Mongolia da esplorare

Viaggio nella steppa e nel deserto del Gobi

Un viaggio nella purezza di una terra meravigliosa, immersa nella natura più intatta e nella spiritualità più profonda. Dalla moderna capitale Ulaanbaatar a quella antica, Karakorum, centro dell’impero più vasto della storia, passando dal deserto del Gobi. L’incontro con i nomadi incanta per la loro ospitalità in una realtà immutata da secoli, come le funzioni lamaiste, le cerimonie buddhiste e sciamaniche. Il viaggio prevede lunghi trasferimenti su strada asfaltata e su piste sterrate e polverose, a volte disagevoli. I mezzi utilizzati sono minivan fuoristrada di fabbricazione giapponese, tipologia Mitsubishi Delika (4 persone per vettura), adatti alle piste mongole e con guide e autisti affidabili ed esperti. E’ prevista anche la presenza di una guida locale parlante italiano. I pernottamenti sono in Hotel 3* nella capitale e in campi gher lungo il percorso: tende tipiche mongole arredate con due o quattro comodi letti provvisti di lenzuola e coperte (a volte da 4/6 posti letto) con servizi igienici, bagni e docce in comune.

Quote su richiesta

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea dallItalia a Ulaanbaatar, in classe economica
  • Trasferimenti privati da e per gli aeroporti
  • Tour con mezzi fuoristrada, con autista, carburante e assistenza meccanica
  • Pernottamenti in Hotel 4 stelle a Ulaanbaatar e Pechino, in campi gher (anche con letti multipli e bagni in comune), come indicato nel programma
  • Trattamento di pensione completa e di sola prima colazione a Pechino
  • Visite ed escursioni con ingressi ai Musei, Parchi e Riserve
  • Guida/accompagnatore locale parlante inglese/spagnolo per tutto il tour da 2 a 9 partecipanti
  • Accompagnatore dallItalia con minimo 10 partecipanti
  • Guida e kit da viaggio.

Le quote di partecipazione non includono

  • Tutte le tasse aeroportuali
  • Visti dingresso in Mongolia e Cina (per i voli via Pechino)
  • Pasti non indicati, bevande, mance e tutto quanto non sopra specificato
  • Escursioni e visite facoltative.

1° Giorno - Partenza per Ulaanbaatar

Partenza dall'Italia con volo di linea per Ulaabaatar.

2° Giorno - Arrivo a Ulaanbaatar

Arrivo e incontro con la nostra organizzazione per il trasferimento in Hotel. Nel pomeriggio visita della centrale piazza Sukhbaatar con la statua di Gengis Khaan. Visita del piccolo Museo di Storia Naturale, dove vengono conservati alcuni preziosi resti di scheletri e uova di dinosauro. Nel tardo pomeriggio concerto di musica tradizionale. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

3° Giorno - Ulaanbaatar - Bagazarin Chuluu

Partenza con mezzi fuoristrada in direzione sud per raggiungere il cuore del deserto del Gobi (circa 260 km - 6/7 ore). Arrivo a Bagazriin Chuluu, con le spettacolari formazioni rocciose di granito. Breve escursione tra le bizzarre forme naturali che evocano le figure più strane. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

4° Giorno - Bagazarin Chuluu - Bayanzag

Proseguimento in direzione sud per raggiungere l'antica valle di Bayanzag (circa 400 km) con le sue rupe fiammeggianti che creano un caleidoscopio di colori. Questa è la zona dove l'antropologo Andrews ha scoperto i più importanti reseti di dinosauri. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

5° Giorno - Bayanzag - Parco Naz. Gurvan Saikhan

Partenza per il Parco Nazionale Gurvan Saikhan (circa 200 km), uno degli ultimi habitat del leopardo delle nevi e dell'orso del Gobi. Escursione a piedi di circa 2 km a Yolin Am, il leggendario canyon delle aquile. Si entra poi nella magia del deserto, costeggiando le dune di Khongoryn. Pensione completa e pernottamento in campo gher nei pressi delle dune.

6° Giorno - Parco Naz. Gurvan Saikhan

Giornata dedicata al deserto del Gobi e alle sue dune. In mattinata, escursione tra le dune, anche a dorso di cammello. Si consiglia la salita a piedi la cima di una duna da cui ammirare il paesaggio. In mattinata, escursione tra le dune, anche a dorso di cammello. Si incontrano famiglie di nomadi ed allevatori dei famosi cammelli del Gobi. Resto della giornata a disposizione. Pensione completa e pernottamento in campo gher nei pressi delle dune.

7° Giorno - Parco Naz. Gurvan Saikhan - Onghi Temple

Partenza verso nord per Onghiin Khiid (circa 200 km), il tempio del Gobi che comprende due complessi monastici in rovina, divisi dall'ansa del fiume. Dopo le distruzioni del governo filosovietico rimane un nucleo riaperto nel 1990 e tutt'ora attivo e abitato da una ventina di monaci. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

8° Giorno - Onghi Temple - Karakorum

Proseguimento del viaggio per entrare nella verdissima steppa e raggiungere Kharkhorin (circa 250 km - 6/7 ore), la moderna città nei cui pressi sorgeva Karakorum: l'antica capitale. Lungo il percorso visita al grazioso Shankh Khiid, uno dei monasteri più antichi della Mongolia (XVII Sec.). Pensione completa e pernottamento in campo gher.

9° Giorno - Karakorum - Tsenher

Visita dell'Erdene Zuu, il primo monastero buddhista edificato nel 1586 e partenza per la sorgente calda di Tsenher (200 km - circa 5/6 ore) dove sono stati portati alla luce siti archeologici risalenti al paleolitico e datati fino a 40.000 anni fa. Sempre a Tsenher ci si può rilarre alle sorgenti calde, vicino a un campo gher. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

10° Giorno - Tsenher - Lago Terkhiin

Partenza per Taikhar, un luogo dove si erge una roccia solitaria in una pianura. Proseguimento in direzione est per raggiungere Terkhiin Tsagaan Nuur (circa 180 km - 5/6 ore): un lago di origine vulcanica dove è possibile avvistare animali rari come cervi e cormorani giganti. Possibilità di risalire a piedi il vulcano Khorgo. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

11° Giorno - Lago Terkhiin - Lago Ogii

Partenza per il lago Ogii (340 km - 8/9 ore), un paradiso del birdwatching. In questa zona è possibile ammirare due tra le più interessanti stele di pietra turche presenti in Mongolia (VIII Sec.), con iscrizioni in antico turco e cinese. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

12° Giorno - Lago Ogii - Elsen Tasarkhai

Partenza per la riserva nazionale Khongo Khaan (190 km - 4/5 ore) e visita del tempio Uvgun, costruito nel 1660 sulle macerie del monastero distrutto dall'esercito zingaro, in omaggio ai monaci sterminati. Nel pomeriggio si prosegue per Elsen Tasarkhai, un ambiente naturale unico con l'insieme di foreste, dune di sabbia e montagne. Pensione completa e pernottamento in campo gher.

13° Giorno - Elsen Tasarkahi - Khustai nuruu - Ulaanbaatar

Ultima tappa del viaggio per rientrare a Ulaanbaatar (270 km - 6 ore). Lungo il percorso sosta al Parco Nazionale Khustai Nuruu, un'oasi dei cavalli Przewalski, gli unici equini selvatici del mondo e progenitori di tutti i cavalli. Arrivo in città e tempo a disposizione. Cena di arrivederci in ristorante locale. Pernottamento in Hotel.

14° Giorno - Ulaanbaatar - Rientro in Italia

Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia.
Il viaggio in fuoristrada 4×4 dsc_0473

Un viaggio in fuoristrada è il modo più completo ed entusiasmante per esplorare e scoprire un Paese. Viaggiare con un veicolo 4×4 o con un Suv consente infatti di raggiungere luoghi che gli itinerari “normali” non comprendono e permette di […]

The post Il viaggio in fuoristrada 4×4 appeared first on Be Earth.









Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Mongolia da esplorare

 








Aiutaci a migliorare