella porzione nord-orientale del Serengeti prima di uscire dal Parco e raggiungere la regione del Lake Natron percorrendo una pista che offre magnifiche viste. Lungo una cinquantina di km e largo circa 25, il Lake Natron è un lago fortemente alcalino che occupa una depressione creata dalla Rift Valley, in una regione di deserto lavico di aspra bellezza, all’estremo Nord della Tanzania. Il Natron è abituale zona di nidificazione di milioni di fenicotteri rosa che, ghiotti dei cianobatteri presenti in altissima concentrazione nelle acque del lago soprattutto durante la stagione secca (giugno-ottobre), affollano le sue sponde. L’area, estremamente arida, è dominata dal cono perfetto dell’Oldoinyo Leng’ai, il vulcano sacro al popolo Maasai che lo considera la dimora del Dio Leng’ai. Al pomeriggio è prevista l’escursione a piedi lungo il torrente Engare Sero che scorre in una stretta gola rocciosa, fino a una bella cascata dov’è possibile fare il bagno. Non è un trekking difficile, ma si cammina a tratti con i piedi nell’acqua (che raramente arriva all’altezza del ginocchio): necessario pertanto munirsi di costume da bagno e scarpe antisdrucciolo. Le sistemazioni al Natron sono poche e piuttosto spartane. Suggeriamo di includere questa tappa a tutti i viaggiatori che vogliono vivere un’esperienza diversa rispetto al classico safari.

10° Giorno - mercoledì 14 marzo - Lake Natron - Tarangire National Park

Prima colazione al Lodge. Al mattino escursione a piedi fino alle sponde del Lake Natron, attraverso un paesaggio aspro e quasi lunare. Al pomeriggio si percorre la scenografica pista che attraversa una vallata costeggiata dai picchi vulcanici frutto dei movimenti tellurici conseguenti alla fatturazione del Rift fino a raggiungere Mto wa Mbu. Arrivo al Parco Tarangire e fotosafari nel pomeriggio. Con i suoi 2.600 Kmq il Parco Nazionale del Tarangire costituisce un ambiente diverso dagli altri Parchi del Nord. Largo una trentina di km in direzione est-ovest e lungo un centinaio di km in direzione nord-sud, il Tarangire è il “parco dei giganti”: ospita infatti colossali baobab e grandi mandrie di elefanti, oltre a leoni, leopardi, antilopi, gazzelle, gnu, zebre, bufali e circa 500 specie di uccelli (tra stanziali e migranti), la più alta concentrazione della Tanzania. Il fulcro della vita è il fiume omonimo, che durante la stagione secca diventa, insieme alla Palude di Silale, l’unica fonte d’acqua disponibile e attira una gran quantità di animali. Cena e pernottamento al lodge.

11° Giorno - giovedì 15 marzo - Tarangire National Park - Arusha - Rientro in Italia

Prima colazione in Lodge. Trasferimento all’aeroporto di Arusha (circa 190 km) in tempo utile per la partenza del volo di rientro in Italia (con scalo intermedio). Pasti e pernottamento a bordo.

12° Giorno - venerdì 16 marzo - Arrivo in italia

Lodge previsti o similari

Stelle : -
Arusha Kibo Palace Hotel
Manyara Manyara Wildlife Camp
Lake Natron Natron River Camp
Serengeti Ndutu Safari Lodge
Tarangire Tarangire Sopa Lodge
Serengeti Mbugani Camp
Karatu Endoro Lodge
Eyasi Lake Eyasi Safari Lodge










Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Tanzania - Cultura e Natura - Partenza 5 Marzo 2018

 








Aiutaci a migliorare