Ladakh classico in occasione del Festival di Leh - Partenza 16 Settembre

Il piccolo Tibet indiano

Un viaggio in Ladakh in occasione del Festival di Leh Un itinerario nel Ladakh “classico”, lungo la Valle dell’Indo alla scoperta degli scenari naturali della regione himalayana. Un tour che permette di visitare le principali attrazioni della regione, dai monasteri più celebri ai piccoli templi immersi nell’orizzonte infinito. Il viaggio si svolge in occasione del Festival di Leh, una festa di sacro e profano dove toccare con mano la storia e le tradizioni di questo luogo senza tempo. Ladakh, un itinerario di spiritualità e natura Il viaggio inizia a Leh, capoluogo del Ladakh e cuore nevralgico della regione, situato a 3.505 metri di altezza. Il tempo necessario per acclimatarsi e si parte in direzione del monastero di Shankar, prima tappa dell’escursione nella valle dell’Indo. Dopo la visita ai monasteri di Matho e Phyang si prosegue verso il Lago Pangong. Durante il tragitto si ammira il Chemrey Gompa, che custodisce una straordinaria collezione di antiche scritture e suggestive opere d’arte. Si giunge al Lago Pangong, il più grande della catena himalayana, situato a 4.250 metri e confine naturale tra India e Cina. Un paesaggio dal fascino incredibile, terra di animali selvatici, branchi di yak e grandi aquile. La tappa successiva è la valle di Nubra, passando da Wari La e Tangyar. Qui si possono ammirare le dune di sabbia che incontrano i ghiacciai perenni e assistere alla puja nel monastero di Diskit, il più antico e più grande della valle. La visita al Palazzo di Stok è l’occasione giusta per scoprire la storia del Ladakh. Costruito alla fine del ‘700, è ancora oggi la dimora della casa reale e ospita un bellissimo museo ricco di testimonianze del passato. Si torna a Leh, passando per i monasteri di Shey e di Hemis, per assistere al Festival. La manifestazione prevede numerose attrazioni, dalla gara di danze folcloristiche in costume alla partita di polo fino alla gara di tiro con l’arco e alle celebrazioni religiose. Il viaggio si conclude qui, dopo un’ultima tappa in direzione di Lamayuru e del monastero-fortezza di Alchi, risalente all’undicesimo secolo.

Servizi

I trasferimenti sono previsti con vetture Toyota Innova e autisti esperti (3 passeggeri più autista per ogni mezzo). Tutte le sistemazioni da quest’anno sono previste in buoni hotel i migliori esistenti (della categoria turistica) nella Valle di Nubra e Nurla. A Leh per l’ultima notte abbiamo inserito un nuovo hotel, in una posizione impareggiabile: circondato da montagne e da una lussureggiante vegetazione. A Delhi è prevista una camera d’appoggio all’interno dell’aeroporto per le ore di attesa del volo per Leh e una camera, in Hotel 4 stelle, il giorno della partenza. Assistenza Earth H24.

Quote individuali di partecipazione in camera doppia con guide locali parlanti inglese

Da 2 a 3 partecipanti € 3.550,00
Da 4 a 6 partecipanti € 3.400,00
Suppl. camera singola € 1.300,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 98,00
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare) € 450,00
Partenze da altri aeroporti Su richiesta
Quota gestione pratica € 70,00

Quote di partecipazione: Le quote di partecipazione pubblicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,10 USD.  

Le quote di partecipazione includono

  • Voli Lufthansa da Milano Malpensa a Delhi e ritorno, via Monaco/Francoforte, in classe economica (speciale classe di prenotazione, da riconfermare)
  • Voli interni da Delhi a Leh e ritorno, in classe economica (speciale classe di prenotazione, da riconfermare)
  • Franchigia bagaglio in stiva di 23 kg sui voli internazionali Lufthansa e di 15 kg sui voli interni indiani
  • Trasferimenti privati con pulmino/auto a Delhi e con mezzi Toyota Innova senza aria condizionata in Ladakh (3 clienti più l’autista per mezzo)
  • Pernottamento in hotel 4 stelle a Delhi, in hotel 3 stelle Superior a Leh e nei migliori Hotel di categoria turistica a Nurla e Nubra, come sopra indicati
  • Trattamento di pensione completa durante il tour in Ladakh (pranzo con box lunch durante le escursioni) e di sola prima colazione a Delhi
  • Cena di arrivederci a Delhi
  • Visite ed escursioni compresi gli ingressi, come indicato in programma
  • Guide locali parlanti inglese in Ladakh
  • Assistenza all’aeroporto di partenza
  • Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
  • Guida “India del Nord”, ed. Polaris (una per camera)
  • Kit da viaggio

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni, vedere dettaglio)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
  • Quota gestione pratica (Euro 70,00)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
  • Eventuali tasse d’ingresso per macchine fotografiche e videocamere (da regolarsi in loco)
  • Visto d'ingresso in India (Usd 50,00 da richiedere e acquistare on line a questo link)
  • Early check in (prima delle ore 14) e late check out (dopo le ore 12) negli alberghi, eccetto dove espressamente indicato
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, mance, facchinaggi, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato.

1° Giorno - sabato 16 settembre - Torino - Monaco - Delhi

Ritrovo dei Signori partecipanti ai banchi check-in della compagnia aerea Lufthansa, presso l’aeroporto di Milano Malpensa.
Disbrigo delle formalità d’imbarco e registrazione dei bagagli fino a Delhi.
Partenza con volo di linea Lufthansa per Monaco delle ore 08.50. Arrivo alle 10.00 e proseguimento con volo di linea Lufthansa per Delhi delle ore 12.20. Pasti a bordo.
Arrivo nella capitale dell’India alle 23.20, disbrigo delle formalità d’ingresso nel Paese e sistemazione nelle camere riservate in Hotel nei pressi dell’aeroporto.
Pernottamento.

2° Giorno - domenica 17 settembre - Delhi - Leh

All’alba partenza con il volo di linea Jet Airways diretto a Leh, il capoluogo del Ladakh situato a 3505 metri di altitudine. Arrivo, incontro con la nostra organizzazione locale e sistemazione in Hotel.
Tempo a disposizione per acclimatarsi.
Nel pomeriggio escursione al Monastero di Shankar e rientro a piedi lungo l’oasi di Leh.
Pensione completa.

3° Giorno - lunedì 18 settembre - Leh: escursioni a Matho e Phyang

Giornata dedicata a una escursione nella Valle dell’Indo per la visita del monastero di Matho, appartenente alla singola setta Saskya, il cui capo spirituale del monastero è anche l’oracolo della comunità, e del monastero di Phyang, uno dei più importanti della scuola dei “berretti rossi” Kagyupa. Rientro a Leh e tempo a disposizione per visite facoltative in città o per escursioni individuali.
Pensione completa.

4° Giorno - martedì 19 settembre - Leh - Chemray - Pangong

Partenza per raggiungere il Lago Pangong, il più grande della catena himalayana.
 Lungo il percorso, dopo aver sorpassato il posto di controllo di Karu, visita allo spettacolare Chemrey Gompa fondato dal Lama Tagsang Raschen nel 1664. Il monastero appartiene all’Ordine Drugpa e serve come residenza di circa 20 monaci e una decina di novizi.
Camminando si raggiungere la sommità del complesso principale dove si trova un’immagine dorata di Padmasambhava alta 3 metri e tempestata di turchesi.
Il monastero vanta anche una preziosa collezione di scritture, con pagine di titolo in argento e il testo in lettere d’oro. Proseguimento del viaggio e sosta al passo Changla per prendere un tè caldo. Arrivo al Lago Pangong e sistemazione in campo tendato fisso (bagni in comune). Situato ad una quota di circa 4250 metri il lago si estende al confine tra India e Cina (i due terzi della lunghezza del lago sono in Tibet). In inverno ghiaccia completamente, nonostante sia un lago salato.
Pensione completa.

5° Giorno - mercoledì 20 settembre - Pangong

Giornata a disposizione per visitare l’area circostante al lago con piccoli trekking.
Pensione completa.

6° Giorno - giovedì 21 settembre - Pangong - Wari La - Tangyar - Valle di Nubra

Il Paesaggio è veramente immenso: oltre agli yak e altri greggi la regione, che è stata dichiarata riserva naturale, ospita molti animali selvatici, dalle marmotte alle aquile, e con un po’ di fortuna si possono anche avvistare i Kyang, i cavalli selvaggi dell’altopiano. Gli abitanti dei villaggi sono caratteristici: indossano lunghe Pashima di lana di yak e camminano per le strade con le loro numerose mandrie di pecore.Le acque del lago sono ricche di salsedine e quindi non c’è presenza di micro-vegetazione. Non ci sono pesci o altre forme di vita nel lago, ad eccezione di alcuni piccoli crostacei e alcune specie di erbe perenni che crescono nelle paludi intorno.
Per raggiungere la Valle di Nubra (circa 8 ore) si deve attraversare il Wari La (posto a 5.312 metri) per poi discendere fino ai pascoli dei villaggi di Digar, Tangyar e Agyam.
Arrivo in serata a Hundar e sistemazione in campo tendato fisso (3000 mt).
Pensione completa.

7° Giorno - venerdì 22 settembre - Valle di Nubra

Proseguimento per Panamik (2 ore circa) e camminata di circa 1 ora e mezza (difficoltà media) per raggiungere l'isolato monastero di Insa, nel panorama suggestivo della valle con le dune di sabbia che si stagliano contro ai ghiacciai perenni. Il monastero si trova immerso in una singolare quiete. Pranzo con box lunch.
Rientro in Hotel e lungo il percorso sosta per una piacevole escursione a piedi (1 ora circa) presso il lago di acqua piovana situato al centro della valle.
Pensione completa.

8° Giorno - sabato 23 settembre - Puja di Diskit - Kardung La - Stok

Al mattino sarà possibile assostere alla Puja nel Monastero di Diskit. Il monastero più vecchio e il più grande della Nubra Valley. Dell’ordine Gelupa, dei berretti gialli, lo stesso del Dalai Lama, e si presenta come una fortezza arroccata sulla montagna. Ultimamente il monastero è diventato ancora più famoso nel 2010 per la costruzione e inaugurazione da parte del Dalai Lama di un'enorme statua del Buddha del Fututo Maitreya che si vede a molti km di distanza, anche dal deserto in quota di Hunder.
Per rientrare si attraversa il Kardung La (5.359 m s.l.m.) fino al Palazzo di Stok.
Se volete scoprire la storia del Ladakh, una vista al palazzo reale di Stok è in grado di regalarvi emozioni di viaggio assolutamente uniche.
Costruito alla fine del ‘700 da re Tsepal Tondup Namgyal, il palazzo venne abbandonato pochi anni dopo. Divenne nuovamente dimora ufficiale della casa reale nel 1842, in seguito all’invasione del Ladakh da parte dell’esercito del Jammu condotto da Zorawar Singh.palazzo di Stok, Ladakh. Ancora oggi i discendenti della famiglia reale vivono all’interno del palazzo di Stok, per la precisione all’ultimo dei quattro piani dell’edificio, dove conducono una vita appartata e lontana dai fasti del passato. Recentemente ristrutturato, il palazzo ospita un bellissimo museo al piano terra dove è possibile ammirare un pezzo di storia del Ladakh: dipinti, statue, immagini religiose, fotografie e ricordi della casa reale compresa l’antica corona della regina. Il palazzo è anche il luogo ideale per ammirare l’alba e il tramonto dalla grande terrazza presente al piano superiore, che offre una vista impagabile sulla catena montuosa dello Zanskar.
Pensione completa.

9° Giorno - domenica 24 settembre - Stok - Shey - Hemis - Leh

Prima colazione in Hotel.
Partenza per il Monastero di Shey. Fondato nell’XI e ampliato nel XVI secolo, Shey ospita la statua più grande del Ladakh fatta costruire dal figlio del re Singe Namgyal. Si tratta di un Buddha Maitreja, buddha del futuro, seduto all’occidentale (mentre gli altri Buddha sono nella posizione del fiore di loto con le gambe incrociate). La statua, alta 12 metri, è interamente placcata in oro.
Proseguimento per il Monastero di Hemis.
Prima di rientrare a Leh, visita al monastero di Hemis, la cui fondazione risale al XIII secolo, uno dei più importanti di tutto il Ladakh, legato alla scuola dei “berretti rossi”.
Arrivo a Leh nel pomeriggio e tempo per relax.
Pensione completa.

10° Giorno - lunedì 25 settembre - Leh

Giornata dedicata al Festival
La gran parte delle ricorrenze nelle aree di etnia tibetana dell’India sono motivate da eventi legati alla religione e si svolgono quasi tutte nei monasteri; un fatto che non lascia sorpresi vista l’armoniosa compenetrazione della spiritualità nella vita quotidiana di tutte queste regioni. Un’importante eccezione è data dal festival che si svolge a Leh e nei dintorni della seconda quindicina di settembre, un evento di recente costituzione che prevede una gara annuale di danze folcloristiche in costume tra i villaggi, una partita di polo che si svolge nel grande campo della città vecchia, ormai raramente utilizzato per questo scopo e un contesto di tiro con l’arco, oltre a molti momenti conviviali con la degustazione di cibi locali. Anche in questo ambito non mancano comunque molte parti dedicate ai rituali religiosi, con riti di buon auspicio e così via.
Pensione completa.

11° Giorno - martedì 26 settembre - Leh - Lamayuru - Nurla

Partenza per Nurla (circa 5 ore) costeggiando il fiume Indo in direzione ovest, attraverso il Passo Wari La, posto a 5.312 metri di altitudine.
Visita del monastero di Lamayuru (3900 metri-slm) situato in un paesaggio lunare desertico nell’alta Valle dell’Indo.
Pensione completa.

12° Giorno - mercoledì 27 settembre - Nurla

Visita del monastero della scuola dei “Berretti Rossi” edificato nell'XI secolo e legato al grande maestro Naropa. Sosta presso il monastero di Rizong proseguimento per Nurla.
Arrivo a 3.041 metri di altitudine e sistemazione in Hotel, circondato da montagne di oltre 6000 metri.
Pensione completa.

13° Giorno - giovedì 28 settembre - Nurla - Alchi - Leh

Visita del monastero-fortezza di Alchi (XI secolo) che custodisce i tesori più importanti della cultura buddista in Ladakh: affreschi murali e sculture lignee di grande valore artistico.
Tempo a disposizione per escursioni sulle rive del fiume Indo.
Rientro a Leh, sistemazione in Hotel.
Pensione completa.

14° Giorno - venerdì 29 settembre - Leh

Giornata a disposizione per le ultime visite della Valle dell’Indo e dei numerosi bazar della cittadina di Leh. Pensione completa.

15° Giorno - sabato 30 settembre - Leh - Delhi

Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di linea diretto a Delhi (1 ora e quindici minuti circa). Arrivo, incontro con la nostra organizzazione e sistemazione in Hotel.
Tempo a disposizione per visite facoltative in città.
In serata trasferimento in aeroporto (almeno 3 ore prima della partenza del volo) per le pratiche di check-in.

16° Giorno - domenica 01 ottobre - Delhi - Monaco - Torino

Disbrigo delle pratiche di accettazione e spedizione dei bagagli fino a Milano. Partenza con volo di linea Lufthansa per Francoforte alle ore 02.45. Pasto pernottamento a bordo.
Arrivo alle 07.30 e proseguimento con volo di linea Lufthansa per Torino alle ore 09.00.
Arrivo all’aeroporto di Caselle alle ore 10.10.

Hotel previsti o similari

Stelle : -
Leh Saboo Resort
Stok Stok Palace
Nubra Hundar Resort
Delhi Holiday Inn Express
Nurla Apricot Tree
Leh Dragon E Royal Palace
Stelle :
Delhi The Suryaa





La Puja solenne a Chemday 08/08/16 - Ladakh - Chemree - 3649.50mt - LEICA Q (Typ 116) - 28.0 mm f/1.7 - 28mm - 1600ISO - 1/400 - f/1.7 - © Simone Bassani

Raggiungere il monastero di Chemday nel villaggio di Chemrey è abbastanza semplice e molto suggestivo. Il monastero è arroccato su una montagna e domina il villaggio e le coltivazioni. Consiglio di arrivare in mattinata, se si è fortunati si possono […]

The post La Puja solenne a Chemday appeared first on Be Earth.



Il Buddha di Likir 02/08/15 - Ladakh - Likir - 3715.30mt - LEICA T (Typ 701) - Super-Vario-Elmar-T  1:3.5-4.5 / 11-23 ASPH. - 11mm - 100ISO - 1/800 - f/10.1 - © Simone Bassani

Il monastero di Likir è un luogo affascinante, sufficientemente semplice da raggiungere e colmo di storia e cultura. All’interno di questo monastero si erge una delle statue di Buddha più alte della regione ma non è facile trovare il cielo […]

The post Il Buddha di Likir appeared first on Be Earth.


Fatehpur Sikri, la bellezza moghul Fatehpur Sikri

A poca distanza dalle meraviglie del Taj Mahal si trova una città simbolo della storia dell’India: Fatehpur Sikri, capitale dell’impero moghul per un pugno di anni. Nello stato dell’Uttar Pradesh, nel nord dell’India, si può ammirare una curiosa e sfortunata […]

The post Fatehpur Sikri, la bellezza moghul appeared first on Be Earth.



Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Ladakh classico in occasione del Festival di Leh - Partenza 16 Settembre

 








Aiutaci a migliorare