Cambogia, suggestioni d'Oriente - Partenza 1 Dicembre

Viaggio in Cambogia con un Leica Ambassador come compagno di viaggio

Suggestivi paesaggi naturali ricchi di fiumi e risaie. Campagne dai ritmi antichi, dove vive il più autentico spirito dell’Asia. E poi Angkor Wat, meraviglia dell’umanità e capolavoro di architettura khmer. Un viaggio in Cambogia è tutto questo e molto altro, da immortalare grazie ai preziosi consigli di un fotografo professionista.

Cambogia, un itinerario di pura bellezza

Punto di partenza è la capitale Phnom Penh. Da qui si va verso Battambang, la seconda città più grande della Cambogia dove vive la più autentica e tradizionale cultura contadina. Si prosegue in direzione del santuario khmer di Ek Phnom e del tempio di Bantey Chmar, non raggiunti dal turismo di massa. Il viaggio ci conduce alla scoperta del complesso pre-angkoriano di Rolous, alla splendida città fortificata di Angkor Thom al tempio del Bayon, con le sue 54 torri e le 10.000 figure scolpite nella pietra. Da qui si prosegue verso il tempio di Bantey Srey per poi iniziare il grande circuito di Angkor, una delle più grandi meraviglie dell’umanità. Si visita il maestoso tempio di Prae Khan, il Neak Pean e il Ta Phrom, totalmente immerso nella giungla. È tempo di ammirare da vicino Angkor Wat, capolavoro di arte khmer, una struttura che abbaglia nella sua spettacolarità, esempio di incredibile sapienza architettonica. Da Angkor Wat il viaggio in Cambogia prosegue attraverso suggestivi canali verso il grande lago Tonlé Sap e la sua straordinaria umanità. Si ritorna a Phnom Penh, deliziosa capitale del Paese con i suoi grandi monumenti e la sua atmosfera indimenticabile.

Leica Ambassador

Sarà anche possibile migliorare le proprie competenze grazie ai consigli di Cristiano Zabeo, specializzato nel reportage e nella fotografia di scena e eventi, ha in corso un progetto a lungo termine sulla propria famiglia.

Servizi

Il viaggio si avvale di esperte guide locali parlanti italiano, confortevoli veicoli guidati da autisti professionisti e dotati di aria condizionata e l'assistenza di un Leica Ambassador che potrà fornire consigli fotografici. L'organizzazione prevede sistemazioni di categoria 4 stelle per i pernottamenti e trattamento di prime colazioni.

Quote individuali di partecipazione in camera doppia con compagno di viaggio un fotografo Leica Ambassador

Da 7 a 9 partecipanti € 2.150,00
Da 10 a 14 partecipanti € 1.900,00
Suppl. camera singola € 330,00
Tasse aeroportuali Emirates (da riconfermare all’emissione) € 360,00
Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento € 98,00
Partenze da altri aeroporti Su richiesta

Quote di partecipazione:
Le quote di partecipazione pubblicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,12 USD

Una variazione del tasso di cambio indicato che dovesse verificarsi entro 20 giorni dalla data di partenza, determinerà una revisione delle quote.
Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione (X e T) della compagnia aerea Emirates e in partenza da Milano Malpensa.
La disponibilità dei voli è soggetta a riconferma al momento della effettiva prenotazione del viaggio. Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati, o similari. 

Qualora i servizi indicati non fossero disponibili al momento della prenotazione Earth si riserva il diritto di modificare le quote qui riportate, sulla base dei costi dei nuovi servizi confermabili.

Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, sono indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

Piano voli indicativo Emirates:
01.12.2017 MILANO MXP DUBAI 21.20 06.35+1 EK092
02.12.2017 DUBAI PHNOM PENH 09.00 20.45 EK388
09.12.2017 PHNOM PENH DUBAI 23.10 06.05+1 EK389
10.12.2017 DUBAI MILANO MXP 09.10 13.10 EK205

Le quote di partecipazione includono

  • Voli di linea internazionali da Milano Malpensa a Phnom Penh e ritorno, via Dubai, in classe economica (Emirates in classe X e T)
  • Tutti i trasferimenti in Cambogia con veicolo privato dotato di aria condizionata e autista
  • Tutte le navigazioni indicate in programma con imbarcazioni turistiche locali
  • Tutti i pernottamenti in alberghi di categoria 4 stelle locali (3 stelle, cioè il migliore disponibile, a Battambang)
  • Trattamento di pernottamento e prima colazione
  • Guide locali parlanti italiano (soggette a disponibilità)
  • Trasferimenti e visite guidate compresi gli ingressi ai monumenti e alle aree archeologiche indicate in programma
  • Assicurazione “Viaggi Rischio Zero” di UnipolSai
  • Guida della Cambogia e zainetto da viaggio Eastpak/Earth
  • Compagno di viaggio un Leica Ambassador e docente della Leica Akademie che potrà fornire consigli sulla realizzazione delle immagini

Le quote di partecipazione non includono

  • Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, € 98 con UnipolSai Assicurazioni)
  • Tutte le tasse aeroportuali e supplementi carburante (€ 360, da riconfermare)
  • Visto turistico cambogiano ($ 30 da regolare in loco)
  • Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
  • Early check in e late check out negli alberghi
  • Pasti non indicati, menù à la carte, bevande, mance, facchinaggi, extra personali e tutto quanto non specificato.

1° Giorno - venerdì 01 dicembre - Partenza per Phnom Penh

Partenza da Milano Malpensa con volo di linea Emirates per Phnom Penh via Dubai.
Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno - sabato 02 dicembre - Arrivo a Phnom Penh

Arrivo all'aeroporto internazionale di Phnom Penh, disbrigo individuale delle formalità doganali, ritiro del bagaglio e incontro con la nostra organizzazione fuori dagli arrivi internazionali per il trasferimento in Hotel. Sistemazione e pernottamento.

3° Giorno - domenica 03 dicembre - Phnom Penh - Battambang

Prima colazione in Hotel.
Partenza di buon mattino per Battambang, la seconda città più grande della Cambogia, anche chiamata la Capitale dell’Ovest.
Presso Kampong Chnang si percorrerà un tratto del fiume che porta al lago Tonle Sap e si osserverà la vita nei villaggi galleggianti formati da innumerevoli imbarcazioni, case e varie strutture fluttuanti.
Proseguimento per Battambang ed arrivo nel pomeriggio.
La città ha ancora una sua atmosfera molto provinciale ed è contraddistinta da un’architettura mista tra il coloniale ed il locale: qui la gente vive ancora secondo i costumi della tradizionale cultura contadina.
Si avrà modo di provare una singolare forma di trasporto locale, il Bamboo Train, cioè il Treno di Bambù: si sale a bordo di una piccola piattaforma di bambù ancorata a ruote che le permettono di viaggiare sulle rotaie di quella che un tempo era una linea ferroviaria, ora in disuso; il tutto spinto da un piccolo ma potente motore.
Tempo permettendo, proseguimento verso Ek Phnom, un suggestivo santuario Khmer risalente alla prima metà del XI secolo ed esemplare per la comprensione dell’architettura Angkoriana.
Pernottamento in Hotel.

4° Giorno - lunedì 04 dicembre - Battambang - Bantey Chmar - Siem Reap

Prima colazione in Hotel.
Partenza in direzione del tempio di Bantey Chmar, passando per la cittadina di Svay Sisophon, non lontana dal confine Tailandese. Il tempio consiste in un complesso monastico poco conosciuto e poco visitato, non ancora toccato da alcuna forma di restauro, risalente tra la fine del XII secolo e l'inizio del XIII e dedicato al figlio del re Yayavaraman VII che cadde combattendo contro i Champa. Nella parte interna la vegetazione è cresciuta rigogliosa, pur senza prendere il totale sopravvento e l'assenza di turisti fa rivivere l'esperienza dei pochi viaggiatori del periodo coloniale.
Proseguimento ed arrivo in prima serata a Siem Reap.
Pernottamento in Hotel.

5° Giorno - martedì 05 dicembre - Siem Reap (Angkor)

Prima colazione in Hotel.
Partenza per la visita alle strutture pre-angkoriane del complesso di Rolous, situato a circa quindici chilometri da Siem Reap; i templi di Prae Ko, Bakong e Lolei risalgono al IX secolo e rappresentano l’anello di congiunzione tra il regno del Chenla ed il nuovo regno di Angkor.
Proseguimento per il complesso di Angkor e sosta presso il Prasat Kravan, unico esempio di tempio costituito da cinque torri in linea.
Nel pomeriggio visita alla città fortificata di Angkor Thom, passando attraverso la Porta Sud e proseguendo verso lo spettacolare tempio del Bayon che, con i suoi più di duecento enigmatici volti, rappresenta la costruzione centrale sia nell’ubicazione che nella concezione della cittadella stessa. Si tratta di un capolavoro dalla sorprendente struttura formata da 54 torri e che presenta splendidi bassorilievi rappresentanti la vita quotidiana ai tempi dei regni di Angkor e nei quali sono stati contate più di diecimila figure scolpite nella pietra.
Quindi si passa dinnanzi all’imponente Baphuon e si raggiunge il tempio a forma di piramide legato alla leggenda del re ed il serpente, il Pimeanakas; si prosegue con la zona dove era situato il palazzo reale e si termina con le splendide Terrazze degli Elefanti e del Re Lebbroso.
Pernottamento in Hotel.

6° Giorno - mercoledì 06 dicembre - Siem Reap (Angkor)

Prima colazione in Hotel.
Escursione alla scoperta del tempio di Bantey Srey, cioè la “cittadella delle donne”, famosa per gli splendidi bassorilievi scolpiti quasi tutti in arenaria rosa e, a detta di molti, superiori per delicatezza e precisione persino a quelli presenti all’interno di Angkor Wat.
Il tempio è situato a circa 40 km da Siem Reap e viene raggiunto tra piacevoli paesaggi caratterizzati da risaie e villaggi.
Si rientra a Siem Reap passando per il tempio di Bantey Samre, così chiamato in onore della leggenda del contadino che divenne re.
Nel pomeriggio visita a parte del Gran Circuito di Angkor, iniziando con il vasto e maestoso tempio di Prae Khan, detto anche tempio della Sacra Spada, che aveva le funzioni di centro religioso, culturale e, per un periodo, anche di residenza reale. Nel momento del suo massimo sviluppo, vi risiedevano più di diecimila persone, tra le quali molti importanti insegnanti ed il corpo di ballo delle Apsara, le danzatrici celesti.
Si prosegue con il Neak Pean, l’unico a struttura circolare in memoria di un mitico lago dal quale nascono i quattro fiumi della mitologia Indù. Veniva ai tempi utilizzato come luogo di purificazione tramite le acque.
Quindi ci si dirige poi verso uno dei templi più suggestivi e romantici, il Ta Phrom, totalmente immerso nella giungla e volutamente lasciato nelle condizioni in cui fu ritrovato dagli archeologi francesi intorno al 1860, parzialmente coperto dalla vegetazione, con le radici degli alberi secolari che avvolgono magicamente le sculture ed i blocchi di pietra delle gallerie, siglando un connubio tra la storia e la forza prorompente della natura stessa.
Pernottamento in Hotel.

7° Giorno - giovedì 07 dicembre - Siem Reap (Angkor e lago Tonlé Sap)

Prima colazione in Hotel.
Mattinata dedicata alla visita di Angkor Wat, il capolavoro di tutta l’arte Khmer, il tempio più celebre ed imponente, considerato una delle meraviglie del mondo.
Si tratta di una struttura che abbaglia nella sua spettacolarità, esempio di straordinaria sapienza architettonica, decorato con sculture e bassorilievi estremamente raffinati, attraverso i quali vengono descritte in maniera magistrale le principali scene dei poemi epici indiani.
Proseguendo  si arriva a  Kampong Khleang, un villaggio posizionato a 40 chilometri da Siem Reap, in genere evitato dal turismo di massa. Questo villaggio è conosciuto per le sue case costruite su palafitte, per la sua atmosfera serena e per il caratteristico paesaggio di risaie, acqua e foresta. Attraversando il villaggio si avrà modo di conoscere gli usi degli abitanti specializzati anche nell’allevamento di coccodrilli.
Si continua il viaggio a bordo di una barca che, attraverso i canali, conduce verso il grande lago Tonlé Sap dove la comunità vietnamita ha le sue abitazioni, i negozi e le botteghe, piccoli centri di ristoro, gli uffici pubblici, gli allevamenti di pesci, le scuole, una piccola chiesa, tutti costruiti su piattaforme galleggianti che fluttuano a seconda dei ritmi delle piene del lago. Ci si immette poi nel Tonlé Sap, talmente grande che non si riescono a scorgere le sponde. L’imbarcazione si ferma spegnendo il motore per meglio assaporare il silenzio di questo “mare”.
Al termine, rientro a Siem Reap.
Pernottamento in Hotel.

8° Giorno - venerdì 08 dicembre - Siem Reap - Phnom Penh

Prima colazione in Hotel.
Partenza alla volta della capitale in direzione del capoluogo di provincia di Kampong Thom, situato a poco più di metà strada tra Phnom Penh e Siem Reap.
Questa era un tempo la Via Reale e presso Kampong Kdei si effettuerà il passaggio sul ponte di  pietra di Spean Praptos, risalente al periodo Khmer e fatto costruire dal re Jayavarman VII.
I paesaggi rurali che si possono ammirare solo percorrendo questa strada sono piacevoli ed interessanti: risaie, villaggi, scene di vita vera nelle campagne cambogiane.
Ci si dirige verso Sambor Preikuk, il più importante complesso archeologico pre-angkoriano del Paese, l’antica capitale del regno del Chenla, precursore di quello Khmer.
Vi sono più di cento templi di grande suggestione e raramente visitati, suddivisi in tre complessi monasteriali: il gruppo Sud del Prasat Yeay Poan, il gruppo centrale del Prasat Tor e il gruppo Nord del Prasat Sambor. Ques’ultimo comprende gli edifici più importanti ed è dedicato ad una incarnazione di Śhiva.
Dopo circa un paio d’ore è prevista una breve sosta al villaggio di Skhun, famoso per i suoi ragni giganti, serviti, a chi lo desidera naturalmente, proprio in tutte le salse: si è circondati da venditori che in cestini rivolti al sole per non raffreddare le prelibate vivande, offrono i delicati aracnidi, acquistabili in piccoli sacchetti dai quali si prendono e gustano uno per uno, come le patatine fritte.
Nel tardo pomeriggio arrivo quindi a Phnom Penh e sistemazione in Hotel.
Pernottamento in Hotel.

9° Giorno - sabato 09 dicembre - Phnom Penh - Partenza per l’Italia

Prima colazione in Hotel.
Inizio della visita della capitale cambogiana con il tempio che dà il nome alla città, il Wat Phnom: situato in cima ad una collinetta è frequentato dai fedeli che qui si recano per pregare e farsi predire il futuro dai tanti cartomanti, indovini e chiromanti.
Proseguimento delle visite con sosta al complesso del Palazzo Reale e della Pagoda D’Argento, così chiamata per le oltre cinquemila mattonelle d’argento dalle quali è costituito il pavimento, il tutto impreziosito dai doni offerti alla famiglia reale da tutto il mondo.
Conclusione con il Toul Sleng, tragico museo-prigione testimonianza del sanguinario regime dei khmer rossi e del genocidio perpetrato ai danni della stessa popolazione cambogiana, colpevole solo di saper leggere e scrivere, portare occhiali, essere insegnanti, medici, professionisti, parlare lingue straniere; si stima che siano stati torturati ed uccisi circa tre milioni di persone su dodici nell’arco di quattro anni fino al 1979.
Dopo la cena libera, trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza con volo di linea Emirates di rientro in Italia via Dubai.
Pasti e pernottamento a bordo.

10° Giorno - domenica 10 dicembre - Arrivo in Italia

Arrivo in Italia previsto in giornata.

Hotel previsti o similari

Stelle :
Battambang Bambu Hotel
Stelle :
Phnom Penh Phnom Penh Hotel
Siem Reap Tara Angkor Hotel


Phnom Penh, la perla dell’Asia cover-cambogia-tempio

Conosciuta come la perla dell’Asia, Phnom Penh è una città dove vive la storia della Cambogia, sofferta e profonda, dolorosa e meravigliosa. Capitale della Cambogia e cuore nevralgico di un paese proiettato nel futuro, Phnom Penh è considerata una delle […]

The post Phnom Penh, la perla dell’Asia appeared first on Be Earth.




Compila il modulo per richiedere maggiori informazioni

Cambogia, suggestioni d'Oriente - Partenza 1 Dicembre

 








Aiutaci a migliorare