Rajasthan con stile

Viaggio in India tra le fortezze dei Maharaja e i villaggi medievali

Ci sono luoghi in India, e forse solo in India, dove i muri dei templi contengono soffi d’eternità. Dove il tempo si annulla nella preghiera, dove il silenzio interiore ricopre le cose. Dove tra una folla assorta davanti a un dio, ci si sente parte di un tutt’uno. Partecipare al rito della musica, seguire la melodia di un canto, ascoltare il battito del cuore che piano prende il ritmo dei tamburi, immaginare davanti a sé quella scala sacra che ricongiunge al divino. Viaggiare in India significa viaggiare nella macchina del tempo, spostando gli anni avanti e indietro a piacere; saltando dalle moderne metropoli alle verdi campagne dove il tempo sembra essersi fermato; dai villaggi medievali del deserto alle remote valli delle montagne più imponenti. Viaggiare in India significa scoprire la sua grande cultura fatta di tradizioni, filosofie, religioni, spiritualità e storia. Viaggiare “con stile” non significa esclusivamente pernottare nei migliori alberghi e usufruire dei migliori servizi locali. Non è solo una questione di comfort. Per Earth viaggiare “con stile” assume soprattutto i connotati dell’esperienza piena e totale di un luogo e della sua gente, anche a fronte di trasferimenti disagevoli o di sistemazioni alberghiere basic. L’esperienza di viaggio in Rajasthan proposta in questo itinerario è piena e totale: l’itinerario, oltre a visitare le città classiche come le meravigliose dimore dei Maharaja di Jaipur, Udaipur e Jodhpur e l’affascinante Agra, si addentra nel Rajasthan antico dei piccoli centri medievali di Bundi, Sardargarh, Rohet e Osiyan, ancora al di fuori dei percorsi turistici, dove percepire le magiche atmosfere di un tempo e farsi avvolgere dall’atmosfera del Rajasthan più remoto e silenzioso. Si pernotterà in Hotel di differente categoria e in Palazzi/Castelli Heritage, trasformati in alloggi fascinosi dove l’atmosfera di un tempo è ancora intatta. I trasferimenti sono previsti in auto o pulmini, secondo il numero di partecipanti, con autista di lingua locale. Sono previste guide locali parlanti italiano (o inglese, a seconda della disponibilità) durante le visite previste. E’ prevista l’assistenza di personale parlante italiano H24. La partenza è garantita con un minimo di 2 partecipanti. Per le partenze individuali (2/3 partecipanti) è possibile richiedere, previa disponibilità, la presenza di un autista parlante italiano.

Bassa Stagione 16/04/2017 - 30/09/2017 Alta Stagione 11/01/2017 - 15/04/2017
2 partecipanti € 2.410,00 € 2.780,00
3 partecipanti € 2.130,00 € 2.500,00
Da 4 a 6 partecipanti € 2.100,00 € 2.470,00
Bassa Stagione 16/04/2017 - 30/09/2017 Alta Stagione 11/01/2017 - 15/04/2017
Suppl. camera singola € 700,00 € 1.030,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione) € 460,00 € 460,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 95,00 € 95,00
Suppl. mezza pensione (facoltativo) € 370,00 € 370,00
Quota gestione pratica € 70,00 € 70,00

Supplementi volo

Dal: 01/07/2017 Al: 25/08/2017 € 200,00
Dal: 15/12/2017 Al: 09/01/2018 € 250,00

Quote di partecipazione:
Le quote di partecipazione pubblicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,10 USD

Quote valide fino al:
30/09/2017

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea Lufthansa dall’Italia a Delhi e ritorno, in classe economica
  • Volo nazionale da Jodhpur a Delhi, in classe economica (15 kg franchigia ogni kg extra circa Usd 5 da pagare in aeroporto)
  • Sistemazione in camere doppie standard negli Hotel/Palace indicati, o similari
  • Trattamento di pernottamento e prima colazione in Hotel
  • Trasferimenti con mezzi privati (da 2 a 3 partecipanti Toyota Innova, da 4 a 6 Tempo Traveller) con aria condizionata e autista di lingua locale
  • Assistenza di guide locali parlante italiano (o inglese, a seconda della disponibilità) in tutte le località, durante le visite previste
  • Tutte le visite ed escursioni indicate in programma compresi gli ingressi ai musei, siti archeologici e parchi
  • Escursione in barca (collettiva) sul Lago Pichola (Udaipur)
  • Escursione con cammelli nel deserto del Thar (Jaisalmer)
  • Escursione con elefanti ad Amber (Jaipur)
  • Escursione in fuoristrada da Bundi a Sardargarh con pranzo box lunch
  • Assistenza all’aeroporto di partenza (se LIN, MXP o FCO)
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Guida “India del Nord”, ed. Polaris (una per camera)
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni, vedere dettaglio)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
  • Quota gestione pratica (Euro 70,00)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
  • Eventuali tasse d’ingresso per macchine fotografiche e videocamere (da regolarsi in loco)
  • Visto d'ingresso in India (Usd 50,00 da richiedere e acquistare on line a questo link)
  • Early check in o late check out negli Hotel
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, mance, facchinaggi, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - Italia - Delhi

Partenza dall’Italia con volo di linea diretto a Delhi. Arrivo nella capitale dell’India in serata, disbrigo delle formalità d’ingresso, incontro con la nostra organizzazione indiana. Trasferimento e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

2° Giorno - Delhi - Agra

Prima colazione in Hotel.
Mattinata dedicata alla visita della grande metropoli indiana, Delhi: visita di Old Delhi con la Jama Masijd, la moschea del venerdì più grande dell’India in grado di ospitare fino a 20.000 fedeli; il Tempio Sikh e la Tomba di Humayun, primo esempio di architettura Moghul in India risalente al XVI secolo, modello sul quale fu costruito quasi un secolo dopo il Taj Mahal di Agra.
Al termine delle visite, partenza per Agra (circa 3 ore).
Arrivo, sistemazione in Hotel e pernottamento.

3° Giorno - Agra - Jaipur

All’alba, visita del superbo Taj Ma¬hal, simbolo principale dell’architettura Moghul e dell’India, costruito a partire dal 1632 dall’imperatore Moghul Shah Jahan in marmo bianco e pietre semipreziose. Situato all’estremità di un bellissimo giardino chaharbagh, ovvero diviso in quattro zone come vuole la tradizione islamica, il Taj Mahal svetta sulle rive della Yamuna in tutta la sua maestosità con i quattro minareti ai lati della piattaforma di marmo bianco (attualmente il minareto destro anteriore è soggetto a lavori di restauro).  Il giardino adorno di vasche, fontane aiuole e piante, è attraversato da canali. 
Prima colazione in Hotel.
Proseguimento con la visita del Forte Rosso, Lal Qila, una delle meraviglie dell’arte Moghul edificato da Akbar “il grande” a partire dal 1565. A un chilometro e mezzo dal Taj Mahal sulle rive del fiume sorge il complesso di palazzi e giardini reali che ospitò per molti anni i sovrani Moghul. La cittadella fu edificata da Akbar a partire dal 1565 sulle fondamenta del vecchio forte della dinastia Lodi e fu ampliata e modificata dai suoi successori. Il perimetro a doppia fortificazione ha mura alte fino a 20 metri, misura due chilometri e mezzo e include un fossato largo 10 metri alimentato dalle acque della Yamuna.
Al termine delle visite, partenza per Jaipur (258 km - circa 6 ore).
La capitale del Rajasthan è chiamata “Città Rosa” perché nel 1876 il maharaja Ram Singh fece dipingere la città vecchia di tale colore, da sempre associato all’ospitalità, per accogliere il principe di Galles (e futuro re Edoardo VII), inaugurando così una tradizione che dura ancora oggi. Jaipur presenta forti contrasti e un traffico caotico ma colorito: carri carichi di frutta trainati da cammelli si fanno strada nelle vie ingombre di automobili, risciò, biciclette, motorini e pedoni che cercano di destreggiarsi come possono. Uomini in costume rajput sfoggiano turbanti colorati e baffi impomatati, discutendo animatamente fuori da ristoranti che servono spaghetti alla bolognese e gelati americani. Tra le vie degli animati bazar dominano i colori forti, da quelli dei sari a quelli delle mille merci in vendita. L’atmosfera è particolarmente suggestiva la sera, quando i palazzi tinteggiati di rosa e ocra riflettono magicamente la luce del tramonto.
All’arrivo a Jaipur, tempo permettendo, visita del Johari Bazar.
Pernottamento.

4° Giorno - Jaipur

Prima colazione in Hotel.
Al mattino escursione ad Amber per la visita del Forte di Man Singh, splendido esempio di architettura rajput. Il forte, costruito in posizione dominante sulla cima di una collina, un tempo residenza dei Maharaja di Jaipur, offre una bellissima vista sul lago sottostante. Per raggiungerlo si può salire, come vuole la tradizione, a dorso di elefante bardato a festa.
Proseguimento con la visita del Palazzo di Città, complesso di edifici principeschi che includono gli appartamenti privati del Maharaja ancora in uso per ricevere tuttora le personalità e i capi di stato del mondo, il Museo, ricco di tappeti e miniature unici al mondo, e l’Armeria, in una armonica e suggestiva fusione di stile moghul e rajasthano.
Adiacente al palazzo è l'Osservatorio astronomico di Jai Singh, il settecentesco Maharaja appassionato cultore di astronomia. Il Jantar Mantar di Jaipur è il più completo tra tutti quelli edificati in India, include sofisticati strumenti per il calcolo delle eclissi e per la rilevazione della posizione delle stelle e degli astri, apparecchiature per il calcolo degli ascendenti e dell’ora di tutto il mondo. La grande meridiana alta 27 metri si trova al centro dell’osservatorio ed è in grado di calcolare il tempo fino a 2 secondi di precisione! Non mancherà una sosta al Palazzo dei Venti, Hawa Mahal (inizio XIX secolo), dalla famosa facciata dalle finestre traforate, dove le principesse rajput godevano il fresco durante la caldissima estate indiana, osservando senza essere viste la vita cittadina da dietro le quinte traforate dell’edificio. Rientro in Hotel.
Pernottamento.

5° Giorno - Jaipur - Bundi

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Bundi (220 km - circa 4 ore), cittadina famosa per i palazzi, le fortezze e i monumentali pozzi baoli, antiche riserve d’acqua della città. Arrivo e sistemazione in Hotel.
Visita di Bundi, città raccontata da Rudyard Kipling e situata ai piedi di una collina dove si erge il maestoso Forte medievale, il Taragarh Fort, del XIV secolo. Visitare il Forte alle luci del tramonto fa percepire la vita dei piccoli villaggi rajasthani: la loro vita scandita ancora da ritmi ancestrali e strettamente legata a riti e antiche tradizioni. Proseguimento con la visita del Bundi Palace, con le pareti interamente affrescate con scene di caccia, feste e episodi della vista di Krishna.
Rientro in Hotel.
Pernottamento.

6° Giorno - Bundi - Sardargarh

Prima colazione in Hotel.
Partenza verso Sardargarh (km 260 - circa 5 ore) attraversando i villaggi della campagna indiana con possibili soste presso mercati e templi. Breve tratto in fuoristrada e box lunch.
Arrivo a Sardargarh e sistemazione nel castello medievale (XVII sec) del Raja locale, uno dei più imponenti di tutto il Rajasthan. Tempo a disposizione per relax per godere appieno dell’atmosfera medievale dal fascino indescrivibile.
Pernottamento.

7° Giorno - Sardargarh - Udaipur

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Udaipur (100 km - circa 2 ore).
Durante il percorso, sosta presso il tempio di Eklinji dedicato a Shiva ed edificato nel XVI secolo. Il complesso custodisce 108 piccoli templi e una particolare statua di Shiva in marmo nero e con 4 facce.
Arrivo a Udaipur e tempo a disposizione per relax e/o visite facoltative da regolarsi in loco.
Pernottamento.

8° Giorno - Udaipur

Prima colazione in Hotel.
Udaipur, sulle rive del Lago Pichola, fu fondata nel 1568 dal Maharaja Udai Singh II che, unendo una squisita eleganza al gusto tipicamente rajput per le eccentricità, la fece competere per bellezza con le più famose creazioni dei Moghul. Nella parte vecchia della città s’incontrano palazzi, templi e haveli di tutti i tipi, dalle costruzioni più semplici alle più complesse e stravaganti. Udaipur vanta un ricco patrimonio culturale anche come centro di arti espressive, pittura, miniature e artigianato.
Giornata dedicata alla visita della “città bianca”: il Palazzo di Città con i numerosi edifici, il museo dei Maharana locali (i Maharaja più potenti del Rajasthan) e il maestoso tempio Jagdish del XVII secolo, dedicato a Vishnu.
Pomeriggio dedicato a una escursione in barca sul Lago Pichola, per visitare il Jag Mandir, palazzo delle feste della famiglia reale. Edificato a partire dal 1615 per ospitare il principe Khurram, futuro imperatore Moghul Shah Jahan (artefice del Taj Mahal di Agra). L’edificio a tre piani è sormontato da una cupola e si affaccia su un ampio cortile con fontane protette da scenografici elefanti in pietra che guardano la riva. Rientro in Hotel.
Pernottamento.

9° Giorno - Udaipur - Ranakpur - Rohet

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Rohet (200 km - circa 4 ore).
Lungo il percorso, sosta sui Monti Aravalli per la visita dello straordinario santuario jainista Chaumukha di Ranakpur, uno dei più grandi e importanti centri jainisti del Paese. Il santuario, costruito nel 1439 in abbacinante marmo bianco, è sorretto da una foresta di pilastri preziosamente scolpiti, tutti diversi tra loro, ed è rivestito da una trina di rilievi, delicati come filigrana.
Arrivo a Rohet e sistemazione nel castello medievale del Raja locale. Visita a piedi del villaggio.
Pernottamento.

10° Giorno - Rohet - Jodhpur

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Jodhpur (40 km - circa 1 ora).
Arrivo e visita dell'antica capitale del regno di Rathor, Jodhpur, la “città blu” con il palazzo-fortezza di Meherangarh eretto nel XV secolo, sentinella alle porte del Deserto del Thar, le cui muraglie sono bordate da cannoni indiani, persiani e turchi di varie epoche. All’interno del forte si trovano cortili e palazzi che custodiscono straordinarie collezioni di oggetti connessi con la regalità indiana, tra cui una serie di howdah, sedili per i viaggi a dorso di elefanti, miniature provenienti da varie scuole di pittura, mobili, vestiti e armature. Dal Forte, costruito in cima a una roccia che s’innalza proprio al centro di Jodhpur, si gode uno splendido colpo d’occhio sulla città vecchia, con i suoi palazzi e le sue case dal caratteristico colore celeste. Proseguimento con la visita del mausoleo Jaswant Thada, costruito in marmo bianco. Sistemazione in Hotel.
Pernottamento.

11° Giorno - Jodhpur - Osyan - Jaisalmer

Prima colazione in Hotel.
Partenza per Osyan (80 km - circa 2 ore), cittadina famosa per i templi indù e jain, edificati tra l’VIII e il XII secolo, decorati con sculture di divinità induiste e jainiste. Proseguimento per Pokaran, importante centro commerciale che univa Bikaner, Jaisalmer e Jodhpur. Visita al Forte di Pokaran, tutt’ora abitato, caratterizzato da un intricato sistema di strade e vicoli dove si affacciano palazzi e balconi.
Al termine delle visite, proseguimento verso Jaisalmer, la più antica città del Rajasthan (XIII secolo), con la fortezza, i templi jainisti e le sontuose dimore dei mercanti riccamente scolpite nella pietra arenaria. Arrivo e sistemazione in Hotel.
Pernottamento.

12° Giorno - Jaisalmer

Prima colazione in Hotel.
Giornata dedicata alla visita della città di Jaisalmer, seducente avamposto nel deserto che sembra uscito da un racconto delle Mille e una notte, con i suoi bastioni di pietra che cingono il forte medievale, Jaisalmer è soprannominata la “Città d’Oro” per il colore di cui si tinge alla luce del tramonto.
La visione della massiccia fortezza, che si staglia contro la sabbia protendendosi verso il cielo è indimenticabile e l’aura magica che la circonda non diminuisce quando se ne varcano le mura per addentrarsi nel labirinto dei vicoli e dei bazar cittadini. L’età gloriosa della città risale all’epoca in cui numerose carovane attraversavano il deserto e facevano tappa nei suoi caravanserragli e nelle sue haveli (case dei mercanti). La vera anima della città è il Forte (risalente al XIII secolo, il più antico del Rajasthan) il cui perimetro è scandito da 99 bastioni. Un vero e proprio museo vivente, all’interno del quale vive un quarto degli abitanti della città. Nei suoi vicoli si incontrano numerose haveli, splendide residenze in arenaria gialla fatte costruire dai ricchi mercanti della città, le cui scenografiche facciate sono decorate da filigranati intagli e raffinate sculture. Pregevolissimi anche i templi jainisti di Rishabdeva e Sambhavnath, luoghi di culto di un’antichissima e prospera comunità religiosa, incastonati fra botteghe e bancarelle sommerse da stoffe ornate di ricami e specchietti caleidoscopici.
Nel pomeriggio, visita al villaggio di Khuri per un’affascinante escursione con cammelli e tramonto sulle dune. Rientro in Hotel a Jaisalmer.
Pernottamento.

13° Giorno - Jaisalmer - Jodhpur - Delhi

Prima colazione in Hotel.
Trasferimento all’aeroporto di Jodhpur per la partenza con volo di linea per Delhi.
Visita di New Delhi con i palazzi coloniali del British Raj e l’India Gate.
Al termine, trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza con volo di linea di rientro in Italia.
Pernottamento a bordo.

14° Giorno - Arrivo in italia

Hotel previsti o similari

Stelle :
Bundi Bundi Castle
Udaipur Fateh Niwas Heritage
Jaisalmer Fort Rajwada Jaisalmer
Rohet Rohetgarh
Jodhpur Ajit Bhawan
Sardargarh Sardargarh Castle
Stelle :
Agra The Trident Hotel
Delhi The Suryaa
Jaipur Samode Haveli





La Puja solenne a Chemday 08/08/16 - Ladakh - Chemree - 3649.50mt - LEICA Q (Typ 116) - 28.0 mm f/1.7 - 28mm - 1600ISO - 1/400 - f/1.7 - © Simone Bassani

Raggiungere il monastero di Chemday nel villaggio di Chemrey è abbastanza semplice e molto suggestivo. Il monastero è arroccato su una montagna e domina il villaggio e le coltivazioni. Consiglio di arrivare in mattinata, se si è fortunati si possono […]

The post La Puja solenne a Chemday appeared first on Be Earth.



Il Buddha di Likir 02/08/15 - Ladakh - Likir - 3715.30mt - LEICA T (Typ 701) - Super-Vario-Elmar-T  1:3.5-4.5 / 11-23 ASPH. - 11mm - 100ISO - 1/800 - f/10.1 - © Simone Bassani

Il monastero di Likir è un luogo affascinante, sufficientemente semplice da raggiungere e colmo di storia e cultura. All’interno di questo monastero si erge una delle statue di Buddha più alte della regione ma non è facile trovare il cielo […]

The post Il Buddha di Likir appeared first on Be Earth.


Fatehpur Sikri, la bellezza moghul Fatehpur Sikri

A poca distanza dalle meraviglie del Taj Mahal si trova una città simbolo della storia dell’India: Fatehpur Sikri, capitale dell’impero moghul per un pugno di anni. Nello stato dell’Uttar Pradesh, nel nord dell’India, si può ammirare una curiosa e sfortunata […]

The post Fatehpur Sikri, la bellezza moghul appeared first on Be Earth.



Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Rajasthan con stile

 








Aiutaci a migliorare